CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

martedì 31 marzo 2009

ForumAnimali.com: torna online

www.forumanimali.com
di nuovo online!


Cari amici,

abbiamo il piacere di comunicarvi che dopo diverso tempo le attività del nostro portale www.ForumAnimali.com sono finalmente riprese!

In questi mesi abbiamo sperimentato non poche difficoltà tecniche causa maltempo, e purtroppo molti dati sono andati perduti. Dopo un grande lavoro il portale è stato spostato, ricreato, si è rinnovato ed aspetta solo voi per riprendere appieno il suo fervore a vantaggio di animali, natura ed uomini.

ForumAnimali.com è nato 3 anni fa con l'obbiettivo di mettere in comunicazione gli amanti degli animali e della natura, esperti e meno esperti, affinché possano scambiarsi pareri, suggerimenti, emozioni e sopratutto diffondere la cultura ed il rispetto di animali ed ambiente.
Il portale si prefigge altresì di consentire a chi è alle prime "armi" con il proprio animale domestico, o con qualche problema, di poter chiedere aiuto sul forum a chi ha già avuto determinate esperienze.
Sul portale potete trovare anche tante informazioni sul mondo della natura e sulle varie specie animali raccolte nella nostra enciclopedia degli animali che speriamo di arricchire anche grazie al vostro contributo.

Lo staff di esperti e moderatori è interamente composto da volontari che dedicano il loro tempo ed energie per portare avanti questo entusiasmante progetto, centrato sul benessere degli animali e scambio di informazioni in un modo amichevole e civile adatto a tutti ragazzi e bambini compresi.

Alexandra Tudorache, (Sheba)
Amministratore di ForumAnimali.com
alexandra.tudorache (at) gmail.com


lunedì 30 marzo 2009

Test Jarez, vince Stoner

A posizionarsi in testa al test Jerez del Moto gp è stato l'australiano del team ducati Casey Stoner, che porta a casa anche il record della pista, uno straordinario 1' 39.179 a bordo della sua Desmosedici GP9. Questa vittoria gli vale un'altra auto (ne aveva vinto una anche l'anno scorso, nella stessa occasione), una BMW 135i edizione limitata (BMW Sauber F1 Team Edition).

Al secondo posto a bordo della sua Fiat Yamaha è arrivato il Campione del Mondo in carica, Valentino Rossi, che nonostante la vittoria di Stoner è apparso soddisfatto della performance ottenuta a Jerez de la Frontera.

Al terzo posto Loris Capirossi sulla sua Rizla Suzuki con Jorge Lorenzo e Chris Vermeulen in coda. Si è registrata una brutta caduta ai danni di James Toseland che ha perso il controllo della sua M1 all'altezza della curva 5, a 15 minuti dalla fine. Per fortuna nessuna grave conseguenza per lui.

http://www.tuttogratis.it/motori/motogp.html

Design italiano + tecnologia = le tende tecniche di Resstende

Il sole è un piacere, per viverlo a pieno ci sono i prodotti di Resstende: hight-tech e con design squisitamente italiano, come le tende tecniche Dallas e Comfort, il sistema avvolgibile Flex Ress, il nuovissimo tessuto Dream.

Perfetta sintesi fra cura dell'estetica e funzionalità, Dallas è costituita da un cassonetto circolare in alluminio, con guide cavo in acciaio inox oppure con guide in tondino, dello stesso materiale. Per queste tende per esterni, il reparto progettazione dell’azienda ha ideato un sistema di ancoraggio, che permette di schermare ampie superfici di vetro e facciate continue. Grazie al fissaggio in sospensione su tondini in acciaio inox, Dallas ha un'eccezionale tenuta al vento.

Il sistema Dallas è stato utilizzato in diversi progetti curati da importanti studi di internazionali e proprio per i professionisti del settore che vogliono sperimentare soluzioni innovative e “flexibili”, l'azienda di Agrate Brianza ha ideato Flex Ress, il sistema avvolgibile con staffa a fissaggio modulare in acciaio inox.
Questo prodotto ha nella duttilità il suo punto di forza: direttamente in cantiere, infatti, si può modificare la distanza del cavo dalla parete e variare la posizione delle piastre in base alle superfici di appoggio. Soffitti e pareti inclinate da ostacolo diventano uno stimolo per studiare combinazioni ad effetto, grazie anche al cilindro porta cavo può ruotare liberamente con gli apposti accessori. Adatto per interni e per esterni, il sistema è flessibile anche nelle diverse opzioni di movimentazione: ad argano oppure con dispositivi a motore.

Dalla massima flessibilità si passa alla massima funzionalità di Comfort, la tenda a catena che con un semplice tocco si avvolge silenziosamente. Questo prodotto si distingue per la dolcezza dello scorrimento e l’eccezionale praticità: senza smontare la tenda dal muro si può cambiare il lato di manovra.
Pensate per uso residenziale, dalle abitazioni private agli hotel, queste tende a rullo sono realizzate in due colori basic: il bianco e il nero. Per quanto riguarda i materiali, sono stati scelti tessuti tecnici, specifici per interni, filtranti oppure oscuranti in modo da garantire una schermatura ottimale della luce solare.

E in fatto di tessuti Resstende ha di recente lanciato Dream, oscurante al 98%, ignifugo e insonorizzante. Grazie alla elevata percentuale di riflessione dell'energia solare, Dream garantisce una buona schermatura, inoltre, appartiene alla classe di reazione al fuoco C1.
Disponibile in sette colori, blu, bianco, rosso, beige, verde, grigio chiaro e grigio scuro, questo tessuto aggiunge un inconfondibile tocco di stile alle tende per interni.

Per maggiori informazioni sui prodotti di Resstende, visita il sito http://www.resstende.com

Contatti:

Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: bonati@layoutweb.it
http://www.layoutweb.it

Intervista a J.F. Englert

Lo scrittore americano JF Englert ha rilasciato un'esclusiva intervista su Libri da leggere, blog di recensioni di libri e interviste agli scrittori.



L'intervista è stata condotta da Daniele Imperi, che negli anni passati aveva già intervistato Terry Brooks, Andrea Camilleri e Bernard Cornwell.



JF Englert è l'autore della serie dedicata a Randolph, il cane senziente che ama leggere Dante e risolvere misteri.



In Italia sono già usciti i primi due romanzi della serie: Elementare, Randolph (A Dog About Town) e Randolph, un cane molto diplomatico (A Dog Among Diplomats). In America sta per uscire il terzo volume, A Dog At Sea.



Nell'intervista veniamo a conoscere come Englert ha scritto le sue storie, a chi si è ispirato ed altre interessanti curiosità sul mondo particolare di Randolph.



Leggi l'intervista a JF Englert su Libri da leggere.

Extralamp per gli installatori: da oggi ridotto il ritiro di lampade esauste a 200kg

Extralamp news
Extralamp news

Negli ultimi mesi Ecolamp ha lavorato intensamente sul problema del ritiro delle lampade esauste giunte a fine vita.

Per rispondere al problema, Ecolamp ha fatto due cose: ha cercato di avere una risposta ed una soluzione sul piano delle norme esistenti, e purtroppo ha dovuto constatare che le norme esistenti non possono essere nemmeno interpretate in un senso favorevole alla rapida risoluzione del problema; e, accanto a questa azione, silenziosamente, è stato studiato “Extralamp”.

“Extralamp” è la risposta temporanea di Ecolamp al problema. Sarà infatti Ecolamp a ritirare, in forma gratuita e - da lunedì 30 marzo, dimezzando il limite per la raccolta . per quantitativi non inferiori ai 200 chilogrammi, le lampade esauste e a portarle agli impianti di trattamento. Lo faranno “a casa” degli installatori, che al momento dell’iscrizione dovranno indicare il loro magazzino, dove le hanno depositate. Si tratta di un’operazione straordinaria, che durerà sei mesi, dal 2 febbraio al 31 luglio prossimo.

Allegato trovate un file (formato pdf) che contiene un breve volantino illustrativo, ed un altro file (sempre in formato pdf) che contiene invece un posterino.


Links Correlati:
Leaflet Extralamp Poster Extralamp

Extralamp news

sabato 28 marzo 2009

Remedia: Hi-Tech & Ambiente: sfida per il futuro

Hi-Tech & Ambiente: una sfida per il futuro

Storia di un amore possibile: quando la tecnologia incontra l'ambiente
per salvaguardare il pianeta e sviluppare l'economia

Talk show

Milano 20 Aprile

Palazzo Mezzanotte ore 16.30-19.30

Piazza Affari, 6

L'Hi-tech protagonista nella sfida della sostenibilità: una sfida per il futuro Parte da questa ambiziosa affermazione l'evento "Hi-tech & Ambiente per l'economia sostenibile del futuro" promosso da ReMedia per il 20 aprile prossimo a Milano (info su www.consorzioremedia.it) che porterà grandi aziende, giornalisti, opinionisti e politici a confrontarsi sulla domanda chiave di questi tempi: può l'ambiente essere una leva per uscire dalla crisi e rilanciare l'economia?

Da tempo il settore dell'Hi-Tech sta sviluppando una sensibilità crescente e molto concreta verso la sostenibilità, sia come responsabilità ambientale di ciascuna impresa rispetto all'impatto delle proprie attività, sia come elemento di caratterizzazione di nuove soluzioni tecnologiche e nuovi prodotti.

Da un lato abbiamo nuovi telefonini, PC, schermi e prodotti elettronici che si affacciano al mercato con la caratteristica di consumare meno energia o essere realizzati in materiale riciclato; dall'altro, il grande sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche hanno reso possibili progetti di alta efficienza energetica. Infine, il riciclo dei prodotti tecnologici, una volta conclusa la loro vita utile e divenuti rifiuti, è oggi una realtà anche in Italia.

In occasione dell'evento, ReMedia presenterà il proprio Report di Sostenibilità, il 1° bilancio sul 1° anno di attività ReMedia e del Sistema RAEE in Italia, al cui interno una sezione curata dall'Istituto di Ricerca Ambiente Italia analizza i benefici ambientali derivanti da risparmio energetico e di emissioni di CO2 grazie al riciclo dei Rifiuti Tecnologici assicurato dal Consorzio.

Eco-design, Efficienza Energetica e Economia del Riciclo Eco-design, Efficienza Energetica e Economia del Riciclo: sono queste le tre chiavi di volta per un settore che punta a realizzare un sistema efficiente ed ecosostenibile attraverso tutto il ciclo di vita dei prodotti e dalle quali si svilupperà il dibattito nel corso del talk show, dal punto di vista del business, dei cittadini-consumatori e del mondo delle istituzioni.

Luca Mercalli, Presidente della Società Meteorologica Italiana e giornalista radiotelevisivo, condurrà il talk show, cui parteciperanno rappresentanti di importanti aziende del settore (Amedeo D'Angelo – Vice President Telecom Division Samsung Electronics Italia, Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato Microsoft Italia, Manuela Soffientini , Direttore Generale Consumer Lifestyle Philips Italia, insieme a Riccardo Pasini, Consigliere AIRES- Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati);

saranno presenti, inoltre, giornalisti ed esperti come Frieda Brioschi, Presidente Wikimedia Italia, Cristina Gabetti – Scrittrice ed autrice di "Occhio allo spreco", Striscia la Notizia, Guglielmo Pepe, Direttore National Geographic Italia.

Porteranno il proprio contributo anche rappresentanti del mondo politico-istituzionale: On. Maurizio Lupi, Vice Presidente della Camera dei Deputati, On. Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola, On. Lucio Stanca, già Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie.

Chiuderà i lavori, il collegamento con il Ministro Stefania Prestigiacomo, che due giorni dopo, il 22 aprile, aprirà a Siracusa i lavori del G8 Ambiente da lei presieduto.

Contributi speciali Il talk show si svilupperà a partire da una ricerca di Future Concept Lab - col suo Osservatorio sulle Tendenze del Consumo, della Distribuzione, della Comunicazione e dal MindStyles Program che studia gli scenari contemporanei - sugli indicatori di tendenza della domanda di prodotti "Green" nel mondo e del fenomeno "Green Hi-Tech", dagli USA all'Italia.

Il filmato "Consumi Verdi Teoria o Pratica?" realizzato appositamente per l'evento e curato da Cristina Gabetti - giornalista, scrittrice e autrice della rubrica "Occhio allo spreco" nella trasmissione televisiva "Striscia la notizia" - darà voce ai consumatori.



ReMedia:
un esempio concreto di impegno dell'industria nel riciclo dei Rifiuti Tecnologici
ReMedia riunisce oltre 1.000 soci tra le principali aziende nazionali e internazionali dell'Elettronica di Consumo, Elettrodomestici, Climatizzazione, Informatica e Telecomunicazioni, Giocattoli, Orologeria, Strumenti Musicali, settori che rappresentano un fatturato di 40 miliardi di euro, pari al 2,7% del PIL nazionale e che si avvalgono di oltre 230.000 addetti.

Attraverso ReMedia questi settori governano un tema fondamentale quale quello della gestione ambientalmente compatibile dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) e gestiscono in Italia 22.000 tonnellate di RAEE all'anno avviando al riciclo l''85% del volume dei RAEE trattati.

Nel 2008 13.000 le missioni di ritiro effettuate, per il riciclo di 21.376 tonnellate di RAEE derivanti dai nuclei domestici pari ad oltre un terzo dei rifiuti elettronici gestiti in Italia dai sistemi collettivi e corrispondenti a circa 3,5 milioni di apparecchiature elettroniche a fine vita: elettrodomestici, televisori, cellulari, computer, macchine fotografiche, climatizzatori, solo per citare alcuni oggetti nel multiforme e variegato mondo dei rifiuti elettrici ed elettronici.

Parliamo di prodotti che raccolti e avviati al corretto trattamento consentono, infatti, il recupero di vetro, ferro, alluminio, rame, plastica, per nuova produzione con risparmi quantificati in termini sia di energia sia di emissioni di CO2.

Questo settore del riciclo dei rifiuti tecnologici, dà lavoro a qualche centinaio di persone in Italia, tra dirette e indirette, e mette in modo circuiti virtuosi tra pubblica amministrazione e cittadini. Si parla di una nuova "industria" strategica con potenzialità di crescita e impatti economici ed ambientali.



Silvia Brunozzi
Hill & Knowlton Gaia
Via Nomentana, 257 00161 Roma (RM)
p: +39 06441640325
f: +39 064404604-0644265063
brunozzis(at)hkgaia.com
www.hillandknowltongaia.com/

VINTAGE ROOMS






















LE STORICHE BOUTIQUE APRONO LE PORTE DEI LORO ARCHIVIPER FAR SCOPRIPRE LE ORGINI DEL CENTRO STORICO UDINESE.UNA MISE EN PLACE DEDICATA AI PEZZI DI DESIGN DAL '900 FINO AI GIORNI NOSTRI.LIBRI, RIVISTE, SCARPE, BORSE, VALIGIE & OCCHIALI,
ABITI, CAPPELLI, LUCI, RADIO & TV.
STILE & TECNOLOGIA TRA IERI E OGGI.

2 - 3 - 4 A P R I L E 2 0 0 9

UDINE - CENTRO STORICOvia canciani
largo dei pecile
via dei rizzanivia mercatovecchiovia rialto
9:30 - 19:30
ingresso libero
vintagerooms@gmail.com


venerdì 27 marzo 2009

Sorin Group-Orange Business Services: sviluppo servizi Remote Monitoring per i pazienti portatori di device CRM

Sorin Group e Orange Business Services per lo sviluppo dei servizi di

Remote Monitoring per i pazienti portatori di device CRM

L'accordo prevede lo sviluppo di un sistema di monitoraggio per permettere ai medici il controllo a distanza dei dispositivi impiantati per la gestione del ritmo cardiaco (CRM)


Milano e Parigi, 27 Marzo 2009. Sorin Group, (Reuters Code: SORN.MI), un attore globale nelle tecnologie mediche e leader nel trattamento delle patologie cardiovascolari, e Orange Business Services, leader globale nell'integrazione delle soluzioni di comunicazione, annunciano oggi un accordo di collaborazione per sviluppare il servizio di Remote Monitoring per i pazienti impiantati con dispositivi per la gestione del ritmo cardiaco.

Questa nuova soluzione tecnologica si basa sulla capacità dei nuovi dispositivi impiantabili CRM di Sorin Group di inviare dati ad un sistema di monitoraggio situato a casa dei pazienti e nella gestione, grazie ai servizi di Orange Business Services, della trasmissione di tali dati al personale medico.

Il sistema di Remote Monitoring agevolerà la gestione del follow-up dei pazienti trasmettendo elettronicamente i dati del dispositivo impiantato al medico, direttamente dall'abitazione dei pazienti stessi. Grazie alla trasmissione di questi dati, i medici potranno individuare eventuali aritmie o una progressione della patologia cardiaca e rispondere tempestivamente con trattamenti terapeutici, migliorando quindi la qualità di vita dei pazienti e riducendo la necessità di ricoveri ospedalieri.

I pazienti con dispositivi CRM necessitano infatti di visite mediche regolari per il controllo del corretto funzionamento degli apparecchi e per verificare che siano erogate le terapie appropriate. L'introduzione di un sistema di Remote Monitoring, che fornisce al personale medico l'accesso completo ai dati registrati dal dispositivo mentre il paziente è a casa, rappresenta un'innovazione rivoluzionaria, soprattutto considerato il crescente numero di pazienti impiantati con dispositivi CRM e dei relativi follow-up necessari.

Gli algoritmi intelligenti di individuazione delle aritmie ed i dati diagnostici presenti nei pacemaker, defibrillatori e dispositivi per la resincronizzazione cardiaca di Sorin Group CRM, sviluppati grazie alla stretta collaborazione con esperti cardiologi, forniscono al medico informazioni specifiche relative al comportamento dei dispositivi ed allo stato clinico del paziente. Queste potenzialità diagnostiche possono consentire la trasmissione di messaggi di allarme al personale clinico che possano offrire ai pazienti la serenità, date dalla consapevolezza che le loro condizioni cardiache sono monitorate in remoto.

L'innovativo sistema di Remote Monitoring va ad arricchire e completare la tecnologia dei dispositivi cardiaci di Sorin Group, l'esperienza di Orange Healthcare nel settore del e-health, divisione di Orange dedicata a specifiche esigenze del mercato sanitario, e una serie di soluzioni innovative nella comunicazione di Orange Business Services, compresa la sua vasta esperienza nell'implementazione di grandi e complessi progetti di integrazione.

"La nostra strategia consiste nel lavorare insieme a partner che siano leader riconosciuti in altri settori. Siamo molto soddisfatti di aver siglato questo accordo di collaborazione con Orange Business Services, un operatore leader globale che fornisce servizi innovativi nella telecomunicazione su base mondiale. Questo accordo sottolinea l'impegno di Sorin Group nel continuo miglioramento degli standard di cura che offriamo ai pazienti ed ai medici", ha commentato Stefano Di Lullo, Presidente della Business Unit CRM di Sorin Group.

"Siamo molto lieti di collaborare con un'azienda leader nel settore dei dispositivi medici, al fine di migliorare l'efficienza della cura dei pazienti per i medici", ha commentato Thierry Zylberberg, Responsabile del Business della Health Line di Orange. "Le tecnologie mediche all'avanguardia e le soluzioni terapeutiche innovative di Sorin Group, combinate con la competenza nelle applicazioni e nella gestione di programmi per grandi e complessi progetti, porteranno a soluzioni per migliorare il livello della assistenza sanitaria."

A proposito di Sorin Group

Sorin Group (www.sorin.com), azienda di tecnologie mediche con presenza globale, è leader mondiale nel trattamento delle patologie cardiovascolari. Il Gruppo sviluppa, produce e commercializza tecnologie medicali per la cardiologia interventista e per il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco. Con 3.500 dipendenti nel mondo, il Gruppo è specializzato in tre aree terapeutiche principali: cardiopolmonare (circolazione extracorporea e sistemi di autotrasfusione), gestione del ritmo cardiaco (Cardiac Rhythm Management) e valvole cardiache (per la riparazione e la sostituzione). Ogni anno, oltre 1 milione di pazienti in più di 80 Paesi sono trattati con dispositivi Sorin Group.

Contatti:


Martine Konorski

Director, Corporate Communications

Sorin Group

Tel: +33 (0)1 46 01 33 78

Mobile: +33 (0)6 76 12 67 73

e-mail: martine.konorski@sorin.com


    Carla Vidra

    Investor Relations

    Sorin Group

    Tel: +39 02 69969716




A proposito di Orange

Orange è il brand principale di France Telecom, uno dei maggiori operatori di telecomunicazioni al mondo. Con 123 milioni di clienti, il brand Orange offre una copertura completa di Internet, Televisione e servizi di telefonia mobile nella maggior parte dei Paesi dove opera il Gruppo.

Alla fine del 2008, France Telecom ha avuto vendite consolidate per 53.5 miliardi di euro e un parco clienti di oltre 182 milioni in 20 Paesi, compresi i 122 milioni di clienti nei servizi di telefonia cellulare nel mondo e i 13 milioni di clienti per il servizio Internet veloce in Europa.

Orange è il terzo operatore al mondo di telefonia mobile, il primo provider di servizi Internet veloce in Europa, uno dei leader mondiali nella fornitura di servizi di telecomunicazione alle aziende multinazionali.

La strategia del Gruppo, fortemente votata all'innovazione, alla convergenza e all'effettivo mantenimento dei costi, punta al posizionamento di Orange come operatore integrato di riferimento per i nuovi servizi TLC in Europa.

Oggi il Gruppo continua a focalizzarsi sulle sue attività di base, come operatore di rete, ma lavora anche all'allargamento del suo posizionamento nelle nuove attività. Per raggiungere le aspettative dei clienti, il Gruppo si impegna a fornire prodotti e servizi che siano semplici e di facile utilizzo, mantenendo un modello di business sostenibile e responsabile, in grado di adattarsi ad un ecosistema in rapido cambiamento.



Orange Business Services Logoi Comunicazione

Claudia Agazzani Sara Porro

Modena Qui: nuovo quotidiano in edicola da domani


"Nasce Modena Qui,
nuovo quotidiano d'approfondimento locale"

"Poche pagine molte idee" è la filosofia alla base di Modena Qui, il nuovo quotidiano edito da Modena Capitale Media Group e diretto da Paolo Francia, che uscirà nelle edicole di Modena e Provincia a partire dal 28 marzo 2009


Otto pagine di cronaca locale, economia, politica, sport e attualità: queste sono le caratteristiche di Modena Qui, il nuovo quotidiano che punta esclusivamente alla qualità dell'informazione. Edito da Modena Capitale Media Group e realizzato sotto la supervisione del direttore Paolo Francia, Modena Qui sarà disponibile a partire dal 28 marzo 2009 in tutte le edicole di Modena e provincia. Il nuovo quotidiano fa parte di un'iniziativa editoriale più ampia che coinvolgerà anche Bologna, Reggio Emilia e la Romagna.

Modena Qui sceglie il formato 'a lenzuolo' su modello dell'Herald Tribune invece del più comune tabloid e punterà all'approfondimento tematico locale, offrendo una vasta panoramica su quello che accade a Modena e Provincia. Senza tralasciare flash dedicati alle principali notizie nazionali e internazionali.

La rubrica Money darà spazio alle notizie sulla Borsa, sulle quotazioni delle aziende modenesi, sull'andamento dell'economia locale e sulle attività delle Associazioni di categoria, delle Rappresentanze sindacali e degli Ordini professionali. Grazie alla rubrica Life si potranno segnare in agenda tutti gli appuntamenti più importanti di sport, salute, cultura e spettacoli, a Modena e provincia.

Notizie, numeri e lettere, ma anche inchieste, fatti e misfatti, con particolare attenzione al patrimonio storico-culturale della tradizione modenese: una nuova ricetta giornalistica per i lettori che amano l'immediatezza e vogliono conoscere la propria città "guardando oltre". Accanto al giornale stampato è possibile consultare l'edizione online: http://www.modenaqui.it.

Modena Qui sarà in edicola tutti i giorni tranne la domenica al costo di un euro.


Media Relations
Simona Artanidi
Cell. 339.1685505
Tel 051.58.70.750 - Fax 051.58.70.752
artanidi@moneypennyitalia.it

giovedì 26 marzo 2009

ROCCO TANICA a QUASI TG

TORNA LA "VERA" INFORMAZIONE SATIRICA E INDIPENDENTE

ROCCO TANICA "DIRIGE" LA NUOVA EDIZIONE DI QUASI TG

DAL 1° APRILE SU VODAFONE LIVE!, COMEDY CENTRAL(SKY 117), RADIO DEEJAY, METRO E TUTTOGRATIS.IT




Milano, 26 marzo 2009 – Un grande successo di pubblico: migliaia di utenti coinvolti su Vodafone live!, 20.000 spettatori medi giornalieri su Sky, oltre 200.000 download su iTunes (nella top 10 per oltre 6 mesi), 3.500 amici su MySpace e 400.000 views su YouTube.

Un ottimo riconoscimento di critica: Premio della Satira Politica di Forte dei Marmi per la sezione Satira Multimediale; doppia nomination ai Meffy Awards 2008 di Cannes.

Quasi TG torna dall'1 aprile 2009 offrendo 4 intensi minuti di informazione sui principali eventi di attualità, rivisti e interpretati in chiave comica e paradossale.

Al timone del notiziario più ironico e surreale del pianeta si conferma "il direttore dei direttori" Rocco Tanica supportato da una straordinaria squadra di inviati: Giorgio Verduci (presenza costante a Zelig, Zelig Off e Zelig Circus), Paolo Sesana (trasformista e voce nota di Radio 105), Nicola Stravalaci (già in tv con Buona la prima di Ale e Franz), Sara Valbusa (conduttrice di varie trasmissioni musicali su All Music e Vodafone Live!), Claudia Penoni (mattatrice delle ultime edizioni di Zelig), Deborah Mancini (teatro, fiction e radio con Love Bugs 3 e Spaesaggi con G.Albertazzi), Michelle Ferrari (pornostar e scrittrice) e Lucia Migliucci (in Piloti con Enrico Bertolino e Ormoni e Neuroni con Il Mago Forest).

Co-prodotto da Vodafone e YAM112003, in collaborazione con Comedy Central, Quasi TG conferma alla sua terza edizione il suo DNA multi-piattaforma con una distribuzione davvero "allargata"!

Quasi TG sarà infatti disponibile, dal lunedì al venerdì e il sabato con una puntata de "il meglio di", su:

> MOBILE con Vodafone live! con la prima messa in onda del programma a partire dalle ore 11.00, in formato PODCAST, MMS e SMS. Per ricevere il Quasi TG sul proprio cellulare basterà inviare un SMS gratuito al numero 482126 con scritto QUASITG
> TELEVISIONE con Comedy Central (Sky 117), alle ore 21.00
> RADIO con Radio Deejay, alle ore 21.00, con un'edizione speciale solo audio da tre minuti
> INTERNET con Tuttogratis.it, il portale che ospita il sito ufficiale www.quasitg.it
> FREE PRESS con Metro, nella pagina Lettere, con una striscia quotidiana di pillole inedite del Quasi Tg

Scritto da alcune delle migliori firme della comicità come Giovanni Tamborrino (Mai dire Gol, Striscia la notizia, Parla con Lei), Martino Clericetti (Quelli che il calcio, Le Iene, Coyote), David Lubrano (Striscia la Notizia, Paperissima, Camera Caffè), Paola Milazzo (Artù, X Factor, Isola dei famosi), e con i contributi video di Fabio Villoresi (Shake it, Sputnik, Geppi Hour, Mai dire…) Quasi TG è diretto da Andrea Fantonelli (Candid Camera Show, Mai dire…).

FederBio al Campus di Torino: dove va l'agricoltura

Dove va l'agricoltura?

FederBio alla Tavola Rotonda di apertura di Campus,

il Salone della Nuova Agricoltura di Torino

Durante la Tavola Rotonda di giovedì 26 marzo "Dove va l'agricoltura?" - che apre Campus – il Presidente di FederBio Paolo Carnemolla traccia il percorso che l'agricoltura biologica ha fatto e sta facendo, per dare un significativo contributo alla definizione del contesto nel quale nel nostro Paese l'agricoltura si troverà a operare nel prossimo futuro.

Il Biologico infatti crea prodotti in grado di soddisfare la sempre più crescente domanda di sicurezza alimentare, tutela ambientale, qualità organolettica e nutrizionale e dà quindi risposte concrete alle esigenze dei consumatori che pongono maggiore attenzione alla sostenibilità e al benessere e dunque al legame tra Cibo, Ambiente e Salute. Il consumatore "fidelizzato", nonostante la crisi e quindi con un occhio più attento al costo della spesa, non si dimostra disposto a smettere di acquistare Biologico.

"La risposta alla crescente e peculiare domanda del mercato - commenta Paolo Carnemolla - arriva proprio dal profilo dell'imprenditore agricolo delle Aziende Bio, che sarà trainante per il futuro dell'agricoltura italiana: il 65% degli imprenditori ha un'età inferiore ai 50 anni, un elevato livello di scolarizzazione (oltre la metà sono in possesso di diploma di scuola secondaria superiore e il 17% è laureato) e grande confidenza con i mezzi dell'innovazione tecnologica: oltre il 50% degli imprenditori biologici utilizza internet nell'attività quotidiana.

Silvia Pessini

silvia.pessini@ariescomunicazione.it

Aries Comunicazione

via Cantù 4 20052 Monza

Tel 039 2300003 - Fax 039 5293110

Ecquo: fonte pulita d’informazione

Nasce Ecquo, fonte pulita d'informazione


L'ambiente e la sostenibilità, online. Nasce con obiettivi ambiziosi Ecquo (www.ecquo.it) - neologismo che deriva dalla fusione di ecologico e equo - il nuovo canale "verde" di Quotidiano.net.

La questione ambientale emerge come uno dei temi di maggiore importanza di questi anni e nel tempo di crisi economica che stiamo vivendo l'ecologia si sta sempre più affermando come una opportunità anziché un vincolo. La crescita sostenibile è compatibile con la difesa dell'ambiente e fa bene all'economia. Ma servono strumenti perché quello che ci attende sia uno sviluppo mirato e consapevole: eticamente oltre che ecologicamente sostenibile. In questo senso è importante la diffusione dell'informazione ambientale, della finanza etica , del commercio equo e solidale e della tematiche collegate in generale alla sostenibilità. A questo risponde il progetto Ecquo che si articola sulla messa a disposizione dei lettori di una eco-informazione puntuale e aggiornata in tempo reale; di approfondimenti, interviste e notizie esclusive; di blog affidati a personalità dell'ambientalismo, della ricerca scientifica, dell'università, del giornalismo, della finanza etica con i quali potranno interagire i nostri lettori. Tra loro Gaetano Benedetto codirettore del Wwf, Alberto Fiorillo portavoce di Legambiente, Alessandro Farruggia di Quotidiano Nazionale, Peppe Ruggiero, coautore del premiato documentario sulle ecomafie "Biutiful Cauntry", Aldo Iacomelli dell'Università di Pisa, Franco Vivona ricercatore del Cnr.

Ecquo vuole essere uno spazio di informazione, discussione e elaborazione di tutte le tematiche relative alla sostenibilità economica, sociale ed ambientale. A questo scopo è stato predisposto un portale web che raccoglie quanto di meglio viene oggi messo a disposizione dal web 2.0 in termini di strumenti di discussione, informazione e aggiornamento. Ogni rubrica di approfondimento è realizzata in forma di blog e ogni contenuto fornito dagli esperti è aperto al commento e alle domande dei lettori. Oltre ai contributi originali degli estensori delle rubriche, il sito aggrega l'informazione proveniente dalle migliori fonti d'informazione "sostenibile" presenti in rete. Si tratta di oltre 40 fonti in forma di feed RSS che spaziano dalle agenzie regionali per la protezione ambientale (ARPA) all'Agenzia Europea dell'ambiente, dai siti delle associazioni di tutela dell'ambiente, ai migliori siti di divulgazione "verde", alle testate specializzate in finanza etica e commercio equo-solidale.

Il successo registrato nei primi giorni sta a dimostrare che esiste una domanda molto forte da parte dei lettori di informazione ambientale di qualità. Ecquo soddisfa questa richiesta e si propone al mercato pubblicitario come un interlocutore importante per la comunicazione, sempre più diffusa, dei valori di sostenibilità e rispetto dell'ambiente delle aziende. La raccolta pubblicitaria è affidata alla concessionaria Web System.

Cesare Navarotto

Business Development Manager

Monrif Net

via Enrico Mattei 106, Bologna

Tel: +39 051 6006692 Fax: +39 051 6006687

Cel: +39 334 6574046

cesare.navarotto@monrif.net

http://www.quotidiano.net/

Giove e “La civiltà dell’immagine”


L’ultimo episodio è di questi giorni. Abbiamo un Presidente del Consiglio Ferroviere, le foto ed i filmati reportage di praticamente tutti i “mass media lo ritraggono con un classico cappello da macchinista. Ma basta un cappello per farci diventare Caprotreno in un giorno? La civiltà dell’Immagine dice di si, la verità è una fotografia, ma essendo superficiale, dura pochissimo. Fa riflettere questo modo ormai diventtato routine di gestire le gravi problematiche, basta distrarsi, basta presentare una immagine e tutto è risolto, apparentemente. Fino alla prossima trovata pubblicitaria. Si, perché la civiltà dell’immagine è basata sulle apparenze, niente sostanza o profondità ma solo ricerca di apparenze. Come funziona l’apparato del culto dell’immagine? Come ci seducono questi venditori di fumo? Creando utopie. Infatti Giove Zeus era di Costituzione Sulfurica, una nuvola di Zolfo il Megacreatore di Utopie. Vediamone alcune. Giove, era capotreno nel mondo degli Dei greci, all’inizio dei tempi, quando regnava il Caos. La data della la data della prima Olimpiade (776 a.C.),..dice che questo era tanto tempo fa, come è adesso. Lo stato di confusione era totale, completo. Tutti comandavano tutto, senza un capo, senza ordine. L’anarchia era totale. In quei tempi i poeti raccontavano di amori clandestini e tradimenti matrimoniali, di frequenti voltafaccia politici e di promesse elettorali fasulle, come adesso. Vediamo quindi di conoscere come si è istaurato l’ordine cioè come è “cresciuto” il tumultuoso mondo degli Dei dell’antica Grecia. Il primo episodio importante è stato, in verità, alquanto violento: la castrazione del dio Crono operata da Titano, uno dei suoi figli. C’è da dire che non è stata una violenza inutile perché dal pene mozzato di Crono, gettato nel mare nacque Afrodite (Venere per i Romani) che è il simbolo dell’amore. L’evirazione di Crono (con la conseguente nascita dell’amore) testimonia quanto sia difficile (e doloroso) il primo momento, indispensabile, per la crescita dell’individuo. Infatti la possibilità di amare deve passare attraverso la “morte” del padre, il quale rappresenta la razionalità, l’egoismo e l’egocentrismo. A riprova di quanto sia difficile rinunciare all’egoismo ricordiamo che il dio Crono aveva l’abitudine di mangiare i suoi figli subito dopo che erano nati per evitare di essere da loro evirato. Ma andiamo avanti. Crono, logicamente prima dell’episodio del “taglione”, ebbe (da una certa Rea) un altro figlio: Zeus (Giove per i Romani). Ma Rea per evitare che Crono si mangiasse il piccolo Zeus lo allontanò da casa subito dopo la nascita, affidandolo alle cure di una capra. Anche questo episodio dimostra che la condizione necessaria affinchè un bambino “cresca” è che la madre (l’affettività) lo allontani dalla razionalità e dall’egoismo (il padre). Ma ritorniamo al piccolo Zeus, il quale crebbe nell’isola di Creta, ma non fu certamente un cretino, infatti capì che era sbagliato rimanere imprigionato nell’affettività femminile (materna) della capra che lo aveva allattato ed ebbe la forza, il coraggio, di liberarsene, pur non abbandonandola completamente. Infatti uccise la capra ma ne conservò la pelle, raggiungendo, come riporta la leggenda, l’immortalità, cioè raggiungendo il suo equilibrio psichico. Ricapitolando, la corretta crescita di un individuo scaturisce dal giusto equilibrio tra la razionalità del padre e l’affettività della madre, senza che si rimanga succubi o vittima dell’uno o dell’altra. Quindi Zeus, il primo personaggio che ha raggiunto tale traguardo, rappresenta la dimostrazione concreta di come deve crescere l’uomo, cioè ognuno di noi, è Dio, in quanto ha raggiunto la sua maturità. Zeus crebbe sano e forte e la mitologia infatti non ci riferisce di nessuna sua malattia. Ebbe molte donne, come tutti i sulfurici, e i frutti dei suoi amori, come ora vedremo, sono l’estrinsecazione di altrettanti momenti fondamentali nella crescita di un individuo. Da Eurinone, sua prima compagna, nacquero tre figlie: Eufrosine, che significa la gioia; Aglaia, che significa l’ornamento; e Tala, l’abbondanza. Esse sono l’esemplificazione di ciò che cerca di realizzare un sulfurico: una vita piena di piena di belle cose e vissuta con gioia. Ma per poter vivere ancora meglio è indispensabile non avere troppe preoccupazioni ed è necessario avere la possibilità di stare in armonia con gli altri. Per realizzare tale progetto Zeus materializzò altri due principi cardini della sua idea del vivere mettendo alla luce altre due figlie (da un’altra donna, tanto per non smentirsi): la prima figlia venne chiamata Temi, che significa “gli uomini si uniscano tra di loro”, l’altra venne chiamata Mnesomine, che significa “cessazione delle preoccupazioni”. Pertanto Zeus si formò una bella famigliola, estrinsecazione della mentalità di un Sulfurico, che è una persona equilibrata e vive tranquillamente con gli altri. Ma se la vita si limitasse solamente a poter vivere bene e tranquillamente sarebbe un po’ troppo limitata, fino a divenire misera. Zeus lo capì e mise al mondo un’altra figlia, Atena, la madre di tutte le arti: la filosofia, la pittura, la musica, la scultura, etc. E’ cosa curiosa sapere come nacque Atena. Un giorno Zeus ebbe un forte mal di testa, con la strana sensazione che qualcosa volesse uscire fuori. Chiamò allora suo figlio Efesto (Vulcano per i Romani), il dio dei fabbri, il quale senza tanti ripensamenti spaccò la testa al padre e con grande sorpresa di tutti fuoriuscì Atena (che in tal modo venne alla luce, o almeno così raccontò Zeus alla moglie). E’ questo un altro episodio importantissimo nella crescita di Zeus (cioè dell’uomo) che testimonia che non è sufficiente nella vita vivere bene e tranquilli ma è necessario avere la possibilità di poter creare (tramite le arti) dal momento che il creare, il sognare, è la vera peculiarità che distingue l’uomo dalla bestia. Ad ogni modo dopo l’accettata in testa Zeus non morì ma rinacque, a dimostrazione che le arti, seppure necessarie ed affascinanti, debbono sempre essere mediate dalla razionalità e dalla praticità, tipiche armi del sulfurico. Però Zeus fece lo sbaglio di credere troppo in sé stesso chiudendosi nel suo egocentrismo. L’estrinsecazione di tale fase è testimoniata, nel racconto mitologico, dalla nascita di un’altra relazione di Zeus che si innamorò di una dea di nome Io. In pratica Zeus cominciò a credere eccessivamente in sé stesso, chiudendosi nel suo egoismo. Per questo motivo Rea, la moglie di Zeus, trasformò la dea Io in vacca! Ed a ragione. Giove vuol dire sessualità, quindi erotismo, pornografia. Fra i capisaldi del presente — spesso imposti dalla mercificazione dell'immagine. ha un posto importante la pornografia, fatta dagli uomini per gli uomini, qindi fallica, ottenuta con il consenso, la collaborazione o lo sfruttamento, a seconda dei casi , della donna. E' ormai completamente fuori luogo parlare di morale. Certo alcuni professano una morale borghese, medievale o di falso moralismo, ma di fatto, la pornografia, per dirla con le parole dei moralisti "dilaga". Più che dilagare però è un fuoco sempre acceso una sessualità spesso malata od eternamente insoddisfatta questo sì, senza più alcun romanticismo (che bello il romanticismo direbbe un nostalgico!) Le tre nozioni diverse: sessualità, erotismo, pornografia appartengono a Giove in quanto ricerca del piacere edonistico, quindi erotismo, secondo la definizione di Georges Bataille nella trasgressione sessuale, nel sesso non ordinato ad alcun fine superiore ma fine e scopo a se stesso, e quindi trasgressione per definizione di ogni norma morale, di ogni ordine, di ogni sistema di valori. Niente di nuovo. Il culto di Pan, le orge bacchiche, vengono da molto lontano. Ma esistono adesso come in passato, di fatti il mondo è in una perenne crisi orgiastica, in un eterno altalenare, tra ingozzarsi di tutto e fasi di vomito e rigetto.. È in questo senso che lo stesso Bataille scrive che il Cristianesimo, che condanna sia la sessualità, che l'erotismo per il solo scopo di controllare le popolazioni e di farle sentire in colpa, si è opposto fin dal suo nascere a tutto ciò che di buono c'è nella vita creando "la religone della sofferenza dell'ascetismo e della rinuncia per antonomasia, e fa quindi parte del carattere Saturnino per antonomasia. La cosa più semplice che vedrebbe anche un bambino che è, come sempre, una questione di equilibrio tra le due cose, edonismo e razionalità. La ricerca edonistica di Giove è rivolta verso il piacere. Quella razionale di Saturno è il rifiuto e l’allonantamento della sofferenza. Quest’anno 2009 il rapporto Giove-Saturno è in una fase “quintile” che significa semplicemente”difficile”. Non sarà facile trovare un accordo. Ma peggio di tutto ed insopportabile da parte dei moralisti, è l'ansia saturnina di giudicare negativamente il comportamento degli altri, per non giudicare se stessi! Di fatto politica e giustizia lasciano agli uomini la libera scelta se usufruire o no della pornografia in privato, ammettendo parzialmente che ciò che è veramente "osceno" è voler sindacare o peggio ancora disporre della vita privata degli altri attraverso fumosi precetti, libri, maledizioni diktat o benedizioni che appartengono ad un lontanissimo passato. E' innaturale vivere nel passato, Possiamo solo vivere, al meglio, il nostro presente. Ognuno è in una certa misura libero di scegliere “l‘albero a cui appendersi”. od il libro su cui stendere la mano. È opportuno aggiungere, per completezza, che è assolutamente vero che la pornografia consumata in privato "non fa male a nessuno se non a chi la pratica", questo è l'assioma che ha permesso al fenomeno della ricerca del piacere edonistico di affermarsi come superiore a quello della rinuncia e della privazione.

Dream, un tessuto da sogno

Sette nuovi colori che aggiungono un tocco di stile alle tende per interni e agli ambienti. Per godere a pieno dell'estate alle porte, Resstende propone un tessuto oscurante, insonorizzante e ignifugo

E' nel segno del colore l'estate di Resstende che propone Dream, il nuovo tessuto per tende per interni disponibile in sette colori. Blu, bianco, rosso, beige, verde, grigio chiaro e grigio scuro: sono le tonalità che “vestono” con stile gli ambienti di lavoro e quelli domestici.

Con Dream l'azienda di Agrate Brianza crea un “sogno” di tessuto che è contemporaneamente oscurante al 98%, insonorizzante e ignifugo.

Oltre alla scelta del modello di tende, infatti, per garantire una buona protezione solare è molto importante la scelta del tessuto, perché contribuisce a regolare la temperatura e a incidere positivamente sui costi per la climatizzazione. Dream ha un'elevata percentuale di riflessione dell'energia solare, inoltre, appartiene alla classe di reazione al fuoco C1, un ulteriore ostacolo al propagarsi delle fiamme in caso di incendio.

Grazie a Resstende, che produce anche tende per esterni, tende tecniche, i raggi del sole sono un piacere, anzi un sogno chiamato Dream.

Per maggiori informazioni sui tessuti e gli altri prodotti di Resstende, visita il sito http://www.resstende.com


Contatti:

Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: bonati@layoutweb.it
http://www.layoutweb.it

Disponibile il software per la nuova Dichiarazione IRAP 2009



GBsoftware srl, ha rilasciato il software per la redazione della Dichiarazione IRAP2009, da presentare entro il 30/09/2009, in via autonoma, da: persone fisiche, società di persone, società di capitali, enti non commerciali, amministrazioni pubbliche ed enti locali.

Di particolare rilievo la semplicità e l’immediatezza nell’ utilizzo della procedura. Come per tutti i dichiarativi della linea Gbsoftware, la procedura lavora direttamente sui modelli ministeriali. Esiste pertanto una facilita’ di utilizzo che la rende unica, tra i software presenti sul mercato.

La procedura viene distribuita sia nella versione integrata alla contabilita’ che con imputazione libera. E’ previsto il riporto dei dati dalla dichiarazione dell’anno precedente.

Molteplici prospetti di dettaglio supportano l’utente nella compilazione e ne controllano la corretta immissione dei dati.

La procedura e’ completa della produzione del file telematico da inviare all’Agenzia delle Entrate che puo’ avvenire sia per singola ditta che per piu’ ditte in un unico file.

La disponibilità è immediata e registrandosi al sito

www.gbsoftware.it/Unico_Dichiarazione_Redditi/Dichiarazione_IRAP_software.asp

E' possibile scaricarla subito e provarla gratuitamente, senza impegno per 15 giorni, durante i quali è prevista la possibilita’ di usufruire dell’ assistenza on-line, telefonica, per fax, per mail e anche in teleassistenza.


Scopri tutti i punti di forza dell'applicazione sul nostro video dimostrativo: www.gbsoftware.it/Video/IRAP 2009/Video_Dichiarazione_IRAP_software.asp


Maggiori informazioni su http://www.gbsoftware.it/
GBsoftware Srl

http://www.blogger.com/info@gbsoftware.it

UNESCO: patrimonio dell'umanita'

Sabato 4 aprile prossimo alle ore 10.30, nella sala consiliare di palazzo santa Chiara di San Marco Argentano, antica ed importante cittadina del cosentino, sede della diocesi di San Marco Argentano-Scalea, si terrà un convegno sul tema UNESCO: PATRIMONIO DELL'UMANITA'.

Interverranno all'iniziativa, moderata dallo scrivente, Pinotto Mollo, sindaco della città; Virginia Mariotti, assessore comunale alla cultura; Enrico Marchianò, presidente Club UNESCO Cosenza; Rita Fiordalisi, Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza; Adele Bonofiglio, Soprintendenza BAP della Calabria; Nella Mari, Soprintendenza BSAE della Calabria; Adriano Ritacco, referente Comitato promotore Club UNESCO San Marco Argentano; Giulio Serra, consigliere regionale.

Concluderà i lavori mons. Domenico Crusco, vescovo della diocesi di San Marco Argentano-Scalea.

Nel corso della manifestazione sarà presentata l'istituenda sede Club UNESCO San Marco Argentano.

Grande è l'attesa nella cittadina normanna per un evento storico che coinvolgerà istituzioni, enti, scuole, famiglie ed associazioni.

Infatti, sono previste alcune iniziative collaterali di notevole impatto: ragazzi che frequentano le scuole elementari sventoleranno mille palloncini che voleranno poi nel cielo; saranno predisposti striscioni; locandine; inviti. La sala consiliare riceverà gli ospiti, che saranno accolti da alcune hostess, in un'atmosfera cordiale ma solenne.

Adriano Ritacco, referente del Comitato promotore Club UNESCO San Marco Argentano, non nasconde la sua soddisfazione per un'iniziativa di così alto livello e anche per le finalità che l'UNESCO si prefigge e che, come vuole ricordare l'attivo referente sammarchese, constano nel <<contribuire alla pace e alla sicurezza, promuovendo la collaborazione tra le Nazioni, attraverso l'educazione, la scienza, la cultura e la comunicazione, onde garantire il rispetto universale della giustizia, della legge, dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali che la Carta delle Nazioni Unite riconosce a tutti i popoli, senza distinzione di razza, sesso, lingua o religione>>.

San Marco Argentano, 24 marzo 2009


----------
SILVIO RUBENS VIVONE <svivone@tiscali.it>


mercoledì 25 marzo 2009

MIGRANTA Auditorium "Ennio Morricone" 27 marzo




MIGRANTA è un evento di musica contemporanea, ad ingresso libero, nell'auditorium di Tor Vergata, con musicisti, compositori, un soprano, una pittrice ed uno scrittore.


VENERDI' 27 MARZO 2009

Auditorium "Ennio Morricone"

Università di Tor Vergata Facoltà di Lettere
Via Columbia, 1 ROMA
Ingresso libero


Associazione Culturale Atmosphere
presenta

MIGRANTA

Festival di linguaggi ed espressioni contemporanee


Migranta è un festival di linguaggi ed espressioni contemporanee, è un viaggio a tappe, è un progetto che parte all'Auditorium dell'Università "Tor Vergata" il prossimo 27 marzo, con il supporto tecnico del "Master in Ingegneria del suono" e la regia del suono di Massimiliano Todisco e Massimo Carota. In una giornata, saranno proposte numerose prime esecuzioni assolute in una dimensione di confronto fra i vari linguaggi compositivi ed espressivi delle varie realtà nazionali, ponendo massima attenzione a ricerca e sperimentazione.
Dalle ore 16:00, per "NUOVE FORME POSSIBILI", si esibiranno, su composizioni originali di Giovanni Costantini, Daniele Di Maggio, Giorgio Colombo Taccani, Clara Lombardi
 Barry Cockcroft e Christian Lauba, in world premiere: Marco Colonna (clarinetto contrabbasso), Fabio Angelo Colajanni (flauto) e Francesco Ciocca (sassofono alto, tenore e baritono).
Seguirà alle 17:30 "RADICI CAVE", concerto a seguito di un laboratorio sull'improvvisazione gestuale per ensemble effettuato dagli allievi dell'Istituto Musicale Comunale di Viterbo. Un direttore, attraverso la conduzione costruirà un percorso di suoni legati indissolubilmente al gesto e all'improvvisazione. Durante la seconda parte del concerto, è prevista la proiezione su maxi schermo dell'azione artistica della pittrice Jessica Pintaldi, che comporrà una sua opera sulle suggestioni di Radici cave.
La giornata si concluderà alle 19:00 con il progetto "VISIONI" Viaggio all'origine sacra del Bene e del Male *opera lirica contemporanea. L'opera, composta da Marco Colonna e supportata dal libretto di Andrea Pomella (secondo classificato al Premio Letterario Antonio Gramsci con "Il soldato bianco") canta il divino e l'umano, la storia e la mitologia, il sacro e il reale. In nove quadri si attraversa il Ruanda il Kurdistan e Mosca, passando per Los Angeles, Cnosso e Parigi. Alla voce del soprano Monica Colonna il compito di farci viaggiare tra visioni, suggestioni e reazioni in contrasto tra il bene e il male.

--
Benedetta Boggio <benedetta.bo@gmail.com>
369gradi centro diffusione cultura contemporanea
mob. +39 3332062996
Viale dei Quattro Venti 247
00152 Roma

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *