Cerca nel blog

mercoledì 31 agosto 2016

UN NUOVO LOGO E UNA CAMPAGNA DEDICATA AI 30 ANNI DI SALVINI


Un 2016 ricco di grandi iniziative per Salvini, che celebra in modo indimenticabile un traguardo importante come i primi 30anni.

Dopo le nuove aperture delle boutique di Milano e Firenze, capitali della grande moda e del lifestyle italiano. Dopo un'inedita Anniversary Limited Edition di straordinari Masterpiece. 

Il noto marchio della gioielleria Made in Italy celebra il suo 30esimo con una serie di iniziative fra cui una campagna pubblicitaria dedicata all'anniversario e un nuovo logo, dal tratto essenziale e di un'eleganza contemporanea.

Segno immediatamente tangibile, il restyling del logo, rappresenta il valore identitario di una griffe. In sé racchiude l'heritage e il valore estetico del prodotto e ne comunica l'essenza più vera. 

Per questo Salvini ha scelto di rileggere il suo logo, per mostrare tutta la contemporaneità che l'ha sempre contraddistinto e l'ha portato ad essere un importante punto di riferimento nel panorama della gioielleria italiana e internazionale. 

Una grafica nuova, dal taglio essenziale. L'uso del nome in maiuscolo afferma carattere ed eleganza ma, allo stesso tempo, leggerezza.

Il nuovo logo personalizzerà tutti i materiali del trentesimo anniversario oltre a comporre le insegne delle nuove boutique di Milano e Firenze. 

Firmerà anche la campagna ADV, curata dall'agenzia creativa Thomas, che avrà come protagonista la collezione celebrativa del 30esimo Salvini - I CLASSICI con i tre solitari: Falco, Assolo e New York che reinterpretano i solitari che hanno fatto la storia di Salvini.  Autentici oggetti del desiderio di tutte le donne. 

Testimoni di un traguardo importante. Una nuova collezione preziosa e certificata. Sarà disponibile oltre che nelle boutique Salvini e in tutte le gioiellerie Rocca, presso i rivenditori selezionati indicati sia in campagna pubblicitaria, sia nel sito.

Con le attività che celebrano i 30anni, Salvini, conferma la sua vocazione verso il dinamismo e la costante evoluzione, pur restando nel massimo rispetto della tradizione. Per sottolineare il carattere dell'artigianalità, del fatto a mano, del made in Italy, pilastri fondamentali di Salvini, il logo in corsivo, resterà come firma su tutti i gioielli e su tutti i materiali che accompagnano il prodotto stesso. 

Il logo in corsivo vivrà sempre più come testimone di un'esperienza che affonda le radici nella storia ma che guarda al futuro.

Salvini: il piacere di indossare un'emozione lunga 30anni.



--
www.CorrieredelWeb.it

L’AUTUNNO E’ ALLE PORTE…MI-NY PRESENTA I COLORI PIU’ DI TENDENZA PER QUESTA STAGIONE!

MI-NY_pantone-3 Pronte per accogliere la stupenda stagione dell’autunno? MI-NY colorerà le vostre giornate con due imperdibili tonalità che ricordano in tutto e per tutto le meravigliose sfumature di questa stagione: il giallo senape “spicy mustard” e il marrone “poterr’s clay”. Tante proposte che spaziano dagli smalti, agli ombretti, fino ad arrivare alle matite per regalare stupende note di colori che completeranno il vostro outfit nel migliore dei modi. Per ulteriori informazioni: Mi-ny www.minyshop.com Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

Registro PREFER AF presentato al Congresso ESC 2016 di Roma

Fibrillazione atriale, maggior rischio di ictus, se si è diabetici e trattati con insulina: sono alcuni dei dati di una sub-analisi dello studio PREFER in AF presentato al Congresso ESC a Roma.


Roma, 29 agosto 2016 – Presentati al Congresso ESC (Società Europea di Cardiologia) in corso a Roma, i nuovi dati di una sotto analisi del Registro PREFER in AF (PREvention oF thromboembolic events—European Registry in Atrial Fibrillation), il registro pazienti europeo di Daiichi Sankyo, che analizza i gruppi di pazienti a rischio, i gap degli attuali trattamenti nella gestione della fibrillazione atriale nel contesto clinico del mondo reale, e i trend associati a pazienti con caratteristiche specifiche, inclusa la presenza di alcune comorbidità che predispongono maggiormente a eventi trombotici.
Fibrillazione atriale e diabete
I dati del Registro, ad un anno di follow-up, rivelano che i pazienti affetti da fibrillazione atriale, che soffrono anche di diabete e sono trattati con insulina, corrono un rischio significativamente maggiore di essere colpiti da ictus o embolia sistemica, rispetto ai pazienti con FA senza diabete (5,2 % vs 1,9% rispettivamente; hazard ratio [ HR ] 2.89 , Intervallo di Confidenza [ CI ] 95 %; 1,67-5,02 ; p = 0,0002) e ai pazienti diabetici con FA ma non trattati con insulina (5,2 % vs 1,8%, rispettivamente; HR 2,96 ; 1,49-5,87; p= 0,0019). È inoltre interessante notare che i pazienti diabetici non trattati con terapia insulinica hanno simile incidenza di eventi tromboembolici rispetto ai pazienti senza diabete (HR 0,97 ; 0,58-1,61 ; P = 0,9 ).
Fibrillazione atriale e differenze di genere
L’acquisizione di dati ha consentito di identificare profili completi dei pazienti, confrontando caratteristiche specifiche come il genere, e altri importanti aspetti quali la scelta della terapia e gli esiti clinici. Il Registro ha dimostrato, ad esempio, che le donne sperimentano un maggior carico di sintomi rispetto agli uomini, anche se il trattamento con anticoagulanti orali è risultato simile in ambo i sessi. Inoltre, dopo un anno di follow-up, le donne hanno dimostrato il 65% in meno del rischio (corretto per età e Paese di provenienza) di rivascolarizzazione coronarica (95% CI [0,22- 0,56]), il 40% in meno di rischio di sindrome coronarica acuta (0,38-0,93) e il 20% in meno di rischio di insufficienza cardiaca cronica/ frazione di eiezione del ventricolo sinistro ridotta (0,68- 0,96) rispetto agli uomini. Per lo stesso periodo esaminato non vi è alcuna prova, invece, che uomini e donne differiscano per rischio di ictus, attacco ischemico transitorio, eventi tromboembolici arteriosi ed eventi emorragici maggiori. Lo studio dunque ha fornito indicazioni sulle differenze di genere dei pazienti, e attraverso ulteriori indagini si potrà stabilire se queste possano essere utilizzate per migliorare prevenzione, trattamento e gestione della fibrillazione atriale.
“La fibrillazione atriale è un notevole problema sanitario che comporta un elevato rischio di ictus per oltre sei milioni di malati in Europa – ha commentato il dottor Giuseppe Patti, dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e principale autore dello studio – E le informazioni che giungono da questo registro risultano molto utili nella pratica clinica, poiché la disponibilità di dati robusti dal mondo reale sui pazienti a più alto rischio di ictus o embolia sistemica potrà sicuramente contribuire ad individuare i casi in cui è necessario un trattamento ancora più specifico per ridurre al minimo tali gravi esiti”.
I registri PREFER in AF
Il registro PREFER in AF ha inizialmente arruolato 7.243 pazienti con fibrillazione atriale in 461 centri ubicati in Austria, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera e Regno Unito. Lo scopo dello studio era quello di fornire informazioni sulla prevenzione degli eventi tromboembolici come l’ictus, in base alle caratteristiche e alla gestione dei pazienti affetti da fibrillazione atriale, insieme ad altre importanti considerazioni quali la qualità della loro vita e la soddisfazione per il trattamento.
È stato deciso di estendere il PREFER in AF per ottenere ulteriori approfondimenti sulla gestione della patologia e per aggiungere Belgio e Paesi Bassi alla lista delle nazioni coinvolte nello studio. I dati del prolungamento sono stati raccolti su un totale di 5.000 pazienti, distribuiti in 325 centri di nove Paesi europei.

Contatti
Daiichi Sankyo
Elisa Porchetti
Tel.+39 0685255-202
elisa.porchetti@daiichi-sankyo.it

Valeria Carbone Basile
Tel: +39 339 1704748
valeria.carbonebasile@gmail.com

Daiichi Sankyo
Daiichi Sankyo è un Gruppo farmaceutico attivamente impegnato nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di farmaci innovativi con la mission di colmare i diversi bisogni di cura ancora non soddisfatti dei pazienti, sia nei mercati industrializzati che in quelli emergenti. Con più di 100 anni di esperienza scientifica e una presenza in più di 20 Paesi, Daiichi Sankyo e i suoi 16,000 dipendenti in tutto il mondo, contano su una ricca eredità di innovazione e una robusta linea di farmaci promettenti per aiutare le persone. Oltre a mantenere il suo robusto portafoglio di farmaci per il trattamento dell’ipertensione e dei disordini trombotici, e con la Vision del Gruppo al 2025 di diventare una “Global Pharma Innovator con vantaggi competitivi in area oncologica“, le attività di ricerca e sviluppo di Daiichi Sankyo sono focalizzate alla creazione di nuove terapie per l’oncologia e l’immuno-oncologia, con un ulteriore focus su nuove frontiere quali la gestione del dolore, le malattie neurodegenerative e cardiometaboliche, e altre patologie rare.
Per maggiori informazioni visita il press portal http://pressportal.lixiana.it/ o il sito http://www.daiichi-sankyo.it

FONTEDaiichi Sankyo

SELL ONLINE, SELL AROUND THE WORLD: ZENZERO COMUNICAZIONE E RANKING ROAD RELATORI AI WORKSHOP PRESSO UNINDUSTRIA A REGGIO EMILIA PER CREARE NUOVI SPUNTI DI BUSINESS TRAMITE IL WEB

Stampa ranking cmyk

Temi approfonditi: Mercoledì 14 settembre 2016: "Global User Approach: valutare e migliorare il successo del tuo sito web" Mercoledì 28 settembre 2016: "Opportunità Europa: il mercato digitale è davvero unico? L’approccio G-Local: pensare globale e agire locale" Mercoledì 12 ottobre 2016:

"Come sta cambiando il percorso decisionale di acquisto: il potere del web per trovare nuovi clienti e incrementare le vendite"

Zenzero Comunicazione, e Ranking Road agenzie di comunicazione con sede rispettivamente a Parma e Londra specializzate nell’ambito del marketing digital, a settembre e ottobre svilupperanno presso Unindustria di Reggio Emilia i primi tre workshop inerenti al mondo web allo scopo di mettere a disposizione delle aziende partecipanti informazioni e strumenti per fornire nuovi spunti per il miglioramento della loro attività. Gli argomenti sono importanti e impattano sulla quotidianità lavorativa delle imprese di ogni settore: - Il sito web come strumento di conversione e di ottimizzazione dei ritorni commerciali - Le strategie per chi voglia conquistare i mercati digitali europei - La rivoluzione dei processi d’acquisto, l’influenza del digitale e i nuovi modi per creare l’incontro online tra prodotto/azienda e consumatore in target. Zenzero Comunicazione e Ranking Road sono alla costante ricerca dell'eccellenza nel settore. Zenzero Comunicazione in particolare ha recentemente intrapreso un rebranding che ha portato ottimi risultati ponendola come una delle più innovative, consolidate e strutturate realtà italiane nel comparto del digital marketing e dell'e-commerce. Ma non solo: un servizio a 360° che comprende anche la consulenza specializzata di marketing digitale. Le aziende, oggi più che mai, ricercano partner che siano riconosciuti sul mercato. Mettendo sempre il focus sul business, Zenzero Comunicazione e Ranking Road sono in grado di lavorare sulle singole esigenze dei loro clienti e di raggiungere gli obiettivi prefissati, siano essi di vendita che di visibilità. Tramite questi workshop si vuole fare arrivare alle aziende idee ed opportunità sviluppabili tramite questa "nuova cultura". Durante i seminari saranno presentati case study reali con evidenza dei risultati concreti che si possono ottenere, strategie già messe in atto e saranno messe in luce le opportunità offerte dal web per trovare nuovi clienti ed incrementare le vendite. LA PARTECIPAZIONE AI WORKSHOP PROMOSSI DA UNINDUSTRIA E' APERTA A TUTTE LE AZIENDE ANCHE NON ASSOCIATE A UNINDUSTRIA. Gli incontri si svolgeranno presso la sede di Unindustria in Viale Toschi 30/a a Reggio Emilia. E’ possibile iscriversi anche ad un solo seminario. Per informazioni e iscrizioni: Segreteria organizzativa: Unindustria Reggio Emilia tel. 0522.409775 elisabetta.salardi@unindustriareggioemilia.it Oppure: Zenzero Comunicazione srl tel. 0521.969489 letizia@zenzerocomunicazione.it Per ulteriori informazioni: Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

Sinthesi® 2.0: anche un serramento all’avanguardia può essere innovato

C'è un modo di dire in tedesco “Perfekt ist nicht genug”, la cui traduzione è “Perfetto non è abbastanza”, che in passato è stato usato come claim da Mercedes e oggi sintetizza efficacemente le motivazioni che hanno spinto Pavanello Serramenti a modificare un prodotto paradigmatico come Sinthesi®, facendolo diventare Sinthesi® 2.0.

La comparsa di Sinthesi® sul mercato ha introdotto un nuovo concept di serramento, in grado di superare i limiti sia delle finestre in legno - come la necessità di eseguire interventi di manutenzione, la scelta meno libera a livello cromatico, il design che anche per esigenze tecniche non può seguire i canoni più contemporanei, nonché la spesa supplementare che l'inserimento di veneziane e tripli vetri comporta - sia quelli degli infissi in legno e alluminio nati per soddisfare la domanda di soluzioni estetiche verniciabili in qualsiasi variante di colore e maggiormente in sintonia con gli attuali trend d'arredo, ma al prezzo di un aumento dei costi e dei tempi di produzione.

Sinthesi®, grazie alle dimensioni contenute del suo telaio che pertanto può essere celato all'interno della parete, si è contraddistinta per una maggiore superficie vetrata, da cui derivano prestazioni più elevate e linee leggere ed eleganti valorizzabili cromaticamente senza limitazioni.

Altri evidenti pregi di Sinthesi® sono la caratteristica di non richiedere manutenzione e la quantità inferiore di materiale necessario per la produzione: entrambi implicano notevoli vantaggi in termini economici.

Nonostante il successo ottenuto a partire da marzo 2015, quando è incominciata la commercializzazione di Sinthesi®, i responsabili R&D di Pavanello Serramenti non si sono seduti sugli allori e hanno continuato a lavorare per cercare di migliorare il prodotto.

I risultati del loro impegno non hanno dato luogo a cambiamenti sostanziali, di cui Sinthesi® non aveva bisogno, bensì a delle piccole ma significative migliorie. Vediamole nel dettaglio:

• il fermavetro in plastica nera - o grigio chiara - che blocca l'anta è diventato di alluminio. Quindi può essere verniciato in tinta con la finestra e inoltre, essendo fissato meccanicamente invece che incollato come in precedenza, l'eventuale sostituzione di un vetro rotto ora è più semplice da effettuare;

• l'alluminio non viene più applicato a incastro sul telaio ma a clip, per ottenere un'adesione più omogenea;

• al nodo centrale delle finestre a due ante sono state aggiunte le parti terminali - superiore e inferiore - in modo da completarlo sia sotto il profilo estetico che da quello della sicurezza;

• per quanto concerne le porte finestre è stata modificata la soglia pavimento, incrementando la tenuta all'acqua e all'aria, e agevolando il posatore nella ricerca di una regolazione perfetta.

Infine va sottolineato un ultimo dettaglio da non sottovalutare: l'upgrade che ha permesso la nascita di Sinthesi® 2.0 non ha determinato alcuna variazione nel listino di Pavanello Serramenti, rendendo ancora più conveniente per la clientela dell'azienda il rapporto qualità/prezzo.   

Per ulteriori informazioni scrivere a info@pavanelloserramenti.it o telefonare allo 0425/474515.



Federico Nanut
Ufficio Stampa L'Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
Skype Ippogrifo.nanut

#stopbombeinsiria, sit-in a piazza Santi Apostoli, Roma, venerdì 2 settembre, ore 11

Un sit-in per la pace in Siria e per chiedere lo stop immediato dei bombardamenti su Aleppo e Mambij

Un invito alla mobilitazione, a portare i propri figli in piazza per testimoniare vicinanza ai bambini, le vittime maggiori del conflitto, e a tutto il popolo siriano.

Il mondo delle associazioni e delle organizzazioni non governative, ma anche Federazione della Stampa e Usigrai, si ritroveranno il 2 settembre per lanciare un appello all'Italia, all'Unione europea e alle Nazioni Unite affinché si raggiunga una tregua duratura, si permetta l'apertura di corridoi umanitari e la fornitura senza ostacoli di aiuti alle popolazioni assediate. 

Hanno aderito Amnesty Italia, Arci, Associazione 46° Parallelo. Associazione Amici di Roberto Morrione, Associazione Giornalisti Amici di Padre Paolo Dall'Oglio, Confronti, Cospe, Federazione nazionale della stampa, Fondazione Libera Informazione, Illuminare le periferie, Italians For Darfur, LasciateCIEntrare, NoBavaglio, Rivista San Francesco, Tavola della Pace, Associazione Tam Tam, Unicef, Un ponte per, Usigrai.

"Metà della popolazione della Siria non ha più una casa - si legge nel testo dell'appello -  470mila persone hanno perso la vita, 1,9 milioni sono rimaste ferite o mutilate, l'aspettativa di vita è passata dai 70 ai 55 anni. Questi i numeri agghiaccianti che misurano la tragedia siriana prima ancora che iniziasse la nuova campagna di bombardamenti su Aleppo, che ha visto una crescita esponenziale di bambini tra le vittime. L'attenzione mediatica e le informazioni sul conflitto si riducono ogni giorno di più e con esse la consapevolezza di ciò che quotidianamente avviene nel paese. Non basta indignarsi per la foto dell'ultimo bimbo vittima della guerra, che sia morto su una spiaggia turca o salvo e inconsapevole sul seggiolino di un'ambulanza in Siria".

"Vi chiediamo l'adesione a questa iniziativa - conclude il testo - per far arrivare un messaggio forte alle istituzioni e per testimoniare la nostra vicinanza al popolo siriano.

L'appuntamento e a Roma, in piazza Santi Apostoli, venerdì 2 settembre, dalle ore 11".



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 30 agosto 2016

Gaetano Zoccatelli, E-Globalservice, innovazione e digitalizzazione

Gaetano Zoccatelli, presidente di E-globalservice (EGS), specializzata nella gestione di servizi in outsourcing per società pubbliche, private ed enti, è molto attento al tema dell’innovazione e della digitalizzazione. Nel 2015 ha organizzato “Egs boot camp. La startup per la nuova Pa: digitalizzazione e smart cities; efficienza e vantaggi condivisi» in collaborazione con Mind the Bridge, fondazione italo-californiana, sotto l’egida del programma europeo Startup europee partnership e con il patrocinio di Aiv, l’associazione degli imprenditori di Villafranca anch’essa presieduta da Zoccatelli, e il Consorzio energia veneto (Cev).


Contribuire alla rivoluzione digitale nel settore pubblico per offrire un servizio efficiente e innovativo alle PA italiane è il tema del bando a cui hanno partecipato 14 startup, selezionate fra centinaia sui temi e-Procurement e GOV 2.0.
Durante l’incontro di apertura dell’evento Gaetano Zoccatelli presidente di E-Globalservice ha dichiarato: «La qualità e gli strumenti dell’informazione di oggi rovesciano il rapporto tra pubblico e privato, oggi è la comunità a poter controllare il lavoro degli enti locali, a cominciare dalla trasparenza nelle gare d’appalto».
Esponenti politici, dell’imprenditoria e del mondo associativo locale sono stati chiamati a confrontarsi su un tema non più procrastinabile: la mancanza di una cultura digitale nella pubblica amministrazione. Obiettivo dell’incontro era individuare buone pratiche digitali da adottare per migliorare il rapporto tra pubblico e privato, a partire dall’abbattimento di tempi e costi della burocrazia.
Ma nel mezzo dei problemi emersi, si sono profilate anche alcune soluzioni. Come la possibile integrazione tra vecchia e nuova impresa: «Il limite delle aziende consolidate è che non sono in grado di valutare il nuovo – ha sottolineato Alberto Onetti, presidente di Mind the Bridge Foundation, fondazione italo-californiana per la formazione imprenditoriale – tendono a replicare ciò che ha sempre funzionato, più o meno bene, e nelle PA questo status quo è ancora più evidente. Le start-up hanno l’approccio contrario: partono da un’innovazione, ma da sole non riescono arrivare alle amministrazioni. Ecco perché a loro serve l’intermediazione di aziende conosciute e radicate nel territorio e, a queste ultime, spunti innovativi per proporre prodotti e soluzioni alle PA. Questo è ciò che può garantire il futuro di tutte e tre». A concludere l’incontro, il veronese Stefano Quintarelli, Presidente del Comitato di Indirizzo di Agid (Agenzia per l’Italia digitale), intervenuto ad illustrare gli obiettivi a cui sta lavorando l’Agenda Digitale: «Tra i temi prioritari, l’istituzione del Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità Digitale, che permetterà il recupero di informazioni personali senza doversi recare ad uno sportello, oltre a pagamenti e fatturazione elettronici. Ma dobbiamo fare tutti uno sforzo da cittadino: pretendere verso ogni singola amministrazione i nostri diritti per costringere le burocrazie a cambiare».

I COLORI IDEALI PER CONQUISTARE CON MI-NY

Presentazione1 Il fascino del rosso incontra il lato misterioso del viola. MI-NY presenta due diverse proposte per creare un look davvero fashion e che difficilmente passerà inosservato. Il rosso, in tutte le sue sfumature, è ideale per stupire con un tocco elegante e che non passa mai di moda. Smalti, matite, rossetti e lucidalabbra doneranno un’aria glamour e di classe. Il viola, declinato in tutte le sue varianti, è quel particolare in grado di rendere subito accattivante e particolare anche l’outfit più semplice. Lasciatevi conquistare da questi smalti, rossetti e matite! Per ulteriori informazioni: Mi-ny www.minyshop.com Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

lunedì 29 agosto 2016

50 SFUMATURE DI….AZZURRO CON MI-NY

Presentazione1 Appena tornate dalle vacanze estive? MI-NY presenta tantissime proposte che ricordano i meravigliosi colori del mare e che sono perfette per far risaltare l’abbronzatura e donare immediatamente all’outfit un tocco glamour. Smalti, matite per gli occhi e ombretti dalle tinte che spaziano dal blu all’azzurro per essere sempre sulla cresta dell’onda! Per ulteriori informazioni: Mi-ny www.minyshop.com Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

venerdì 26 agosto 2016

Gaetano Zoccatelli analisi del rapporto “Stato dell’Unione energetica 2015”

È stato presentato a Bruxelles lo scorso 18 novembre il rapporto “Stato dell’Unione energetica 2015”, che analizza i progressi compiuti in questi primi nove mesi dal piano europeo varato a febbraio, identifica le principali aree di intervento per il 2016 e, soprattutto, definisce un pacchetto di strategie da adottare per realizzare un’Unione dell’energia resiliente coniugata a una politica per il clima lungimirante. Il punto di Global Power, azienda presieduta da Gaetano Zoccatelli e fornitore leader di aziende, Enti e Amministrazioni Pubbliche italiane


Sono state proposte le Linee Guida per i Piani energia-clima al 2030 che gli Stati membri dovranno mettere a punto entro il 2017 e rendere operativi prima del 2020, una metodologia per monitorare i progressi verso il raggiungimento degli obiettivi dell’Unione energetica e le Linee Guida per il rafforzamento della cooperazione con i Paesi vicini.
Sul fronte dell’efficienza energetica, la comunicazione contiene una proiezione sul raggiungimento del target del 20% al 2020, che non sarà ottenuto senza ulteriori sforzi (ci si fermerà al 17,6% se non si introdurranno misure aggiuntive). La Commissione cercherà di stimolare gli investimenti nell’efficienza, che dovranno quintuplicare al fine di raggiungere una diminuzione dei consumi del 27% al 2030, proponendo tra l’altro un sistema di aggregazione dei piccoli progetti.
Nel 2016 sono previste numerose iniziative anche per l’integrazione del mercato: sarà presentata una comunicazione sulle misure necessarie al raggiungimento dell’obiettivo del 15% di interconnessioni elettriche al 2030 e la Commissione si adopererà per far rispettare le regole della concorrenza, soprattutto per eliminare le restrizioni territoriali contenute nei contratti e la ripartizione artificiale dei mercati.
Per la difesa di consumatori (sia domestici che industriali), Bruxelles pubblicherà nel 2016 un rapporto sui prezzi e i costi dell’energia, che mostrerà chiaramente il peso di tasse, accise e sussidi.
Venendo alla decarbonizzazione dell’economia, nella prima metà del 2016 saranno proposte una serie di azioni per centrare il target di riduzione delle emissioni dei settori non-Ets del 30% rispetto al 2005, mentre per il settore trasporti arriverà una comunicazione contenente interventi ad hoc (soprattutto per il trasporto su strada) seguite da proposte per nuovi standard per le emissione di CO2 delle automobili, per il monitoraggio dei veicoli pesanti e per il settore aereo.
Il rapporto sullo stato dell’Unione energetica è accompagnato da 28 schede che valutano lo scenario per ogni Stato membro. La fotografia dell’Italia è quella di un paese dove l’energia costa più della media europea, mentre la percentuale di impiegati nel settore energetico è inferiore rispetto agli altri Stati, e l’interconnessione va implementata. Rispetto ai dati del 1995, petrolio e prodotti petroliferi sono scesi dal 58% al 37% del consumo interno lordo di energia, mentre la quota di combustibili solidi e di energie rinnovabili è cresciuta. Anche il gas è in ascesa, dal 28 al 36% del mix energetico contro il 23% dell’Unione europea. In merito al taglio delle emissioni, il nostro Paese è considerato sulla buona strada per raggiungere i traguardi fissati per il 2020.

FONTEGlobal Power

giovedì 25 agosto 2016

Il World Wide Web e le imprese al Festival della Comunicazione (Camogli, 8 - 11 settembre)

WEB E IMPRESE

La rivoluzione del web ha investito anche gli ambiti dell'economia e delle imprese, basti pensare a quanto è fondamentale oggi per un'azienda un buon marketingonline e a come sono cambiati i modi di proporre e vendere i prodotti. 


Uno dei settori in cui più si avverte questo cambiamento è l'impresa editoriale: Alvise Leonetti, consulente all'Alta Direzione di IBS, si confronterà con Alessandro Magno, direttore dell'Area Digital di GeMS, Riccardo Porro, market business developer, commercial print di Canon Italia e il responsabile contenuti de ilLibraio.it Antonio Prudenzano su Essere rilevanti in rete: le best practices del digitale italiano nel mondo del libro


Giulio Blasi, amministratore delegato di Horizons Unlimited – società che gestisce il servizio MLOL (MediaLibraryOnLine) – illustrerà lo scenario del mondo delle biblioteche, oggi completamente mutato dai processi di digitalizzazione.


Con la rete si possono raggiungere persone in tutto il mondo, un unico, grande, pubblico globaleLuigi De Siervo, AD di Infront Italy, con il vice presidente di Condé Nast Fedele Usai e il giornalista Pierluigi Pardo si concentrerà sul tema Calcio, diritti e nuovi media inun mondo di spettatori globali. 


Un nuovo modello di business per risolvere la crisi che sta attraversando il mondo dei media sarà oggetto dell'intervento dell'economista Julia Cagé, mentre si parlerà di reputazione con Gabriele Galateri Di Genolapresidente di Assicurazioni Generali, Alessandra Perrazzelli, country manager di Barclays Bank, Marco Sala, amministratore delegato di Gtech e la giornalista Annalisa Bruchi Reputazione italiana all'estero, internazionalizzazione. 


Gli economisti Salvatore Bragantini e Lucrezia Reichlin dialogheranno su Quale pericolo per l'Italia, le banche o il debito pubblico?


Dal mondo delle imprese parteciperanno anche:Monica Maggioni, presidente della Rai (WWW: Wired Word War - La rete della fiducia e le trappole della paura)Oscar Farinetti, fondatore di Eataly; Edoardo Garrone, presidente del Gruppo ERG; il ministro Stefania Giannini con Evelina Christillin, presidente del Museo Egizio, e l'economista Severino Salvemini (La sostenibilità della cultura: economicità e qualità per una cultura sostenibile)Barbara Morgante, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia, con il giornalista Massimo RussoGiovanni Parapini, direttore Comunicazione RAI con Maurizio Beretta, responsabile a livello globale di Group Identity & Communications in Unicredit, Andrea Prandi, direttore comunicazione e relazioni esterne di Edison, e il direttore di Wired Federico FerrazzaKathryn Fink, amministratore delegato di Fox Networks Group ItalyAnnalisa Galardi di Wingage con l'autore teatrale e televisivo Carlo Turati; il direttore dell'Ente Parco di Portofino Alberto GiraniFrancesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo con il dirigente Luigi GubitosiEnrico Deluchi, presidente e managing director di Canon Italia; Alessandra Bianco, responsabile della direzione global public relations & events di Lavazza con il giornalista Marco Zatterinl'imprenditore Vittorio Malacalza dialogherà con Severino Salvemini nell'incontro dal titolo 31 minuti con Vittorio Malacalza.



FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE

III edizione

Camogli, 8 - 11 settembre 2016

 

Dopo le prime due edizioni che lo hanno affermato come uno degli appuntamenti culturali più importanti e apprezzati in Italia, tornerà a Camogli da giovedì 8 adomenica 11 settembre il Festival della Comunicazione (www.festivalcomunicazione.it). La manifestazione, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e organizzata dal Comune di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria. 

Quattro giornate, con oltre un centinaio di appuntamenti tra incontri, laboratori, spettacoli, mostre ed escursioni e più di 130 ospiti italiani e internazionali provenienti dal mondo della comunicazione, della letteratura, della scienza, delle imprese, della medicina e della psicologia, dell'arte, dei social network, del diritto, della filosofia. Il macrotema individuato per questa terza edizione da Umberto Eco: il world wide web. «Aveva già scelto il titolo della sua lectio Pro e contro il web»spiegano Rosangela Bonsignorio e Danco Singer «voleva, nelle giornate del Festival, analizzare tutte le implicazioni sociali, culturali, politiche, educative che questa rivoluzione ha comportato. E noi, con gli ospiti che hanno accettato il nostro invito, porteremo avanti il suo auspicio». 

A Camogli, in un clima di accoglienza e coinvolgimento, gli ospiti – storici volti del Festival o nuovi compagni di viaggio – discuteranno con un linguaggio accessibile a tutti le opportunità e le potenzialità di questo straordinario strumento, immaginando gli scenari futuri e le vie da seguire, a venticinque anni dalla pubblicazione del primo sito web.



Tutte le iniziative del Festival sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento posti. 


Per circa metà dei posti disponibili per ciascun evento sarà possibile effettuare una prenotazione online fino al 5 settembre.


Informazioni: www.festivalcomunicazione.it

Facebook: FestivalComunicazione - Twitter: FestivalCom

Instagram: festivalcomunicazione – CanaleYoutube: FestivalComunicazioneit



--
www.CorrieredelWeb.it

WEB e COMUNICAZIONE al Festival della Comunicazione (Camogli, 8 - 11 settembre)

WEB E COMUNICAZIONE

Oggi, grazie alla rete, ciascuno può accedere in tempo reale a una quantità di notizie come mai è successo prima: i mezzi di informazione tradizionali devono tenere conto di questo aspetto e adeguarsi. 


Si cercherà anche di capire l'influenza positiva e negativa dei social network e ci si interrogherà su quanto sia irreale la realtà virtuale e quanto le nostre percezioni e i nostri comportamenti possano essere manipolati da chi realizza le macchine su cui facciamo affidamento. 


quale futuro ci possiamo aspettare per l'Italia digitale?


Si affronterà il tema del cambiamento della trasmissione e fruizione di contenuti con Carlo Verdelli, direttore editoriale per l'informazione Rai, e il giornalista Carlo Rognoni, modera il giornalista Massimo Righi (Dalla stampa alla televisione al web: come cambia l'informazione)i giornalisti Mario Calabresi ("Verrà il turno della nostra generazione" - la voce delle nuove generazioni contro i venditori di paure) e Aldo Grasso (La televisione nell'età della convergenza), il car designer Chris Bangle con il direttore scientifico dell'IIT di Genova Roberto Cingolani, il direttore del centro di ricerca IBM di Zurigo Alessandro Curioni


Di social network dialogherà il giornalista Beppe Severgnini con Stefania Chiale (I social sono la palestra dell'odio?), mentre Charles Seife della New York University parlerà di Irrealtà virtuale: la rete i Big Data, informazione e verità


Sul lato "oscuro" della rete il semiologo Paolo Fabbri terrà la conferenza Deep Web, ovvero la comunicazione al nero, mentre il filosofo Marco Santambrogio rifletterà sulla memoria, nell'era di internet in cui tutto si trova facilmente, ma altrettanto facilmente si dimentica. 


Il sociologo Evgenij Morozov risponderà alla domanda La piattaforma del capitalismo arriverà a divorare se stessa?


Paolo Barberis, consigliere per l'Innovazione, discuterà con il giornalista Gianni Riotta e l'esperto di sicurezza informatica Andrea Stroppa sul tema Dal Rinascimento fiorentino, alla Silicon Valley: che futuro oggi per l'Italia digitale?


Il filosofo Maurizio Ferraris, infine, proporrà Documedialità: una ragion pratica per il web, mentre il giornalista Massimo Russo illustrerà com'è La vita in mondovisione


Interverranno anchel'autore televisivo Carlo Freccero; il filosofo Riccardo Fedrigai giornalisti Ferruccio de Bortoli con Stefano QuintarelliRoberto CotroneoFurio ColomboFederico Rampini (Il tradimento delle élites: globalizzazione, immigrazione, le promesse mancate)Carola Frediani; da Facebook Italia, il country managerLuca Colombo e da Twitter Italia il country managerSalvatore IppolitoMariangela Marseglia, responsabile europea di Amazon Prime Now; Fabio Vaccarono, country director di Google Italia.



FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE

III edizione

Camogli, 8 - 11 settembre 2016

 

Dopo le prime due edizioni che lo hanno affermato come uno degli appuntamenti culturali più importanti e apprezzati in Italia, tornerà a Camogli da giovedì 8 adomenica 11 settembre il Festival della Comunicazione (www.festivalcomunicazione.it). La manifestazione, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e organizzata dal Comune di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria. 

Quattro giornate, con oltre un centinaio di appuntamenti tra incontri, laboratori, spettacoli, mostre ed escursioni e più di 130 ospiti italiani e internazionali provenienti dal mondo della comunicazione, della letteratura, della scienza, delle imprese, della medicina e della psicologia, dell'arte, dei social network, del diritto, della filosofia. Il macrotema individuato per questa terza edizione da Umberto Eco: il world wide web. «Aveva già scelto il titolo della sua lectio Pro e contro il web»spiegano Rosangela Bonsignorio e Danco Singer «voleva, nelle giornate del Festival, analizzare tutte le implicazioni sociali, culturali, politiche, educative che questa rivoluzione ha comportato. E noi, con gli ospiti che hanno accettato il nostro invito, porteremo avanti il suo auspicio». 

A Camogli, in un clima di accoglienza e coinvolgimento, gli ospiti – storici volti del Festival o nuovi compagni di viaggio – discuteranno con un linguaggio accessibile a tutti le opportunità e le potenzialità di questo straordinario strumento, immaginando gli scenari futuri e le vie da seguire, a venticinque anni dalla pubblicazione del primo sito web.



Tutte le iniziative del Festival sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento posti. 


Per circa metà dei posti disponibili per ciascun evento sarà possibile effettuare una prenotazione online fino al 5 settembre.


Informazioni: www.festivalcomunicazione.it

Facebook: FestivalComunicazione - Twitter: FestivalCom

Instagram: festivalcomunicazione – CanaleYoutube: FestivalComunicazioneit



--
www.CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI