Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 10 dicembre 2016

All’appello di Telethon 2016 BNL risponde #PRESENTE



A Natale scegli di essere "#presente con il cuore" a fianco di BNL e Telethon per la raccolta fondi per la ricerca

Milano – 10 Dicembre 2016 – Da ormai oltre 25 anni BNL Gruppo BNP Paribas è partner della Fondazione Telethon nella raccolta di fondi a sostegno della ricerca scientifica sulla malattie genetiche.

Questa collaborazione è uno dei maggiori progetti di fund raising in Europa e conferma la volontà e capacità della Banca di essere concretamente vicina alle persone.

Un'iniziativa rivolta al sociale anche attraverso l'utilizzo dei social. Con l'hashtag #PRESENTE sarà infatti possibile condividere, promuovere e sostenere questa importante operazione sui canali Facebook e Twitter di BNL.

Quest'anno la tradizionale maratona televisiva andrà in onda il fine settimana del 16, 17 e 18 dicembre su RAI 1. Domenica 11 dicembre, invece, in occasione del Telethon Show, BNL riceverà dalla Fondazione Telethon un riconoscimento per questi lunghi e preziosi 25 anni di partnership.

Una proficua collaborazione che ha permesso alla Banca di raccogliere complessivamente, fin dal 1992, oltre 267 milioni di euro. Cifra che ha contribuito a finanziare più di 2.500 progetti di ricerca che, con i 1500 ricercatori coinvolti, hanno portato allo studio di circa 470 malattie genetiche.

Contemporaneamente alla maratona, 300 agenzie BNL, in tutta Italia, resteranno aperte per il weekend per ospitare eventi di raccolta (mostre, performance musicali/teatrali, sportive) che dipendenti, familiari, amici e clienti organizzeranno per incentivare le donazioni e sensibilizzare sui temi della ricerca scientifica.

Il progetto BNL per Telethon vive non solo in occasione del Natale, ma tutto l'anno attraverso i canali disponibili per le donazioni (sportelli, ATM, numero verde e sito web) ed i progetti atti a sostenere la raccolta fondi.

Grazie a EduCare per Telethon, BNL organizza seminari per far conoscere il progetto e creare una relazione tra le aziende e la ricerca scientifica e con Telethon a Scuola, educa i più giovani alla solidarietà, all'inclusione e al valore della ricerca.

La partnership abbraccia anche il mondo della cultura con BNL per Telethon all'Opera e BNL per Telethon in Scena, dedicati alle più famose opere liriche e rappresentazioni teatrali, senza dimenticare BNL per Telethon in Mostra per le esposizioni d'arte.

Un progetto d'amore che si fonda non solo sul contributo economico ma anche sulla partecipazione reale ed attiva.

Con Dona il tuo tempo è possibile mettere a disposizione passione e talento a sostegno degli eventi sul territorio, mentre dona la tua parola consente di condividere con tutti coloro che aiutano la ricerca, pensieri, testi e canzoni.

--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 7 dicembre 2016

Social Media Press presenta WEB REPUTATION CLEANING

Social Media Press, Agenzia di Comunicazione e Ufficio Stampa Online specializzata da anni nella distribuzione di Notizie in Rete per dare visibilità a Brand, Personaggi, Prodotti ed Eventi, è lieta di presentare il servizio di WEB REPUTATION CLEANING (Ripulitura Reputazione Online)

Negli ultimi anni vista la mole di informazioni che circolano in Internet si sente l’esigenza di poter gestire al meglio la propria immagine e reputazione online.
La bontà della reputazione online di un’azienda dipende anche dai suoi risultati sui motori di ricerca, i quali influiscono pesantemente sul potere commerciale della stessa.
“Se cerco il mio nome+cognome o il nome della mia azienda, quali sono i risultati? Recensioni o informazioni negative, concorrenza, o semplicemente sono quasi inesistente sul web?”
E’ possibile cambiare questa tendenza?
Una strada da seguire passa per la distribuzione di contenuti ottimizzati per nome e cognome (brand, personaggio pubblico, prodotto) del soggetto in questione, con l’obiettivo di promuoverne un’immagine positiva, tentando di spostare al di fuori della prima pagina di Google, Bing e Yahoo! i risultati negativi della ricerca.
A questo proposito abbiamo sviluppato e consolidato nel corso degli anni una strategia di Ripulitura Reputazione Online, creando un Team di Lavoro con l’Agenzia o con il Cliente interessato (Personaggio Pubblico o Azienda) ottenendo risultati positivi in breve tempo e la soddisfazione di quest’ultimo.
Ogni criticità online è un caso a sé e necessita di una strategia personalizzata che saremo lieti di presentarvi condividendo la nostra Piattaforma Digital PR, i nostri Case History e i Piani Modulari di Intervento.

Vi confermiamo  fin da ora la ns massima disponibilità nel fornirvi ulteriori informazioni.

SOCIAL MEDIA PRESS AGENCY
Claudio Ancillotti
Ancillotti & Partners
Online Press Office
Padua / Lucca
Phone 348 7289513
webconsultingsmp.it

Roberto Fontani

Social Media Press
Padua / Lucca
Skype: roberto.fontani.smp
Phone 389 2470809
Instagram: smpress.it

Marketing Informatico: Aumenta i tuoi clienti e fidellizzali con Bot Facebook

Prima in Italia, Marketing Informatico lancia sul mercato web il progetto Bot Facebook: un risponditore automatico basato su Intelligenza Artificiale, per Facebook e Messenger, attivo h24, con lo scopo di trasformare i visitatori Social in clienti, aumentare l’engagement e fidelizzarli.
Facebook non dorme mai. Il social network per antonomasia è diventato una piazza virtuale in cui gli utenti non solo passano del tempo e si divertono, ma cercano informazioni, confrontano prezzi, scoprono nuovi servizi e molto altro ancora. E lo fanno a qualsiasi ora del giorno e della notte. Questo mondo sempre più interconnesso ha cambiato il commercio e l’economia per sempre.
Nasce così il progetto Bot Facebook visibile sul sito www.botfacebook.it, dall’osservazione della realtà: i clienti su Facebook non ti lasciano respirare, vogliono informazioni precise e le vogliono subito, in maniera sempre cortese. Bot Facebook è la soluzione software, basata su Intelligenza Artificiale, che soddisfa le esigenze degli imprenditori più moderni, che vogliono offrire ai loro clienti un customer service su Facebook sempre attivo e di qualità.
Perché scegliere la tecnologia Bot Facebook? Il primo motivo è la sicurezza di avere un servizio clienti attivo su Facebook 24 ore su 24, 7 giorni su 7, anche quando la tua azienda è chiusa o i dipendenti sono in ferie. Bot Facebook è sempre attivo, ma è anche programmabile in fasce temporali di attività o spegnimento. Per esempio, è possibile lasciarlo disattivo durante l’orario lavorativo e attivarlo automaticamente negli orari di chiusura.
Non c’è bisogno di lunghe spiegazioni per capire i grandi vantaggi di avere un risponditore automatico su Facebook Messenger: Bot Facebook è in grado di rispondere autonomamente in maniera rapida e precisa a domande anche complesse. Inoltre riesce a fornire in maniera istantanea informazioni quali orario di apertura, contatti, indirizzi e informazioni varie, usando molto meno tempo di quello che impiegherebbe l’utente stesso a navigare un sito o a cercarle su Google. Anche chattare con una pagina Facebook diventerà per gli utenti un’esperienza semplice e piacevole che aumenterà il loro livello di engagement nei confronti dell’azienda o del brand che hanno contattato. Inoltre è in grado di chiedere e registrare le mail dei clienti potenziali, inviare comunicazioni quotidianamente (o meno) a tutto il gruppo clienti potenziali o acquisiti, che entrano così in uno speciale database.
L’interazione automatica con il Bot Facebook assicura all’utente una risposta sempre cortese e gentile: il Bot non si arrabbia, non perde la pazienza e non risponde mai in malo modo, cose che invece possono succedere ad un interlocutore umano, specialmente in situazioni di stress o quando si trova a dover comunicare con un utente “difficile”. Infatti la circostanza in cui Bot Facebook è realmente in grado di fare la differenza rispetto ad un interlocutore umano è la gestione delle lamentele e dei possibili reclami.
Non è un’esagerazione affermare che Bot Facebook è intelligente, anzi: risponde a tono, non tollera gli insulti e le parolacce, ascolta sempre l’interlocutore e gli bastano pochi secondi per formulare una risposta pertinente, spesso anticipandone richieste e bisogni. Bot Facebook è talmente intelligente da capire da solo i suoi limiti, stabilendo quando ha bisogno di inoltrare la richiesta ricevuta ad un umano.
A cosa serve tutto ciò? È presto detto: a trasformare visitatori in acquirenti, a portarli da Facebook al nostro sito, alla nostra landing page, alla nostra azienda in senso fisico, a comunicare attivamente.
Bot Facebook è la novità tecnologica 2016/2017, fondato su Intelligenza Artificiale, che darà una svolta al modo di fare marketing e di rapportarsi con i clienti e con i possibili prospect. Le aziende sono sempre in movimento per stare al passo con le crescenti richieste dei consumatori e con le novità offerte dal settore IT. Con Bot Facebook di Marketing Informatico hai la possibilità di implementare un tool innovativo in grande anticipo rispetto alla concorrenza, facendoti trovare già pronto per il modo di fare marketing e customer care di domani.
Fonte: Bot Facebook

martedì 6 dicembre 2016

Giuseppe Massano amministratore della Massano srl “impresa di rete”

La MASSANO nasce nel 1978 con la storica ditta individuale Massano Giuseppe, iniziando la propria attività con ripristini stradali e infrastrutture e divenendo in breve tempo leader dei settori edile-stradale e telefonico. Negli anni la Massano, grazie all’ausilio di macchinari ed attrezzature all’avanguardia e alla collaborazione di personale altamente specializzate si afferma definitivamente nel settore delle telecomunicazioni, fino a essere nominata “impresa di rete” da Telecom Italia nel 2016. Oggi la Massano srl ha sede in Italia e in Brasile.

Giuseppe Massano, imprenditore e amministratore della Massano srl di Montanera, in provincia di Cuneo, fonda la ditta alla fine degli anni Settanta posizionandosi subito sul mercato grazie alla propria specializzazione in ripristini stradali e infrastrutture di telecomunicazione. In poco tempo la Massano riesce a conquistare sempre più larghe fasce di mercato e ad ottenere negli anni la fiducia dei propri clienti. Riconosciuti fiore all’occhiello della Massano sono l’utilizzo di macchinari e tecnologie di alto profilo e la collaborazione di personale tecnico ed operativo altamente specializzato.
A partire dai primi anni ‘90 si aggiungono realizzazioni di infrastrutture e posa di reti in fibra ottica e la Massano eredita con il tempo la committenza tipica dell’Area “Telecomunicazioni”, realizzando nell’ultimo triennio importanti reti di fibre ottiche, scavi e posa di cavi per reti telefoniche e affiancando tutte le lavorazioni tipiche sia dell’attività edile-stradale che infrastrutturale per settori differenti, nel pubblico e nel privato.
Il 2003 è l’anno di svolta perché Giuseppe Massano costituisce la Massano S.R.L a conferma del nuovo ramo di attività relativo all’impiantistica telefonica. Del 2016 la nomina di Telecom come propria “impresa di rete”.

Giuseppe Lasco Terna, sette nuove regole per la sicurezza dell'ambiente

Il Direttore della Divisione Corporate Affairs Giuseppe Lasco, nel dibattito sulle sette nuove regole per la sicurezza dell’ambiente, moderato dalla giornalista Federica de Sanctis, definisce la nuova strategia aziendale di Terna: “La nuova sfida che tutte le imprese dovranno affrontare nei prossimi anni sarà quella di trovare una sintesi tra la crescita economica e la salvaguardia dell’ambiente. Questa è una scelta obbligata perché rappresenta l’opportunità per poter essere competitivi a tutti i livelli, anche e soprattutto sotto l’aspetto economico. La tutela dell’ambiente e la promozione di uno sviluppo sostenibile sono parte integrante della strategia di Terna”.
Nel dibattito, moderato dalla giornalista Federica de Sanctis (Sky TG24), si sono alternati rappresentanti dell’azienda, leader nella trasmissione dell’energia elettrica, e del mondo delle Istituzioni.

Il Presidente di Terna, Catia Bastioli, ha aperto il confronto ribadendo l’esigenza di un “cambio di paradigma” – a livello mondiale – nelle strategie aziendali di produzione e consumo, di un nuovo modello culturale. La necessità è quella di un cambiamento verso un’economia circolare, attraverso la costruzione di ponti e la creazione di connessioni tra spetti fino ad oggi considerati separati o non compatibili, come la competitività aziendale e la salvaguardia dell’ambiente. Il Presidente Bastioli ha quindi rilevato come da tale esigenza discendano nuove opportunità di crescita nel contesto europeo, oltre che in quello nazionale, in cui Terna – da sempre sensibile all’argomento – si prepara a giocare un ruolo da protagonista.
Questo lo scenario in cui si inserisce la nuova strategia aziendale “Sicurezza integrata Ambiente e Lavoro”, basata su regole in grado di integrare i processi di gestione ambientale e di sicurezza sul lavoro. Come indicato dal Dott. Giuseppe Lasco (Capo Divisione Corporate Affairs di Terna), dall’individuazione dell’Ambiente come nuova risorsa per l’azienda, discendono tutte le “regole” che Terna intende seguire, tra le quali: la necessità di creare una governance ambientale integrata tra Sicurezza sul Lavoro e Sicurezza ambientale, attraverso l’individuazione di nuove figure cui affidare la gestione degli aspetti ambientali; la sensibilizzazione e la formazione del personale sulle tematiche di tutela dell’ambiente, oltre che l’integrazione nel Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) aziendale degli aspetti legati all’ambiente, così da garantire un’ottimale attività di prevenzione. Altro focus su cui Terna vuole concentrare il suo impegno riguarda l’aspetto della qualificazione ambientale nella gestione della filiera di fornitura, con l’impegno a selezionare le imprese più virtuose e rispettose dell’ambiente, inserendo tra i requisiti necessari per l’affidamento dei lavori, la certificazione ambientale.
L’Amministratore Delegato di Terna, Matteo Del Fante, ha quindi ribadito che “serve un nuovo patto tra tutti gli attori”, individuando nello Sviluppo Infrastrutturale e nella Difesa dell’Ambiente “le due gambe della crescita industriale del Paese”.
La giornata ha fornito ulteriori interessanti spunti di riflessione con il punto di vista delle Istituzioni.
In primis, il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha lodato l’iniziativa di Terna, spiegando che le regole che l’azienda ha adottato, dimostrano come l’azienda abbia compreso ”quanto il nodo sostenibilità sia strategico nell’attività produttiva e nell’immagine che riesce a dare di sé, chi opera sul mercato e si confronta con l’opinione pubblica“, aggiungendo poi che la classe imprenditoriale deve metabolizzare l’idea che ”essere sostenibili non solo è un dovere, ma anche un’opportunità di sviluppo“. Dato, questo, ribadito da un’indagine dell’Istituto Piepoli da cui è emerso che ben il 61% delle aziende intervistate giudica positivo per il proprio sviluppo un innalzamento degli standard ambientali da perseguire; dall’altro, che il 76% delle imprese valuta come una grande opportunità per lo sviluppo mettere l’ambiente al centro dell’economia.
L’On. Piero Fassino (Presidente dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani – ANCI) ha focalizzato la sua riflessione sulla necessità di un rilancio delle politiche di investimento/crescita, che siano però accompagnate da una forte interlocuzione con i cittadini, al fine di superare la diffidenza che spesso accompagna le azioni di sviluppo e utilizzando le potenzialità tecnologiche per innalzare al massimo i livelli di sicurezza.
Il Presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, ha segnalato, poi, la necessità di definire e disegnare un orizzonte verso cui muoversi in campo ambientale, rilevando come sia responsabilità del Governo – in prima istanza – fare delle scelte di politica ambientale per orientare gli investimenti delle aziende. Il Presidente Cogliati Dezza ha ricordato che ”c’è un’effervescenza nel Paese, in materia ambientale, che però spesso non arriva alla politica“ ed ha auspicato la creazione di ”tavoli di lavoro concreti“.
Sulla richiesta di concretezza è intervenuta poi l’On. Simona Bonafè (Membro della Commissione ENVI del Parlamento Europeo) che ha relazionato sulle molte attività messe in campo dalla Commissione. L’On. Bonafè ha rilevato come, oggi, crescita e sostenibilità non vadano di pari passo e la sfida da vincere è più che mai culturale e politica. Due i punti su cui concentrare le risorse: un utilizzo più efficiente delle materie prime e la riduzione della dipendenza energetica del Paese, oltre ad una parallela riduzione dei costi. L’On. Bonafè ha infine ribadito che “l’unica via d’uscita è imparare a collaborare tra europei” e che in questa prospettiva si stanno orientando le attività della Commissione.
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI