Cerca nel blog

venerdì 31 gennaio 2014

Si avvicina il coloratissimo Carnevale di Jesolo

Fervono i preparativi per l'edizione 2014 del Carnevale di Jesolo, attesissima manifestazione in cui sono protagonisti i colori, l'allegria e il divertimento. Nel solco della tradizione del magico e intenso Carnevale di Venezia, che si svolge a pochi chilometri di distanza, quello jesolano ne rappresenta in qualche modo una continuazione, forse più vicina al sentimento popolare più autentico, legato in egual misura tanto al mare quanto alla terra.

Domenica 2 marzo il cuore della manifestazione sarà Piazza 1° Maggio a Jesolo Paese. A partire dalle ore 14.30 le coloratissime maschere dei bambini e di persone di ogni età daranno vita a una grande festa tra musica, giochi gonfiabili e tanta allegria.

Il giorno 4 marzo (Martedì Grasso) la magia del carnevale si sposterà invece al Parco Grifone di Jesolo Lido, appena dietro Piazza Milano, per proseguire i festeggiamenti a suon di risate e abbuffarsi di crostoli, delle immancabili frittelle e degli altri dolci tipici.

I festeggiamenti del carnevale jesolano si concluderanno domenica 9 marzo con l'imperdibile sfilata dei carri allegorici che, a partire dalle ore 14 circa, sfileranno da Piazza Aurora a Piazza Milano attraversando le più celebri piazze del Lido: Mazzini, Casablanca, Brescia, Carducci. Come da tradizione, la parata farà sosta a Piazza Marconi per la premiazione dei carri più fantasiosi e delle maschere più belle, oltre che per l'estrazione dei vincitori della Lotteria di Carnevale.

La manifestazione offrirà l'occasione per scoprire questa vivace località balneare anche durante il periodo invernale, per regalarsi una piacevole passeggiata sulla spiaggia e magari prenotare il soggiorno in un accogliente hotel frontemare a Jesolo, assicurandosi una vacanza da sogno durante la prossima stagione estiva.

Per maggiori informazioni:
Hotel Croce di Malta
Via Altinate, 6 acc. al mare n.2
30016 Lido di Jesolo, Venezia
www.crocedimalta.info

Masi Marcello, Intervista al Direttore del Tg2

Il Tg2 in controtendenza aumenta audience e share. L’ultimo dei notiziari della fascia serale si confronta con «corazzate» come Striscia la notizia, Otto e mezzo e Affari tuoi. Il direttore del Tg2 Marcello Masi a Il Sole 24 Ore: «Ed è un risultato che saluto con grande piacere, mio personale e della redazione. C’è tutto un lavoro di squadra dietro che evidentemente il pubblico sta premiando».
Masi_Il Sole24Ore
Fonte: Il Sole 24 Ore del 28 gennaio 2014
Marcello Masi non nasconde la soddisfazione per un risultato nient’affatto scontato. Perché il segno più davanti a audience e share (si veda altro articolo in pagina) in un momento come questo va considerato un risultato prezioso. «Ed è un risultato che saluto con grande piacere, mio personale e della redazione. C’è tutto un lavoro di squadra dietro che evidentemente il pubblico sta premiando». Non che il tg di cui Masi è direttore da giugno 2011 (prima ad interim e poi, da settembre 2011, con nomina da parte del Cda) sfugga alle difficoltà che il prodotto telegiornale sta vivendo in questo periodo. Se si guarda all’edizione delle 13, rispetto a gennaio 2013 al 26 gennaio 2014 è andato perso uno 0,41% di share. Gli altri tg però hanno perso anche di più.
Magra consolazione certo e segno delle difficoltà del momento. Ma nell’edizione serale il segno più risalta. Anche perché il traino del Tg2 storicamente non è di quelli memorabili e dopo le 20.30 le reti mettono in campo l’artiglieria pesante, sia fuori dalle mura amiche (da Striscia la Notizia su Canale 5 a Otto e Mezzo su La 7) sia in casa propria (Affari tuoi su Rai 1). E non vanno trascurate le partite di campionato o coppe europee. L’ultimo Tg della sera però, in onda a partire dalle 20.30, ha il suo seguito di 2,1 milioni di spettatori di media, con una share in crescita. «Noi puntiamo tutto sulla qualità, anche nel confezionamento dei servizi. Certamente anche questo ha il suo peso nelle scelte degli ascoltatori».
Una peculiarità del Tg2 sta poi nell’approfondimento, sul quale Masi ha dichiarato a più riprese da un anno a questa parte di voler puntare con sempre maggiore decisione. «È una scelta di impegno che ha un riscontro e di questo sono molto contento». Approfondimento dunque e servizi «in cui cerchiamo di dare uno spazio adeguato all’economia, anche un po’ a scapito della cronaca, e a quello che è l’attuale momento di crisi. Attenzione però. Non puntiamo solo sulla disamina dei fenomeni che ci richiamano alla gravità della crisi, ma anche a quelle iniziative che mostrano tutta l’evidenza di una voglia di combatterla. Penso per esempio alle start up e a quant’altro dimostri la volontà di reagire». Non va dimenticato poi il passaggio al digitale, con la prima edizione completamente digitale il 31 dicembre del 2012.
……………………

I brand affidano la comunicazione alle shopping bags

Inserite fra i principali strumenti di comunicazione delle aziende di ogni settore, le shopping bags conquistano i clienti per praticità e stile e, da comune involucro per il trasporto di prodotti a casa, si trasformano in potenti mezzi pubblicitari. Testimone d'eccezione in questa evoluzione è Quickbags, società all'avanguardia e punto di riferimento per aziende e agenzie che ricercano soluzioni originali nel settore shopper.

La comunicazione di impresa si veicola oggi con le shopping bags personalizzate, diventate dei veri e propri strumenti di comunicazione integrata aziendale. La borsa utilizzata per fare la spesa, quella fornita per portare a casa i capi di abbigliamento appena acquistati, o il modello in carta per trasportare il materiale informativo messo a disposizione in fiera sono di fatto un’estensione dell’azienda, che accompagna il consumatore finale anche in situazioni lontane dagli schemi di acquisto.

Una comunicazione efficace passa quindi attraverso la personalizzazione, lo stile e la ricerca dei materiali con cui vengono realizzate le shopping bags, perché queste siano realmente rappresentative del brand e della qualità aziendale.

Il logo, il messaggio di carattere promozionale, i riferimenti al sito internet e all'eventuale presenza sui social media sono elementi fondamentali da esporre in quanto amplificano la visibilità dell’azienda, suscitano curiosità e creano partecipazione.

Le aziende che investono in progetti shoppers offrendo ai propri clienti prodotti pratici e funzionali sviluppano una comunicazione privilegiata. Le shopping bags divertenti e di tendenza possono infatti anche creare fenomeni di viral marketing, dove la fama del prodotto e il brand stesso vengono superati, mentre gli shoppers diventano un oggetto che il consumatore, soprattutto appartenente al target più giovane, desidera ricevere e portare con sé.

Per maggiori informazioni:
Quickbags
www.quickbags.it
info@quickbags.it

Catturare l'attenzione con banner e roll up personalizzati

Eurocrom 4, società con esperienza ultratrentennale nella grafica e specializzata nella stampa offset e digitale, conferma l'interesse di aziende e organizzazioni per una comunicazione visiva che utilizza banner e roll up dal design accattivante al fine di promuovere prodotti e servizi.

La stampa fotografica di banner e roll up è realizzata in quadricomia. I banner hanno formato 55x160 cm e 80x160 cm e possono essere monofacciali o bifacciali. Vengono posizionati in modo semplice su una struttura leggera, con un'asta verticale a terra che sostiene il telaio insieme al sistema di tensionamento con aste flessibili a innesto incrociato situate nella parte posteriore. Quattro perni mobili permettono di adattare la struttura alle dimensioni della stampa. Viene fornita inoltre una borsa per trasportare comodamente il banner.

Tra i grandi formati di stampa fotografica, ideali per esposizioni, manifestazioni e fiere di settore, è indicato il Roll up, disponibile in formato da 100x200 cm e 85x200 cm. La stampa fotografica in quadricromia viene fornita insieme all'espositore in alluminio dotato di riavvolgitore automatico per una veloce chiusura. A sostenere la struttura del Roll up un'asta verticale centrale suddivisa in tre parti collegate attraverso una corda elastica interna. Completa l'espositore un meccanismo di chiusura a pressione montato su un profilo orizzontale. Il Roll up è fornito dall'azienda con una borsa per il trasporto.

La linea degli espositori Roll up è completata dal mini Roll up che, con dimensioni A3 e A4 (21x29,7 cm e 42x29,7 cm), risulta ideale quando si dispone di spazi limitati come banconi o piccoli corner. La stampa fotografica è realizzata in quadricromia in formato A3 o A4. L'espositore in alluminio, dotato di riavvolgitore automatico, sostiene l'immagine e dona un tocco di modernità all'ambiente in cui è inserito.

Eurocrom 4 è specializzata da oltre 30 anni nella realizzazione di prodotti grafici aziendali, con soluzioni d'avanguardia e tempi di consegna rapidi.

Per ulteriori informazioni:
Eurocrom 4
via Edison A. Thomas, 21/7
Villorba (TV)
www.eurocrom4.com
info@eurocrom4.com

giovedì 30 gennaio 2014

"PUNTO SU DI TE": UNA CAMPAGNA CHE "PROVOCA" PER INVITARE AD AGIRE CONTRO I PREGIUDIZI E AD ESSERE PARTE ATTIVA DI UN CAMBIAMENTO CULTURALE - PUBBLICITA' PROGRESSO


                                                                         

AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA DI PUBBLICITÀ PROGRESSO,
PER promuovere la parita’ DI GENERE
“punto su di te”: UNA CAMPAGNA CHE “PROVOCA” PER INVITARE  AD AGIRE CONTRO I PREGIUDIZI E aD essere parte attiva di un cambiamento culturale.
grazie al nuovo portale www.puntosudite.it possono essere segnalati e rimossi contenuti e campagne sessiste da pubblicitA’ e YouTube oltre a reperire informazioni utili per raggiungerE  la reale parita’ di genere.
Milano, 30/01/2014 – In questa settimana prende ufficialmente il via la nuova campagna promossa dalla Fondazione Pubblicità Progresso e firmata da Young&Rubicam Group, tutta sul tema del gender mainstreaming, per la valorizzazione del ruolo della donna nella società. Partono cinema, stampa, web e TV Mediaset. A seguire Rai, Sky, altre reti TV, radio e manifesti. Lanciato il concorso tra gli autori Siae per una canzone sulla parità di genere. Seguiranno social network e iniziative di marketing sociale non convenzionale.

Tra gli obiettivi della campagna:
·         Invitare le donne ad accrescere la propria autostima
·         Invitare gli uomini a valorizzare il punto di vista femminile
·         Rendere visibile la discriminazione di genere, come primo passo per eliminarla
·         Superare i pregiudizi nei confronti delle donne
L’iniziativa fa perno sul portale www.puntosudite.it. A questo link è possibile visualizzare lo spot video: http://www.youtube.com/watch?v=n7PSjVZmAPY
“Modificare stereotipi e combattere pregiudizi sul fronte parità non è un lavoro semplice, per questo abbiamo dato vita ad una campagna di durata biennale che impiega tutti i mezzi, incluse le grandi opportunità dei social media. Partiamo da una comunicazione classica (spot tv, radio, stampa, cinema e affissioni) con un meccanismo creativo che sottolineerà il fatto che negare la discriminazione delle donne è già una parte del problema”, dichiara Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso. “Tutto rimanda ad un portale che verrà sempre più arricchito nel tempo anche grazie alle segnalazioni dei cittadini, per contenere, suddivise per argomenti, progetti e attività volte a dare un contributo concreto al miglioramento della condizione della donna: attraverso lo stesso vengono indicati riferimenti di servizi utili per la gestione di problematiche familiari e lavorative legate all’universo femminile, vengono promosse iniziative di aiuto alle madri che lavorano, ci sono indicazioni sui centri anti-violenza e su molte iniziative di sensibilizzazione (spettacoli teatrali, libri, blog, portali tematici, convegni, eccetera): un utile repertorio di tutte le attività che possono essere di aiuto a riequilibrare la parità con sostegni concreti. Inoltre, attraverso il portale è possibile chiedere direttamente all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria la rimozione di campagne lesive dell’immagine della donna. Lo stesso impegno c’è anche da parte di Google per i contenuti su YouTube.
“Il progettoprecisa Alberto Contriè stato particolarmente sollecitato dalle tre donne che siedono nel CdA (Giovanna Maggioni, Upa – Rossella Sobrero, Assocom- Donatella Consolandi –Unicom) Tecnicamente la possiamo definire una campagna di “mainstreaming di genere, cioè nell’interesse di tutta la società, donne e uomini compresi. Ci siamo dati due anni perché a cambiare i pregiudizi ci vuole tempo, ma si può accellerare se i mass media interverrano riprendendo ove possibile la tematica e non ospitando semplicemente la campagna negli spazi pubblicitari. ”

CREDITS CAMPAGNA  PUNTO SU DI TE
Agenzia
Young & Rubicam Group
EVP - Executive Creative Director
Vicky Gitto
Copywriters
Giovanbattista Oneto, Carmen Balestrieri
Art directors
Davide Breghelli, Cinzia Caccia, Giulia Papetti
Casa di produzione spot  50”- 30”- 2x 15”
ComboCut films
Regista
Alessandro Palminiello
Executive producer
Alvise Barbaro
Musica
Quiet Please – Ferdinando Arnò
Casa di produzione  radio 30”
Eccetera
Executive producer
Josè Bagnarelli
Fotografia
Hyperactive Studio – Mauro Turatti, Mattia Giani
Agenzia PR eventi
Burson-Marsteller
Centri Media
Havas Media Group, MediaClub, Kinetic
Istituto Ricerche
Istituto Piepoli
Spazi affissione prima fase
IGPDecaux, Maxima, Ipas
Stampa poster
Sprint Production, GPP Industrie Grafiche
Portale ideazione e struttura
Isobar
Portale contenuti
Mimesi
Concorso musicale
Mario Lavezzi
Speakers spot radio
Cinzia Massironi, Samanta Cornaviera, Matteo Zanotti
Cast foto
Carlotta Brambilla, Lisa Fuxcer, Cinzia Galimberti, Anna Yan Karini, Anna Racano, Tiziana Wake
Comunicato radio concorso musicale
Postatomic
Speaker comunicato radio concorso musicale
Lucia Angella, Gabriele Marchingiglio

Attiva dal 1971 (prima come Associazione e poi, dal 2005, come Fondazione), “Pubblicità Progresso” è entrata nel vocabolario quotidiano degli italiani, diventando sinonimo di “pubblicità sociale”. Con la sua attività e grazie al contributo di chi ne fa parte (organizzazioni utenti: UPA-  organizzazioni professionali:  ASSIRM, ASSOCOM,  UNICOM – imprese e organizzazioni di mezzi: AAPI, FIEG, PUBLITALIA ’80, RAI, RTV San Marino, Sky Italia – interassociazioni: IAP), Pubblicità Progresso ha promosso e promuove l’impiego della comunicazione sociale di qualità tra gli strumenti operativi di enti, istituzioni, pubblica amministrazione e organizzazioni non profit. Ha dimostrato concretamente l’utilità di un intervento più professionale nel campo della comunicazione sociale. Ha contribuito a valorizzare la pubblicità italiana e i suoi operatori. In virtù di tutto questo la Fondazione Pubblicità Progresso è oggi una delle espressioni più alte e rappresentative delle organizzazioni del mondo della comunicazione e dei professionisti che ne fanno parte. Oltre a realizzare proprie campagne, conferisce il proprio patrocinio a campagne meritevoli per tematica e creatività. Organizza ogni anno da nove anni la Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale. Organizza seminari e workshop in tutte le università italiane, tenendo rapporti con 99 Facoltà di 44 Atenei. Ha costituito un think-thank interdisciplinare (Network Athena) cui partecipano oltre 70 docenti da tutto il paese. Ha promosso il network internazionale ISAAC (International Social Advertising Associations & Councils). Organizza mostre itineranti sulla comunicazione sociale. Ha costituito la più selettiva mediateca internazionale on-line con le 2500 campagne più creative e performanti del mondo.


La ricerca al servizio dell’efficienza



Le continue innovazioni introdotte sul mercato testimoniano come il potenziale di sviluppo dei sistemi tecnologici sia praticamente illimitato. Per questo Rittal dedica una particolare attenzione alle attività di R&D. Da esse deriva il recente rinnovo della piattaforma di armadi TS 8, cuore dell’intera offerta Rittal, ulteriormente perfezionata per una maggiore efficienza di montaggio.


I nuovi profili verticali degli armadi TS 8 sono dotati di punti di punzonatura ogni 100 mm, per il facile e rapido posizionamento dei componenti interni. L’utilizzo del metro per misurare le quote in altezza non è più necessario, inoltre il nuovo sistema di foratura per il fissaggio dei componenti con viti M8 non richiede nessuna filettatura aggiuntiva.

La piastra di montaggio può essere installata in modo ancora più agevole da una singola persona. Una clip innovativa tiene ferma la piastra di montaggio dopo il suo posizionamento. Grazie alla clip l’installatore può disporre di entrambe le mani per il fissaggio a vite  finale. Il supporto della piastra di montaggio è riposizionabile senza attrezzi in modo rapido e sicuro, consentendo di cambiare o adattare velocemente la posizione della piastra. Ulteriori novità riguardano la messa a terra: dal frontale dell’armadio i perni di messa a terra filettati vengono inseriti nella piastra di montaggio attraverso le aperture per i fori di fissaggio, per poi essere semplicemente avvitati con i rispettivi dadi.

Il nuovo reticolo di fissaggio TS 8, presente ora anche nel telaio di rinforzo della porta, consente il montaggio rapido degli accessori usati all’interno dell’armadio, anche dietro la porta. Oltre alla semplificazione delle operazioni di montaggio, ne consegue anche una diminuzione dei costi di gestione del magazzino. Il nuovo sistema di foratura consente di ottimizzare sempre di più la porta come superficie utile di montaggio, ricavandone uno spazio prezioso per gli allestimenti interni.   

Un’ ulteriore innovazione, sviluppata appositamente per gli armadi monoblocco e gli armadi installati in batteria, è la compensazione automatica del potenziale attraverso delle mollettone dentellate. A causa della pressione di montaggio, gli elementi di contatto incidono la vernice superficiale e creano automaticamente una connessione elettricamente conduttiva. I vantaggi sono notevoli: riduzione dei tempi di montaggio e nessun problema per il collegamento equipotenziale, perché tutti i componenti sono con “messa a terra automatica”.Grazie a queste innovazioni le installazioni potranno essere eseguite da un solo operatore, con tempi e costi di allestimento minori rispetto al passato. 

Le soluzioni per la climatizzazione industriale Blue “e”, caratterizzate da un risparmio energetico superiore al 45% rispetto agli standard di mercato, rappresentano un ulteriore esempio della capacità innovativa di Rittal.
I prodotti della linea Blue ”e” sono studiati per massimizzare le performance a partire dai componenti del circuito frigorifero, grazie all’utilizzo di nuovi compressori ad alto rendimento, di superfici di scambio termico ampliate e di finiture superficiali alle nanotecnologie, capaci di contrastare il deposito di polveri sulle alette di scambio e di mantenere così costante nel tempo la capacità di scambio termico. Inoltre, per una più efficace gestione dei flussi d’aria, i sistemi utilizzano ventilatori di ricircolo con tecnologia EC (Electronic Control), in grado di  funzionare selettivamente solo in relazione al reale valore di temperatura all’interno del quadro: l’attività del condizionatore viene dunque regolata in base alle reali condizioni, attivando e disattivando il ventilatore dell’evaporatore in relazione al valore di temperatura interna richiesta.
Da ricordare inoltre che i sistemi basati su di una piattaforma modulare consentono di avere sistemi clima modulabili su diverse classi di potenza, evitando inutili sovradimensionamenti.
Anche la gamma TopTherm di Rittal si è arricchita di nuove unità Blue “e” che offrono performance superiori pur mantenendo dimensioni e design omogenei con le precedenti, così da essere facilmente integrabili in batterie di armadi pre-esistenti e combinabili per comporre soluzioni su misura. L’estetica associata a quella delle soluzioni di contenimento Rittal permette di integrare TopTherm all’interno di ogni macchina o impianto in modo agevole e senza compromettere l’aspetto finale della realizzazione.
Prima soluzione nel suo genere ad essere realizzata con una struttura totalmente modulare, TopTherm di Rittal assicura una notevole facilità di montaggio, manutenzione o sostituzione delle singole parti. La modularità del sistema e la conseguente possibilità di sostituire i diversi componenti in modo indipendente gli uni dagli altri garantisce una pratica realizzazione degli interventi di manutenzione che si possono rendere necessari durante l’intero arco di vita dell’applicazione.
 

mercoledì 29 gennaio 2014

Fas Italia: esperienza e forniture al servizio delle case di riposo e di cura

Trovarsi a proprio agio in una casa di riposo o in una casa di cura non è impossibile. Per molti anziani lasciare la propria casa, le proprie abitudini e i luoghi familiari può rappresentare un vero e proprio trauma. Per facilitare l'adattamento e far sentire ogni degente a proprio agio, Fas Italia ha aperto una nuova divisione dedicata all'ospitalità in queste strutture ricettive.

forniture alberghiereFas Italia, azienda leader nel campo delle forniture alberghiere, si presenta ai propri clienti attraverso una nuova offerta di prodotti e servizi destinati alle case di riposo e di cura. In queste particolari strutture ricettive l'offerta di servizi per l'ospitalità deve essere curata nei minimi dettagli, per assicurare ai degenti una permanenza piacevole e tranquilla.

Le case di riposo e di cura per la terza età sono fondamentali per molte famiglie che non possono occuparsi dei propri familiari anziani. Trovare una struttura che faccia della qualità e dell'accoglienza veri e propri valori non è semplice. Molti gestori, per questo, hanno deciso di investire nell'acquisizione di prodotti e servizi che possano migliorare il proprio servizio di ospitalità.

Recentemente Stefano Mandò, A.D. Di Fas Italia ha dichiarato "Il settore delle strutture ricettive per la terza età è in netta crescita. La richiesta di prodotti e di forniture specifiche non poteva, di conseguenza, essere trascurata. Così abbiamo deciso di realizzare un'offerta completa e competitiva, che possa migliorare significativamente la permanenza degli ospiti in case di riposo o di cura."

Nel dettaglio, l'azienda fiorentina propone ai propri clienti kit di cortesia e di benvenuto di cui fanno parte tutti quei prodotti ideati per la cura e la pulizia della persona. Gli accessori d'arredo e per la camera, invece, sono indispensabili per abbellire e rendere ogni spazio funzionale. È presente poi un'ampia gamma di accessori per il bagno, come per esempio l'asciugacapelli, il tappeto antiscivolo per la doccia, i dispenser per il sapone e molto altro ancora.

Nel catalogo figurano anche prodotti professionali per la preparazione e il servizio delle pietanze, che comprendono stoviglie in melamina, pentole, padelle, carrelli portavivande, contenitori e cassette per il trasporto dei cibi. Non potevano mancare, naturalmente, minibar e casseforti, due prodotti che rappresentano il fiore all'occhiello dell'azienda.

L'intera offerta di Fas Italia dedicata alle forniture per strutture ricettive al servizio di case di riposo e di cura è consultabile all'indirizzo web www.forniture-casedicura.it, dove gli utenti interessati possono navigare e scoprire tutti i dettagli sulle proposte dell'azienda toscana.

Come sempre, Fas Italia si dimostra all'altezza delle richieste del mercato, offrendo a qualsiasi struttura la possibilità di personalizzare con la massima cura le proprie forniture. Fas Italia si pone come partner affidabile, in grado di rispondere con professionalità e soluzioni innovative che possono realmente fare la differenza.

FAS ITALIA
Il valore aggiunto per le strutture ricettive
www.fas-italia.it | www.impresahotel.it
Via Fabroni 54R 50134 Firenze
Tel. 055-470536
Fax 055-474345
mail info [at] fas-italia.it
fb www.facebook.com/FASItalia
yt www.youtube.com/user/FornitureAlberghi

Un clic ogni 2 secondi per il video di GIANNI RESTA con protagonista NATALINO BALASSO...


24 ore fa sulla pagina web dell'edizione milanese di REPUBBLICA è stato presentato il video di "Dancing like a fool", di GIANNI RESTA, con protagonista NATALINO BALASSO.

L'articolo di Massimo Pisa che accompagna il video racconta: "
Ballare sulla crisi. Fra i grattacieli in vetro di Garibaldi e i caselli di Porta Nuova a Milano. La musica è quella di Dancing like a fool, ultimo singolo del musicista milanese Gianni Resta (dall'album Discorocksupersexypowerfunky), la faccia e l'alienazione sono quelli di Natalino Balasso, esodato dalla sua azienda. A caccia di un futuro e di un'identità tra le torri contemporanee che dominano la nuova Isola e le vecchie cabine telefoniche in cui muoiono le speranze degli annunci di lavoro presi dalle bacheche. Girata come un instant movie, la clip è cruda e grottesca come la Milano ripresa dal regista Claudio Cecconi su soggetto dello stesso Resta, come la danza e la fine di Balasso sulle note del pezzo trasmesse da una radio a transistor".

Sarà la canzone, sarà il tema, sarà Balasso... Fatto sta che in 24 ore questo video ha racimolato 38.000 visualizzazioni, un clic ogni 2 secondi: un risultato assolutamente inaspettato per un progetto indipendente e fuori dalle rotte commerciali come questo. Un risultato su cui riflettere!

Per farvi la vostra idea a riguardo:
http://video.repubblica.it/edizione/milano/natalino-balasso-e-gianni-resta-la-danza-della-crisi/153999/152501
Per saperne di più di "Dancing like a fool", dell'album da cui è tratto e del suo autore, Gianni Resta:
https://www.facebook.com/giannirestaofficial




Twitter - Italiani popolo di scrittori a 140 caratteri. Al #TwitterFiction Festival secondi per numero di partecipanti solo agli Stati Uniti



Italiani popolo di scrittori a 140 caratteri. Al #TwitterFiction Festival secondi per numero di partecipanti solo agli Stati Uniti


Mancano pochi giorni al 5 febbraio 2014, data di chiusura delle iscrizioni al #TwitterFiction festival, il festival dello storytelling su Twitter, ma gli scrittori italiani a 140 caratteri sono già protagonisti. L’Italia risulta finora essere la seconda nazione per numero di partecipanti a livello mondiale, dietro solo agli Stati Uniti

Si profila una sfida della letteratura latina a quella anglosassone? Gli appassionati italiani di letteratura e scrittura hanno ancora tempo fino al 5 febbraio per sottoporre un testo narrativo, sotto forma di una serie di Tweet - raffiche di fiction da 140 caratteri - a una speciale giuria proveniente dalle aziende appartenenti all’associazione degli editori americani @AmericanPublish

La giuria valuterà quali scrittori potranno diventare ‘featured storyteller’ ed entrare a far parte del programma ufficiale del TwitterFiction festival, che si terrà dal 12 al 16 marzo prossimo. 

Questa è l’ultima chiamata per coloro che ambiscono a diventare scrittori a fianco di autori affermati ed emergenti!


Queste le date importanti:
  • Il giorno 3 marzo, pubblicazione del programma e dei partecipanti al festival
  • Dal 12 al 16 marzo, svolgimento del festival


Per maggiori informazioni su #TwitterFiction, http://twitterfictionfestival.com e in italiano sul blog https://blog.twitter.com/it/italia

Loghi Twitter
I loghi Twitter possono essere scaricati da http://twitter.com/logo
Segui @twitter_it o il blog http://blog.it.twitter.com/ per aggiornamenti e novità su Twitter




Come inserire un Tweet nel proprio articolo

E’ possibile inserire un Tweet direttamente nel proprio articolo online. Posizionarsi sul Tweet, selezionare in basso a destra “Altro” e scegliere “Incorpora Tweet”. Copiare il codice HTML e incollarlo nella propria pagina. Ecco il codice HTML del Tweet che annuncia la seconda posizione dell’Italia.

<blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p>We&#39;re want ideas in all languages from across the world. So don&#39;t be shy international folk! So far Italy is 2nd after the US! <a href="https://twitter.com/twitter_it">@twitter_it</a></p>&mdash; Fiction Festival (@TWfictionfest) <a href="https://twitter.com/TWfictionfest/statuses/426528614654697472">24 Gennaio 2014</a></blockquote>
<script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script>

Champagne Jacquart Rosé per il 14 febbraio.

JACQUART  DEDICA  IL  SUO 
CHAMPAGNE  ROSÉ  A  SAN  VALENTINO

Per festeggiare tutti gli innamorati, nell’imminenza della loro giornata celebrativa annuale, lo Champagne Jacquart propone di brindare, a pranzo o a cena, con la sua splendida cuvée “Rosé”.

Espressione rosata del Brut Mosaïque, Jacquart Rosé nel suo assemblaggio poggia sulla medesima struttura. La raffinatezza dello Chardonnay (35% - 40% della cuvée) è completata dalla pienezza del Pinot Meunier (25% - 30%) e dalla struttura del Pinot Noir (30% - 35%). L’aggiunta del 15% - 18% di vino rosso ottenuto dal Pinot Noir, unita a un dosaggio molto leggero, ne fa un vino vero e proprio.

All’aspetto, le bollicine di Jacquart Rosé sono delicatamente soffuse di un colore intensamente salmonato. Al naso, gli aromi dei piccoli frutti di bosco (ribes, ciliegie, fragoline selvatiche) virano progressivamente e deliziosamente verso ricordi di prugna. La bocca è rinfrescante e ampia, e il finale è seducente, grazie allo schiudersi di note sorprendenti di pesca e di albicocca.

Floriane Eznack, Enologo della Maison Jacquart, commenta: “Accompagno volentieri questo vino vivace e fruttato a qualunque occasione in cui desidero vedere la vita a colori. L’ora della merenda, un vernissage, un abbinamento stuzzicante a tavola; e, naturalmente, un momento coinvolgente di intimità sentimentale”.  

Presentato in una confezione prestigiosa, che sottolinea le note rosate della cuvée, lo Champagne Jacquart Rosé suggella in modo perfetto la ricorrenza di San Valentino. A tavola, oltre che per il brindisi, è ideale accompagnamento di salmone, ostriche, piatti leggermente speziati, dessert a base di frutta.

Come tutti gli altri Champagne della Maison, Jacquart Rosé è distribuito in esclusiva per l’Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori di Bologna (tel. 051 4217811, fax 051 242328, e-mail info@rinaldi.biz, www.rinaldi.biz).

PARMIGIANO REGGIANO: EXPORT +5%, TENGONO I CONSUMI INTERNI, PRODUZIONE E SCORTE IN CALO

Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano

www.parmigianoreggiano.it

 
   

 

 

Quantità in flessione dello 0,85% nel 2013. Anno a due velocità per le quotazioni,

 in ripresa da agosto. 4,8 milioni ai caseifici colpiti dal sisma 2012.

 

(Bologna, 29 gennaio 2014) Calo della produzione dello 0,85% e delle giacenze del 4,3%, buona tenuta dei consumi interni, export ancora in forte crescita (+5%), quotazioni in lieve flessione su base annua e in netta ripresa negli ultimi cinque mesi: è segnato da questi valori il consuntivo 2013 del Parmigiano Reggiano, che nel corso dell’anno ha superato pressoché interamente anche le drammatiche conseguenze del terremoto del maggio 2012.

“Sul versante delle quotazioni –  spiega il presidente del Consorzio di tutela, Giuseppe Alai – abbiamo vissuto un 2013 a due velocità. La media annua dei prezzi all’origine, che si è attestata a 8,74 euro/kg, con una flessione del 4,2% rispetto al 2012, nasce infatti da quotazioni che nei primi sette mesi si sono mantenute largamente al di sotto di quelle del 2012 (la media del periodo è stata pari a 8,60 Euro/kg), mentre da agosto si è via via consolidata una ripresa che nel mese di dicembre ha fatto segnare il migliore risultato dell’anno (9,05 euro/kg), ulteriormente confortato dalle quotazioni della Borsa comprensoriale (che ha sede a Parma), che in quest’avvio di 2014 hanno segnato punte massime di 9,40 euro/kg e con minimi mai al di sotto dei 9 euro/kg”.

Buone anche le prospettive future, grazie anche a giacenze in calo (-4,3% nel 2013), alla flessione produttiva (3.279.156 forme prodotte nel 2013 contro 3.307.221 del 2012), alle difficoltà di prodotti similari d’importazione che cozzano contro un elevato prezzo del latte a livello mondiale, al superamento delle difficoltà legate al terremoto 2012, alla forte crescita dell’export e alla buona tenuta dei consumi interni (-1% le vendite nella GDO, compensate dall’incremento delle vendite dirette dei caseifici).

Oggi – prosegue il presidente del Consorzio – il nostro primo obiettivo è dare stabilità ai redditi dei produttori e da questo punto di vista riteniamo che proprio il 2013 sia stato un anno di svolta per il Parmigiano Reggiano, grazie all’adozione di quel “Piano di regolazione dell’offerta” che lega il nostro sistema, e individualmente ciascuno dei suoi 3.500 allevatori, ad un governo della produzione (3.250.000 le forme previste per il 2014) che ne sancisce un più diretto legame con il territorio ed il mercato”.

Il barometro sembra dunque volgere al bello per il Parmigiano Reggiano e tra i segnali migliori si collocano ancora quelli provenienti dai mercati esteri.

“Nel 2013 – sottolinea il direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Riccardo Deserti – sui mercati esteri sono state collocate 45.800 tonnellate e grazie a questo rilevante incremento è salita al 34% (e raddoppiata in cinque anni) la quota di prodotto destinato all’export”.

E qui si innesta uno dei grandi obiettivi del Consorzio: “per il 2020 – afferma Deserti – puntiamo a portare la quota delle esportazioni al 50% sul totale”.

Un’affermazione internazionale, unita al buon andamento dei consumi interni, che sarà sostenuta dai nuovi rilevanti investimenti programmati dal Consorzio, che per il 2014 mette in campo 13,7 milioni di euro equamente suddivisi su Italia ed estero.

 

 

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI