CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

sabato 18 novembre 2017

Domani si celebra il wc. SEBACH PER IL WORLD TOILET DAY




SEBACH PER IL WORLD TOILET DAY

 L'azienda in prima linea in India

In occasione del World Toilet Day, domenica 19 novembre, Sebach si schiera in prima linea per la sensibilizzazione sul problema. Questa ricorrenza nasce per mobilitare le menti di tutto il mondo sul mancato accesso ai servizi igienici che, differentemente da quanto si pensi, è ancora oggi molto diffuso e coinvolge più di 2 miliardi di persone. Durante il World Toilet Day, Sebach si attiverà su web e social per sensibilizzare le persone su questo tema che, con sé, porta problematiche di non poco conto come malattie, scarsa igiene, degrado, ecc. 

L'India è uno dei paesi dove l'emergenza bagni è maggiore, mancano fognature e di conseguenza servizi igienici in moltissime aree del paese, sia rurali che urbane e sub urbane. Sebach India nasce nel 2013 proprio a fronte di questa importante necessità che la nostra realtà ha saputo individuare e sviluppare con l'obiettivo di portare servizi igienici a tutti, anche dove la rete fognaria non arriva. Un esempio è il progetto che l'azienda sta portando avanti per New Delhi. Il DUSIB (Delhi Urban Shelter Improvement Board) ha intenzione di mettere a disposizione degli slum, le baraccopoli della città dove vivono centinaia di migliaia di persone, dei bagni mobili in modo da garantire maggiore igiene e salubrità. A tal proposito, Sebach India ha da qualche tempo dato vita ad un progetto per garantire circa 500 bagni mobili in alcune zone di Delhi. Il progetto sta raccogliendo il consenso del Dipartimento Governativo che lo gestisce, ma soprattutto della popolazione locale. 

Educare la popolazione indiana all'utilizzo di bagni chimici, in sostituzione di un sistema fognario inesistente, può portare numerosi vantaggi al paese e cambiare completamente lo stile di vita dei suoi abitanti. Il problema è talmente sentito nel paese asiatico che Bollywood, una delle aziende cinematografiche più produttive al mondo, ha deciso di farci un film dal titolo "Toilet: una storia d'amore", sperando che possa essere d'aiuto per sensibilizzare il paese e portarlo ad un cambiamento che sarebbe epocale. Protagonisti di questo film, un cult della cinematografia indiana, anche i bagni Sebach che diventano strumento chiave per il buon esito di una proposta di matrimonio. La sposa dirà "sì" solo se lo sposo le garantirà un wc sotto il futuro tetto coniugale.





--
www.CorrieredelWeb.it

Ricerca Epson: perché gli italiani hanno pochi figli?


Perché gli italiani non hanno famiglie numerose?
Uno dei motivi è l'impegno gravoso della gestione dei figli

Sempre impegnati, i genitori sentono il peso delle problematiche legate
alla gestione dei figli, tanto da rinunciare ad averne altri.

Cinisello Balsamo, 18  novembre 2017 - La gestione dei figli influisce direttamente sul rapporto di coppia per il 64% dei genitori: è quanto emerge da una recente ricerca condotta da Coleman Parkes su un campione di 1.000 genitori italiani con ragazzi di età inferiore a 18 anni.

Avere dei figli è un'esperienza unica, che comporta però impegno e sacrifici in relazione alla loro gestione, che si tratti della scuola, delle eventuali attività extrascolastiche o della necessità di curarli e assisterli quando sono ammalati. Secondo lo studio, che è stato condotto su 5.000 genitori europei e viene pubblicato da Epson per promuovere la nuova gamma di stampanti EcoTank (https://www.epson.it/for-home/ecotank), gli italiani dedicano in media 10,5 ore alla settimana (546 ore all'anno) per la gestione dei propri figli.

Le difficoltà a essa legate generano spesso incomprensioni in famiglia, tant'è che un terzo dei genitori italiani (34%) le considera uno dei principali motivi che li ha portati a scegliere di non avere altri figli. Il perché è chiaro: più della metà (51%) degli intervistati afferma che la loro gestione è uno dei principali motivi di discussione con il partner, mentre il 64% (pari a 3/5 del campione) ritiene che influisca negativamente sul proprio rapporto di coppia. Sempre in base ai dati raccolti, il problema sembra nascere da una suddivisione non equa dei compiti: il 71% dei genitori italiani intervistati, infatti, ritiene di fare di più nella gestione dei figli rispetto al partner.

Un altro motivo di frustrazione è dato dal carico di lavoro in sé: il 41% si dichiara disorientato in relazione ai compiti scolastici dei figli, attività che occupa circa la metà del tempo. A tale proposito, il 64% degli intervistati afferma di dedicare più tempo alla gestione dei ragazzi che ai momenti di svago con loro.

"Tra attività sportive, visite mediche e compiti, le famiglie italiane dedicano molto tempo alla gestione dei figli e non c'è quindi da sorprendersi che questo sia un motivo di discussione tra i genitori. Il fatto che si passi più tempo a gestire tutte le attività legate ai ragazzi anziché divertirsi con loro è davvero paradossale", ha dichiarato Renato Salvò, Business Manager Consumer Products di Epson Italia. "A volte anche la necessità di stampare compiti o ricerche è uno dei compiti compresi in questa gestione. Qui Epson può dare un aiuto con le stampanti Epson EcoTank, le quali non utilizzano cartucce e facilitano così il lavoro dei genitori, per un'esperienza davvero agevole e senza stress. Le stampanti EcoTank vengono fornite con un quantitativo di inchiostro sufficiente per tre anni. È così possibile stampare senza preoccuparsi dei costi o di rimanere senza uno o più colori. Dal momento che i serbatoi ricaricabili hanno preso il posto delle cartucce, non si perde più tempo per sostituirle. Quando l'inchiostro si esaurisce, basta riempire il serbatoio corrispondente con un nuovo flacone, che costa meno di 10 euro e assicura altre migliaia di copie."

Gruppo Epson
Epson è leader mondiale nell'innovazione con soluzioni pensate per connettere persone, cose e informazioni con tecnologie proprietarie che garantiscono efficienza, affidabilità e precisione. Con una gamma di prodotti che comprende stampanti inkjet, sistemi di stampa digitale, videoproiettori 3LCD, così come robot industriali, visori e sensori, Epson ha come obiettivo primario promuovere l'innovazione e superare le aspettative dei clienti in settori, quali stampa inkjet, comunicazione visiva, tecnologia indossabile e robotica.

Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 80.000 dipendenti in 86 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.

Epson Europe
Epson Europe B.V., con sede ad Amsterdam, è il quartier generale regionale del Gruppo per Europa, Medio Oriente, Russia e Africa. Con una forza lavoro di 1.750 dipendenti, le vendite di Epson Europa, per l'anno fiscale 2016, hanno raggiunto i 1.668 milioni di euro. 

Epson Italia
Epson Italia - Epson Italia, sales company nazionale, per l'anno fiscale 2016 ha registrato un fatturato di oltre 221 milioni di Euro e impiega circa 190 persone. 

 








Per non ricevere più i nostri comunicati, seguire il link




--
www.CorrieredelWeb.it

Cultura. Effettofestival 3. L'impatto di comunicazione dei festival di approfondimento culturale. Il caso Pistoia - Dialoghi sull'uomo 2017 (Milano, 18 novembre 2017)

I festival culturali fanno bene alle città che li ospitano. 
Non è più solo un'intuizione o una supposizione: ora lo dimostrano i risultati della ricerca Effettofestival 3. L'impatto di comunicazione dei festival di approfondimento culturale. Il caso Pistoia – Dialoghi sull'uomo 2017 realizzata dal prof. Guido Guerzoni dell'Università Bocconi di Milano per la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
È la prima volta che in Italia viene realizzata un'indagine per valutare il valore economico della ricaduta comunicazionale di un evento culturale. 
Guido Guerzoni ha utilizzato metodologie innovative, già sperimentate all'estero ma mai nel nostro paese, che permettono ai finanziatori pubblici e privati degli eventi culturali di comprendere a pieno il posizionamento reputazionale e il valore economico della copertura mediatica dei festival, così come l'impatto positivo che questa ha sulla promozione turistica del territorio che li ospita.
Guerzoni ha preso in esame in particolare l'VIII edizione del festival Pistoia – Dialoghi sull'uomo, ideato e diretto da Giulia Cogoli, promosso da Fondazione Caript e dal Comune di Pistoia. 
Cifre e numeri attestano che i benefici per il territorio pistoiese sono stati 4-5 volte più elevati del costo di produzione del festival. Pistoia è stata menzionata, con un consistente numero di immagini della città, nel 90% degli articoli o servizi radiotelevisivi usciti sulla manifestazione, dimostrando come Pistoia nel suo anno da Capitale Italiana della Cultura, abbia saputo con i Dialoghi sull'uomo, egregiamente valorizzarsi.
La ricerca è stata presentata, sabato 18 novembre 2017, a Palazzo Mezzanotte, in occasione del convegno Investire in titoli, nell'ambito di Bookcity Milano.






--
www.CorrieredelWeb.it

Mancano pochi giorni al 17^ FORUM RETAIL

 
Milano, 30 novembre e 1 dicembre

LA DICIASSETTESIMA EDIZIONE DI FORUM RETAIL E' AI BLOCCHI DI PARTENZA
Innovazione – Interazione  Ispirazione


Milano, novembre 2017  Mancano meno di 15 giorni alla diciassettesima edizione di Forum Retail, la manifestazione ideata e organizzata da IKN Italy che è diventata l'evento di riferimento del settore, in virtù della completezza e dell'approfondimento dei contenuti, dell'alto livello degli Speaker e dei visitatori. Le passate edizioni hanno registrato numeri da record: oltre 900 Speakerhanno lasciato la loro prestigiosa testimonianza, 580 Sponsor hanno creduto nell'evento e più di 12.000partecipanti hanno preso parte alla manifestazione.
Forum Retail è l'occasione per condividere i trend, le innovazioni tecnologiche e i nuovi servizi che consentono alle Aziende Retail di crescere e di espandere il proprio business. La conoscenza del mercato di riferimento non è sufficiente all'evoluzione dell'azienda: è, infatti, necessario per tutte le realtà uscire dagli schemi e creare nuove tipologie di business model per vincere le sfide dei mercati.

L'edizione 2017, che totalizzerà 130 Relatori e circa 500 Retailer partecipanti, si focalizzerà su tre temi fondamentali: innovazione, interazione e ispirazione. L'appuntamento sarà strategico per indirizzare e supportare l'evoluzione del settore Retail, affiancando le aziende nel cambiamento; comprendere in quali settori l'innovazione ha maggior bisogno di impulso e di soluzioni concrete e affidabili per affrontarla; investire dove c'è una reale e documentata domanda di settore (Retail, Gdo & Fashion); capire come instaurare, mantenere e sviluppare relazioni proficue con C-Level e decision maker aziendali.

Numerosi i Top Speaker che si confronteranno davanti alla platea:

Marco BordoliAD Crai Secom
Mauro Carbonetti, AD Magazzini Gabrielli
Nicola CattarossiManaging Director Southern Europe Groupon
Salvatore Cobuzio, CEO & Founder Martha's Cottage
Gianluca Cocco, CEO Foodora Italia
Paola Corna Pellegrini, CEO Allianz Worldwide Partners
Isabella De Felice, Art Director & CEO IF Bags
Marco Della Piana, Country General Manager Tally Weijl
Paolo Denti, AD Thun
Vincenzo Ferrieri, CEO CioccolatIaliani
Mario Gasbarrino, AD Unes
Olga IarussiAD Sud Europa Triumph International
Filippo La Mantia, Chef Oste e Cuoco
Alessandro Lazzaroni, CEO Domino's Pizza
Andrea Lorini, CEO ChiaraFerragni.com e Chiara Ferragni Collection
Filippo Maffioli, AD Promos
Marco MagnocavalloCEO and co-Founder Tannico
Eugenio Morselli, CEO Vicini-Giuseppe Zanotti
Emna NeifarCountry General Manager Bio C'Bon
Alfredo OrobioFounder & CEO Awaytomars
Fabio PampaniCEO Leading Luxury Group (Limoni e La Gardenia)
Antonio Perini, CEO Milkman
Luca PeiranoCEO Elite-Borsa Italiana
Massimo Petrella, Presidente e CEO Tailoradio
Michele Pittureri, General Manager Europe South Alpargatas (Havaianas)
Piero Poccianti, Vice Presidente Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale
Marco Porcaro, CEO Cortilia
Matteo Sarzana, General Manager Italy Deliveroo
Jacopo Sebastio, co-Founder & CEO Velasca
Massimo Temporelli, Presidente TheFabLab
Roberto ValvoAD Tiger Italy 2


Inoltre, in occasione di Forum Retail 2017 i partecipantipotranno scoprire i risultati dell'indagine esclusiva a cura di Altroconsumo e Osservatorio QVC di QVC Italia sul tema "La parola ai consumatori: come le nuove tecnologie e gli acquisti a distanza stanno cambiando la customer experience". L'indagine ha preso in considerazione i punti di vista dei Clienti e dei Retailer e ha dato risposte a domane d'attualità come:
➢ Quali canali condizionano la scelta d'acquisto: recensioni online o passaparola, abitudini di consumo o testimonial mediatico?
➢ Quali caratteristiche deve avere il customer journeyper soddisfare il "consumatore liquido moderno?"
➢ Sconto o servizio personalizzato: a cosa il cliente non è disposto a rinunciare?

Il programma completo è consultabile sul sito ufficiale dell'evento: www.forumretail.com   #forumretail
Company Profile

Istituto Internazionale di Ricerca, alla vigilia del suo 30° compleanno, diventa IKN Italy– Institute of Knowledge & Networking per rispecchiare le trasformazioni del business e guidare il cliente verso l'innovazione.

IKN Italy è l'acronimo di:

Institute: realtà riconosciuta nel mondo della Formazione e del Content Networking. Competenza ed eccellenza dimostrate negli anni per le seguenti aree di business: Farmaceutico, Sanitario, Energy & Utilities, Assicurativo, Retail & GDO, Bancario, Logistico, FoodSviliuppo e Amministrazione del personale, Industrial, Information Technology, Legale e Fiscale, Marketing e Vendite , Project Management e Amministrazione. Questo ha permesso all'Azienda di creare le proprie communities, luoghi fisici e virtuali che racchiudono contenuti esclusivi condivisi da figure dello stesso settore. 
Knowledge: punto di raccolta dei dinamici bisogni dei clienti che vengono soddisfatte attraverso una continua ricerca e analisi del mercato per offrire temi e programmi sempre up-to-date e innovativi, e attraverso una Faculty di esperti in grado di portare un sapere unico e internazionale. Questo permette alle aziende clienti di restare aggiornate e informate su tutte le trasformazioni del proprio settore. Attraverso canali tradizionali, digital e social l'Azienda da la possibilità di condividere conoscenze, esperienze aziendali, best practice e innovazioni.          
Networking: teatro esclusivo di incontro che mette in contatto i professionisti. La creazione di communitiesspecializzate consente di  costruire una fitta rete di relazioni e interazioni tra tutti gli esponenti del settore, attraverso grandi appuntamenti in cui confrontarsi con partner, colleghi e protagonisti di spicco. L'azienda studia e sviluppa continuamente nuovi formati per i propri eventi che favoriscano il networking per le aziende partecipanti creando e implementando numerose occasioni di business.




L'Azienda è certificata UNI EN ISO 9001 : 2008 e qualificata per la presentazione di piani formativi a organi istituzionali e fondi interprofessionali che si occupano delle richieste di finanziamento e della gestione dei processi burocratici



--

venerdì 17 novembre 2017

Kellogg e Croce Rossa: colazione gratuita ogni giorno a scuola per ancora più bambini grazie ai Breakfast Club

Risultati immagini per Kellogg e Croce Rossa: colazione gratuita ogni giorno a scuola per ancora più bambini grazie ai Breakfast Club
COLAZIONE GRATUITA OGNI GIORNO A SCUOLA PER ANCORA PIU' BAMBINI GRAZIE AI BREAKFAST CLUB. 

Secondo una ricerca promossa da Kellogg, il 36% delle famiglie italiane dichiara di non potersi permettere dal punto di vista economico il tipo di alimentazione equilibrata che vorrebbe. 

Con l'apertura di due nuovi Breakfast Club, a Torino e a Casal di Principe, in aggiunta a quello di Milano, si amplia il progetto Kellogg e Croce Rossa per aiutare i bambini che arrivano a scuola senza aver fatto colazione. 

 La colazione a scuola diventa così veicolo non solo di educazione alimentare, ma anche di divertimento e integrazione tra i bambini delle elementari coinvolte

Milano, 17 novembre 2017 – Kellogg intensifica l'impegno verso le famiglie indigenti e, grazie alla consolidata collaborazione con Croce Rossa, apre due nuovi Breakfast Club a Torino e a Casal di Principe (Caserta), in aggiunta a quello già esistente di Milano. Con questa iniziativa, volta a offrire la colazione a quei bambini che non possono averla a casa, Kellogg allarga a livello nazionale un servizio unico e coinvolgente per aiutare i bambini in difficoltà, e al tempo stesso promuovere le basi di una corretta conoscenza alimentare a partire dalla prima colazione.

Il primo Breakfast Club è stato avviato con un progetto pilota a inizio 2017 a Milano, in una scuola elementare nella periferia sud est della città. Un servizio gestito dai volontari di Croce Rossa, che ha visto la partecipazione di circa 50 bambini, che hanno avuto la possibilità di assumere ogni mattina una colazione varia ed equilibrata. E non solo: anche un'occasione per parlare e confrontarsi sull'importanza della prima colazione, di quali gruppi di cibi non dovrebbero mai mancare (carboidrati, frutta, fonti di proteine) per acquisire maggiore consapevolezza su cosa mangiare e come non sprecare il cibo e anche per favorire una maggiore integrazione tra i bambini coinvolti, provenienti da diversi paesi e culture.

Lo stesso modello verrà applicato nel Breakfast Club di Torino, che coinvolgerà circa 50 alunni, e a Casal di Principe, dove i bambini partecipanti saranno 80. Circa 180 piccoli alunni, oltre a cominciare in modo nutrizionalmente corretto la giornata, potranno quindi vivere un'esperienza già consolidata, grazie all'impegno Kellogg, in altri paesi in tutto il mondo.

"Da sempre svolgiamo ricerche per capire meglio le necessità dei mercati in cui operiamo e sul tema delle difficoltà economiche legate all'alimentazione vediamo un trend persistente negli ultimi anni, basti pensare che in Italia ci sono tanti bambini che riescono ad avere un solo pasto garantito al giorno, quello nella mensa scolastica – dichiara Sara Faravelli, Corporate Communications e Pr Manager, Kellogg Italia. – Ed è proprio per rispondere a queste necessità che abbiamo voluto aprire i Breakfast Club anche in Italia, in quanto combinano in maniera efficace numerosi elementi: donazione di colazioni a chi ne ha più bisogno, informazioni nutrizionali, coinvolgimento e integrazione culturale tra bambini di origini diverse, i quali vivono l'esperienza della colazione insieme come un bel momento di divertimento, da raccontare a casa".

Ed è proprio sulla base delle evidenze emerse da una recente indagine svolta per conto di Kellogg da YouGov a livello Europeo*, che i Kellogg Breakfast Club possono ricoprire un ruolo importante nell'aiutare le famiglie maggiormente in difficoltà.

Sebbene un'abbondante maggioranza (72%) degli italiani intervistati riconosca l'importanza della prima colazione e dichiari di conoscere gli elementi che compongono una dieta equilibrata (85%), a una verifica più puntuale però – di fronte a una lista degli alimenti e delle porzioni che costituiscono una dieta equilibrata – solo il 16% dichiara di applicare questa dieta quotidianamente e a ogni pasto. E nonostante l'elevata consapevolezza e conoscenza, il 47% dichiara di non adottare in modo regolare una dieta varia ed equilibrata.

Le difficoltà ad alimentarsi sono infatti molteplici: il 31% degli intervistati dichiara di fare fatica a permettersi economicamente il tipo di cibo che vorrebbe dare alla propria famiglia, mentre il 36% dichiara di aspirare a una dieta più equilibrata ma di non riuscire a realizzare questo desiderio, sempre per ragioni legate alle disponibilità economiche. Fino ad arrivare a un quarto del campione che dichiara di dover ricorrere ad aiuti esterni, come i banchi alimentari, per arrivare a fine mese, in particolare nei mesi estivi.

"Siamo felici di proseguire e potenziare la collaborazione con Kellogg – ha detto il Vice Presidente CRI Gabriele Bellocchi – che si pone nel solco dell'impegno della Croce Rossa Italiana a favore di chiunque si trovi in difficoltà e per la tutela della salute. I dati emersi dall'indagine di YouGov dipingono una realtà con cui anche i nostri comitati sul territorio e i nostri volontari entrano quotidianamente in contatto. Il mondo della scuola, dunque, rappresenta l'occasione per attivare iniziative che abbiano una ricaduta diretta sulla salute psico-fisica e sulle abitudini alimentari dei bambini, andando contemporaneamente a supportare le tante famiglie che vivono il dramma dell'indigenza".

I Breakfast Club sono la concretizzazione dell'impegno di Kellogg sul fronte della responsabilità sociale e sono parte del programma Breakfasts for Better DaysTM, di cui sono stati recentemente rinnovati gli obiettivi, primo tra tutti creare entro il 2025 3 miliardi di "giorni migliori" per le persone nel mondo. Questo sarà possibile attraverso donazioni di cibo alle persone bisognose, espansione dei programmi per la prima colazione (Breakfast Club), sostegno ai produttori di cereali, aumento delle ore di volontariato da parte dei dipendenti e coinvolgimento diretto da parte dei consumatori.


--
www.CorrieredelWeb.it

Aldo Romano nuovo Presidente di Cefriel

Aldo Romano nuovo Presidente di Cefriel

Valerio De Molli, The European House - Ambrosetti, entra nel CdA

Aldo Romano, genovese, classe 1940, è il nuovo presidente di Cefriel, società partecipata da università, imprese e pubbliche amministrazioni che realizza progetti di innovazione digitale e di sviluppo del capitale umano. Valerio De Molli, varesino, classe 1965, entra nel CdA in qualità di consigliere.

Aldo Romano, laureato in Ingegneria elettronica all'università di Padova, nel 1991 ha assunto il ruolo di amministratore delegato della consociata italiana di SGS-Thomson, poi diventata STMicroelectronics, azienda franco-italiana  tra le più grandi al mondo nella produzione di componenti elettronici, per poi diventarne presidente nel 2006. Dopo 47 anni in azienda e due mandati triennali come presidente e amministratore delegato, nel 2012 si è ritirato dedicandosi ad attività di consulenza. Attualmente è membro dell'advisory board di HiQE, una start up che opera nell'ambito dell'energia rinnovabile. A luglio 2016 è stato nominato dal ministero dell'economia e delle finanze membro del supervisory board di STMicroelectronics Holding.

Valerio De Molli, laureato in economia e commercio all'università Bocconi, è managing partner e amministratore delegato di The European House – Ambrosetti dal 2005 e socio dal 1999. Ricopre inoltre il ruolo di director di Ambrosetti Group Limited di Londra, di senior advisor di United Ventures, il più grande fondo di Venture Capital in Italia, e mentor di Kairos Society, associazione di giovani imprenditori americani. Dal 1992 è responsabile operativo del Forum The European House – Ambrosetti che si tiene ogni anno a Villa d'Este di Cernobbio.

"Siamo orgogliosi di dare il benvenuto al nuovo presidente di Cefriel, Aldo Romano, già membro del CdA da oltre 10 anni, e al nostro nuovo consigliere, Valerio De Molli. Desideriamo ringraziarli per l'impegno con cui stanno sostenendo Cefriel, che sta per festeggiare i suoi primi 30 anni di intensa e appassionata attività nell'innovazione digitale con i migliori risultati economici conseguiti dalla sua nascita", dichiara Alfonso Fuggetta, amministratore delegato e direttore scientifico di Cefriel.

"Ora come agli inizi, Cefriel è impegnato ad affrontare sfide decisive che lo porteranno a svilupparsi con ulteriore slancio in Italia e all'estero. In questa prospettiva, le competenze e l'esperienza dell'Ing. Romano e del Dott. De Molli saranno preziosi per lavorare ancora meglio nella realizzazione di progetti di innovazione digitale e di sviluppo del capitale umano. Auguriamo dunque al nuovo presidente e al nuovo consigliere un buon lavoro accanto a tutti noi!", aggiunge Fuggetta.

"Vorrei contribuire ad accelerare la crescita del Cefriel utilizzando al massimo le importanti competenze tecniche cumulate in tutti questi anni di attività nella vera innovazione di prodotto: tali competenze possono ora essere incanalate per Cefriel in nuovi modelli di business, efficaci ed innovativi, pur rimanendo fedeli al mandato originario di prezioso ponte di collegamento tra università e industria", afferma l'Ing. Aldo Romano.

"Sono orgoglioso di contribuire alla crescita di Cefriel e di creare un rapporto virtuoso con The European House –  Ambrosetti che per il quarto anno consecutivo è stata nominata - nella categoria "Best Private Think Tanks" - 1° Think Tank in Italia, tra i primi 10 in Europa e nei primi 100 indipendenti su 6.846 a livello globale nell'edizione 2016 del Global Go To Think Tank Index Report dell'Università della Pennsylvania", commenta il Dott. Valerio De Molli.

Il Cefriel
Cefriel è una società specializzata in progetti di innovazione digitale e di sviluppo del capitale umano, che opera dal 1988 al fianco di imprese e pubbliche amministrazioni. Con presenza a Milano, Londra e New York, ha come obiettivo favorire l'innovazione di prodotto, servizio e processo attraverso un approccio multidisciplinare che coniuga strategia, design e tecnologie digitali. 

Cefriel è in grado di affiancare il cliente in tutte le fasi del processo di innovazione, dall'ideazione fino alla realizzazione di prototipi, prodotti e modelli di servizio. È organizzato in centri di competenza specialistici che presidiano in modo dinamico i principali ambiti dell'ICT: Strategy, Digital Experience, Data Analytics & Visualization, API Ecosystems, Information Security, Industry 4.0, Internet of Things, Blockchain, IT Evolution. I clienti possono contare su oltre 130 talenti: ingegneri, matematici, statistici, spesso con master post-laurea, dottorati e MBA. Su attività specialistiche, sono coinvolti gli esperti e i professori di aziende, università e centri di ricerca della "Cefriel Innovation Network". 

Unica azienda italiana a essere inserita da Gartner tra i "Cool Vendors in IoT Solutions 2016", a maggio 2017 Cefriel ha inoltre ricevuto la certificazione di "ELITE Company", importante e prestigioso riconoscimento concesso dal Gruppo London Stock Exchange alle aziende europee d'eccellenza. 

L'esperienza sviluppata in oltre venticinque anni di progetti d'innovazione complessi viene efficacemente trasferita nell'offerta formativa. Cefriel progetta e realizza percorsi di formazione su misura negli ambiti delle nuove tecnologie e delle metodologie più avanzate di gestione dei progetti, utilizzando nuovi modelli di training, quali Project Based Learning, coaching e mentorship. Opera attivamente anche nel campo della ricerca applicata, partecipando a progetti di ricerca a livello nazionale e internazionale. Dal 2014 è anche affiliate partner di EIT Digital, la rete di centri di ricerca europei nel campo dell'innovazione ICT, e ospita il nodo satellite di Milano.

I soci di Cefriel sono quattro università, Regione Lombardia e 17 aziende nazionali ed estere. Essendo Cefriel un ente no profit, i soci non ricevono dividendi e tutti gli utili generati sono reinvestiti in progetti d'innovazione interni.


--
www.CorrieredelWeb.it

Arriva il primo Festival della Pizza di Eataly




Al via il primo Festival della Pizza di Eataly Roma. 
Eataly dedica una intera settimana a tutte le declinazioni della pizza: dalla versione tradizionale a quella gourmand


Da lunedì 20 a domenica 26 novembre Eataly Roma celebra la pizza, uno dei piatti italiani più apprezzati in tutto il mondo. Per la prima edizione del Festival della Pizza è in programma un fitto palinsesto che vedrà coinvolti pizzaioli ed esperti del settore: ogni giorno un appuntamento diverso con i Maestri delle Pizzerie di Eataly e i grandi pizzaioli di Roma e Napoli, con qualche incursione anche in Piemonte e Emilia Romagna. Palcoscenico principale il banco e il forno a legno del Ristorantino della Pizza, situato al primo piano.

Si parte lunedì con Francesco Pompilio, il Maestro pizzaiolo di Eataly Forlì, per poi proseguire nel pomeriggio con l'Officina della pizza insieme a Mario Severino. Martedì sarà la volta dell'appuntamento con il vice campione mondiale di pizza Vincenzo Capuano e mercoledì quello con il ristorante di Fiumicino Il Pinzimonio, specializzato nella preparazione della Pinsa, l'antica schiacciata romana. Sempre mercoledì per i più golosi Gaetano e Pasquale Torrente prepareranno la loro celebre pizza fritta. 

La settimana prosegue giovedì 23 novembre con l'avvincente Gara di pizza: questa volta a sfidare i Maestri pizzaioli di Eataly sarà la pizzeria romana Spiazzo. Venerdì protagonista assoluta Isabella de Cham, la regina della pizza fritta di Napoli, mentre sabato i pizzaioli di Eataly Nicola Cona ed Emanuele Gallia racconteranno la loro idea di pizza. La settimana si chiude domenica 26 novembre con il pizzaiolo emergente Stefano Vola della pizzeria-bottega Vola: bontà per tutti, di Santo Stefano Belbo (CN), che proporrà cinque pizze dell'autunno piemontese.

Da non perdere, inoltre, la grande Festa del weekend, al terzo piano di Eataly Roma: da venerdì a domenica tante proposte esclusive preparate per l'occasione da pizzerie ospiti, musica live e dj set tutte le sere e persino uno spettacolo di pizza acrobatica del Maestro Angelo Vaccari. Non mancheranno naturalmente le attività didattiche. La mattina di sabato 25 in aula Dominici si terrà la lezione pratica di cucina "La pizza di Vincenzo Capuano", con il campione mondiale di pizza napoletana che svelerà i segreti per preparare un impasto perfetto. Nel pomeriggio, invece, lo chef della Didattica di Eataly Luigi Marchitelli preparerà insieme ai suoi allievi la pizza fritta.

Per maggiori informazioni e prenotazioni:

06 90279201



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *