Cerca nel blog

venerdì 30 agosto 2013

Siria: esponiamo le bandiere della Pace!

Siria: esponiamo le bandiere della Pace!

Lista Civica Italiana chiede al governo italiano di essere promotore della pace e non spettatore della guerra.

 

 Si sta configurando un nuovo intervento 'umanitario' in Siria da parte dell'alleanza USA/GB/Francia/Turchia, con o senza l'egida dell'ONU:

una sconfitta della politica dice Lista civica italiana (LCI).

Finora l'Italia si e' limitata a comunicare che - senza l'egida dell'ONU - non fornirà supporto logistico. Questa e' una posizione di comodo, se non pilatesca, assolutamente insufficiente per il Paese che é al centro economico e politico del Mediterraneo e che e' il primo partner commerciale della Siria.

La Costituzione italiana, che LCI intende attuare, sancisce, all'articolo 11, che " L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali" . La storia recente ha mostrato che gli interventi armati condotti senza il coinvolgimento dell'ONU non hanno risolto i conflitti creando invece tensioni e morti.

LCI invita tutti gli italiani ad esporre la bandiera della pace sui propri balconi per esortare il governo italiano a prendere iniziative verso la comunità internazionale al fine di fermare le azioni di guerra da parte dell'alleanza citata e soprattutto a fermare la guerra civile in Siria che da mesi sta causando migliaia di vittime.

LCI ricorda infine che in un pianeta sovra-sfruttato come é il nostro, qualsiasi distruzione di beni fruibili é una assurdità che si ritorce contro tutta l'umanità.

 

Esponiamo quindi le bandiere della pace o lenzuola bianche sui balconi e firmiamo la petizione su www.change.org dal titolo "Siria: se vuoi la pace, prepara la pace".

 

--------------

LISTA CIVICA ITALIANA – CITTADINI PROTAGONISTI è un partito di recente formazione, creato da comuni cittadini e senza "capi carismatici", che si propone di ridare potere e voce ai cittadini cambiando le modalità di fare politica, eliminandone i privilegi e gli sprechi e praticando la democrazia diretta al proprio interno (uno vale uno).

LCI si propone di attuare la Costituzione italiana mettendo al centro dell'attenzione non i mercati bensì la Persona e le sue esigenze primarie per vivere serenamente Per info e per aderire www.listacivicaitaliana.org

Note:

Petizione: 
"Siria: se vuoi la pace, prepara la pace"

http://www.listacivicaitaliana.org

http://www.change.org 

http://www.peacelink.it/pace/a/38989.html

http://www.peacelink.it/tools/author.php?u=437

Somalia, Amnesty: stupri e violenza sessuale, minacce costanti per le sfollate

DENUNCIA DI AMNESTY INTERNATIONAL SULLA SOMALIA:

STUPRI E VIOLENZA SESSUALE, MINACCE COSTANTI PER LE SFOLLATE

In Somalia, le donne e le bambine che vivono nei campi improvvisati per le persone sfollate rischiano fortemente di subire stupri e altre forme di violenza sessuale: e' quanto ha dichiarato oggi Amnesty International, di ritorno da una missione di ricerca nel paese.

I ricercatori di Amnesty International hanno incontrato decine di donne e ragazze, alcune delle quali – una di soli 13 anni – erano state recentemente stuprate. La maggior parte di loro non ha presentato denuncia alla polizia temendo di essere stigmatizzata e nutrendo poca fiducia nella capacita' o nella volonta' delle autorita' di svolgere indagini.

'Molte delle donne che abbiamo incontrato vivono in rifugi fatti di pezzi di stoffa e di plastica, che non offrono alcuna sicurezza; nel contesto dell'assenza di legge che prevale nel paese e della mancanza di sicurezza all'interno di questi campi, non stupisce affatto che si verifichino questi orribili abusi' -  ha dichiarato Donatella Rovera, Alta consulente di Amnesty International sulle crisi.

Nella seconda parte di agosto, una ragazza di 14 anni che vive in un campo di Mogadisicio e' stata stuprata nella sua tenda e si sta appena riprendendo da un attacco di epilessia. Ha raccontato ad Amnesty International:

'Ho aperto gli occhi e c'era un uomo che mi stava togliendo i vestiti. Ho cercato di urlare ma lui mi ha stretto le mani alla gola. Mia cugina di 4 anni si e' svegliata e l'uomo le ha detto di stare zitta. Ha fatto quello che voleva fare e se n'e' andato'.

La nonna della ragazza ha dichiarato ad Amnesty International che i vicini, svegliati dalle urla della ragazza, hanno visto un uomo di 30 anni, con indosso un kikoi (un abito tradizionale) e con un bakor (un bastone da passeggio), allontanarsi dalla tenda e correre via.

Un'altra donna, madre di cinque figli, ha raccontato ad Amnesty International di essere riuscita ad allontanare un uomo armato che era entrato nella sua tenda per stuprarla, agli inizi di agosto. Durante la lotta, l'uomo le ha sparato su entrambe le mani. A seguito di questo episodio, la donna ha perso il figlio di cui era incinta di tre mesi.

Sebbene l'aggressione sia stata segnalata alla polizia, questa non ha aperto alcuna indagine.

Le indagini, i processi e le condanne per stupro e altre forme di violenza sessuale sono un fatto raro in Somalia e pertanto le sopravvissute sono poco incentivate a presentare denuncia alla polizia. Alcune donne hanno subito ulteriori abusi e stigma.

Le procedure eseguite dalla polizia, tra cui interrogatori privi di tatto e invadenti, acuiscono spesso lo stigma nei confronti di chi e' sopravvissuta alla violenza sessuale.  Nonostante l'alto numero di aggressioni sessuali, le poliziotte in servizio sono poche.

Secondo le Nazioni Unite, nel 2012 in Somalia vi sono stati almeno 1700 casi di stupro nei campi per i profughi interni, il 70 per cento dei quali ad opera di uomini armati che indossavano uniformi governative. Quasi un terzo delle sopravvissute aveva meno di 18 anni.

'L'incapacita' e la mancanza di volonta', da parte delle autorita' somale, d'indagare su questi crimini e portare i responsabili di fronte alla giustizia, rende le sopravvissute allo stupro ancora piu' sole e contribuisce al clima d'impunita' che rende certi gli aggressori che riusciranno a farla franca' – ha sottolineato Rovera. 'Occorrono azioni concrete per assicurare giustizia alle vittime e inviare il segnale chiaro e inequivocabile che la violenza sessuale non puo' essere e non sara' tollerata'.

Due decenni di conflitto e di carestie periodiche hanno costretto centinaia di migliaia di somali a lasciare le loro case per rifugiarsi in campi sempre piu' grandi e affollati, nei quali la sicurezza e' assente e le condizioni umanitarie agghiaccianti. Sebbene le condizioni di sicurezza nel paese siano migliorate, in Somalia c'e' ancora oltre un milione di sfollati.

FINE DEL COMUNICATO                                                            
Roma, 30 agosto 2013

Il documento 'Rape and sexual violence in Somalia – An ongoing epidemic' e' disponibile in lingua inglese all'indirizzo:
http://www.amnesty.it/Somalia-stupri-e-violenza-sessuale-su-donne-e-bambine-sfollate e presso l'Ufficio Stampa di Amnesty International Italia.  


mercoledì 28 agosto 2013

I have a dream. Il celebre discorso di Martin Luther King compie 50 anni

Il celebre discorso di Martin Luther King compie 50 anni

"I have a dream"




"In questo nostro procedere verso la giusta meta non dobbiamo macchiarci di azioni ingiuste.Cerchiamo di non soddisfare la nostra sete di libertà bevendo alla coppa dell'odio e del risentimento. Dovremo per sempre condurre la nostra lotta al piano alto della dignità e della disciplina. Non dovremo permettere che la nostra protesta creativa degeneri in violenza fisica. Dovremo continuamente elevarci alle maestose vette di chi risponde alla forza fisica con la forza dell'anima"


                         Martin Luther King





Il celebre discorso di Martin Luther King compie 50 anni
 "I have a dream"- Ho un sogno
 di Laura Tussi
e Fabrizio Cracolici - Presidente A.N.P.I. Sezione di Nova Milanese
  
"In questo nostro procedere verso la giusta meta non dobbiamo macchiarci di azioni ingiuste.Cerchiamo di non soddisfare la nostra sete di libertà bevendo alla coppa dell'odio e del risentimento. Dovremo per sempre condurre la nostra lotta al piano alto della dignità e della disciplina. Non dovremo permettere che la nostra protesta creativa degeneri in violenza fisica. Dovremo continuamente elevarci alle maestose vette di chi risponde alla forza fisica con la forza dell'anima"
Martin Luther King

Il nome di Martin Luther King viene accostato a quello di Gandhi in quanto fu una delle più grandi e importanti personalità impegnate a realizzare e attualizzare i valori della pace e della nonviolenza nel mondo. Martin Luther King fu riconosciuto come apostolo instancabile della Resistenza Nonviolenta, paladino e riferimento degli ultimi, degli oppressi, degli emarginati, dei reietti, sempre in prima linea per i diritti di tutti gli esseri umani, nel superamento e abbattimento di ogni stereotipo e pregiudizio etnico, tramite il metodo della Resistenza Nonviolenta, quale arma più potente a disposizione degli oppressi nella lotta per la giustizia sociale e la dignità umana. "Io ho un sogno" sottintendeva l'attesa spasmodica che King coltivava da sempre, assieme a molte altre persone, perché ogni uomo venisse riconosciuto uguale ad ogni altro, con gli stessi diritti e prerogative, contro ogni razzismo. Martin Luther King considerava l'egoismo un male distruttivo per l'essere umano. Affermava che una persona che non fosse pronta a morire per un ideale giusto e onesto, non potesse essere "pronta a vivere", perché le qualità di un uomo si mostrano solo quando è necessario affrontare una situazione difficile, per cui il coraggio, sorretto dalla forza delle idee e della verità, può vincere ogni paura. Il pensiero di Martin Luther King si espresse criticamente sia contro il capitalismo selvaggio, sia contro il socialismo reale. Il capitalismo è fonte di libertà e ricchezza solo per alcuni, solo per una stretta minoranza, ma al contempo causa di impoverimento etico, spirituale e culturale perché produce gretto materialismo e consumismo sfrenato, così come il comunismo sovietico, comunque nato da giuste esigenze di uguaglianza, con l'imposizione totalitaria della dittatura, invece, distrugge la libertà individuale, con i mezzi del potere aberranti e crudeli.
Il "sogno" di Martin Luther King e di noi tutti è un mondo privo di ingiustizie, discriminazioni, di indifferenza, di odio e violenza nei confronti di chi è più debole e cerca accoglienza e aiuto, dove l'altro, il diverso, l'oppresso, l'emarginato possano riscattarsi da una condizione di subalternità e ghettizzazione, in nome della Nonviolenza e della forza degli ideali, sorretta dalla verità. L'uguaglianza di diritti e il valore della diversità dei caratteri umani sono presupposti cardine, imprescindibili contro ogni razzismo imperante, che ancora attualmente si impone nella nostra società, sempre più orientata a modelli egoistici di prevaricazione sull'altro, arroccata sulla violenza, anche tramite la schiacciante indifferenza. Il razzismo che irrompe ancora tramite il revanchismo delle nuove destre, sorretto dai perversi sistemi dell'alta finanza speculativa dei signori della guerra e dei mercanti di morte, con l'imposizione dei mitologemi della razza e dell'eroe, con le istituzioni di evidente matrice neofascista e neonazista, che prepotentemente prendono il sopravvento in questa nostra società, dove si ramifica il cancro della violenza, dell'egoismo, dell'individualismo, del consumismo sfrenato, dove si impone anche il capitalismo quale brutale potenza in grado di annientare ogni forma di rivendicazione di giustizia sociale e dignità umana. I principi valoriali della giustizia sociale sono appunto il cardine delle Costituzioni Antifasciste di tutti i Paesi che si sono opposti al regime, con la Resistenza al terrore nazifascista, e le Costituzioni che li sanciscono vanno salvaguardate da qualsiasi volontà aberrante e intenzione negativa di manipolazione revisionista, che vada contro il bene comune dell'umanità.

Note:


www.peacelink.it/pace/a/38947.html
www.peacelink.it/tools/author.php?u=437

martedì 27 agosto 2013

Blu Express Summer 2013, il primo volo low cost che collegherà Roma a Mosca

Blue Panorama, Blu Express, novità della summer 2013 i voli per la Grecia da Roma con destinazione Cefalonia e Zante: da Catania nuovi voli per Mikonos e Santorini.IF
Grande novità della programmazione per l’estate 2013 di Blu-express.com è il primo volo low cost che collegherà Roma a Mosca. Blue Panorama Airlines, attraverso il suo marchio no frills, si è infatti aggiudicata la gara pubblica per la designazione, quale secondo vettore italiano, ad effettuare i collegamenti aerei fra le due capitali. Dal 1° di aprile operativi i collegamenti tra Fiumicino e l’aeroporto Domodedovo, il più confortevole della metropoli russa, con 2 frequenze settimanali: il lunedì ed il venerdì sera dall’Italia; il martedì mattina ed il sabato dalla Russia.
Questo programma voli riflette le preferenze tipiche dei viaggiatori russi che vanno dal city break di 4 giorni, alla vacanza tipo di una settimana o 10 giorni, in modo da godere appieno delle bellezze della capitale italiana. Naturalmente la possibilità del long week-end a partire dal venerdì sera è di grande attrattiva anche per il pubblico italiano.
Quello russo verso l’Italia è infatti uno dei principali mercati e Blu-express.com ha già raggiunto accordi con tour operator locali, alcuni dei quali collaborano con soddisfazione ai servizi che il vettore opera da Palermo per Mosca e San Pietroburgo, destinazioni servite per il 3° anno consecutivo. I biglietti per i voli tra Mosca e Roma sono già disponibili sui www.blue-panorama.com e www.blu-express.com, nonché sui terminali GDS (Global Distribution System) utilizzati da tutte le migliori agenzie di viaggio.
Le novità dell’Estate 2013 di Blu-express.com che vedono protagonista lo scalo capitolino non si limitano alla Russia. Prime assolute sono infatti i voli per la Grecia con partenza da Roma per Cefalonia – la maggiore delle isole Ionie – e Zante (o Zacinto), celebre per aver dato i natali a Ugo Foscolo che ne cantò le bellezze in un famoso sonetto. Da allora sono passati oltre 2 secoli, ma la bellezza di queste due amatissime mete è ancora pura poesia. Altra novità sono i voli da Catania per Mykonos – l’isola greca più chic, elegante e mondana – e per Santorini, la maggiore delle 12 isole che compongono l’omonimo arcipelago di origine vulcanica.
Per il marchio no frills di Blue Panorama Airlines una stagione estiva di conferma del posizionamento altamente competitivo che il vettore ha raggiunto sull’area mediterranea. Per questo Blu-express propone un programma estivo ancora più completo con i voli stagionali con destinazione Grecia in partenza da Roma per Corfù, Creta, Kos, Mykonos, Preveza (Lefkada), Rodi, Santorini e Skiathos, e da Catania per Creta. Confermato inoltre l’operativo per la Spagna con i voli da Roma Fiumicino per Ibiza, Minorca e Palma de Mallorca; quello per la Turchia con il volo da Roma per Bodrum; ed i collegamenti da Milano Malpensa e Roma Fiumicino per le isole di Lampedusa e Pantelleria.
Proseguono naturalmente le rotte annuali del brand low cost del gruppo Blue Panorama Airlines con collegamenti fra Roma e Catania, Palermo, Torino e Nizza, ed i voli da Bari per Catania e Palermo, e da Reggio Calabria per Roma e Milano.
Blue Panorama Airlines propone per il lungo raggio, una programmazione estiva in linea con la tradizione di compagnia di riferimento sulle più incantevoli destinazioni leisure. Blue Panorama Airlines opererà su tutte le principali isole e destinazioni dei Caraibi a cominciare da Cuba dove, da est ad ovest, vengono raggiunte le affascinanti destinazioni di Holguin, Santiago de Cuba, Cayo Largo e l’Havana. Ed ancora Repubblica Dominicana, Messico e Giamaica. L’attività di medio raggio per il turismo organizzato, che vede nella Primavera/Estate la stagione di massima attività, registra un consolidamento dei flussi turistici verso le principali destinazioni balneari del Mar Rosso e del Mediterraneo. Blue Panorama continua ad offrire per i più richiesti prodotti da “fine settimana” massima disponibilità di flotta verso le mete di Marsa Alam, Sharm El Sheikh ed El Alamein in collaborazione con i principali tour operator italiani.
FONTE: ostiatv.it

Kossovo, rapporto Amnesty: l'Onu deve rimediare ai fallimenti nelle indagini sugli scomparsi

RAPPORTO DI AMNESTY INTERNATIONAL SUL KOSSOVO: LE NAZIONI UNITE DEVONO RIMEDIARE AI FALLIMENTI NELLE INDAGINI SUGLI SCOMPARSI


In un rapporto lanciato alla vigilia del dibattito che si svolgera' il 29 agosto al Consiglio di sicurezza, Amnesty International ha denunciato che la Missione di amministrazione provvisoria delle Nazioni Unite in Kossovo (Unmik) ha clamorosamente mancato di indagare sul rapimento e sull'uccisione di serbi kossovari nel periodo successivo al conflitto del 1998-99.

'Il fallimento dell'Unmik nelle indagini su quello che ha costituito un diffuso e sistematico attacco contro la popolazione civile e che potrebbe configurarsi come crimine contro l'umanita', ha favorito il clima di impunita' che prevale in Kossovo' - ha dichiarato Sian Jones, ricercatrice di Amnesty International sul Kossovo.

Non c'e' prescrizione per i crimini contro l'umanita'. Questi devono essere indagati e le famiglie delle persone rapite e uccise devono essere risarcite. Le Nazioni Unite non possono continuare a venir meno alle loro responsabilita'.

Nel rapporto 'Kossovo, l'eredita' dell'Unmik: mancata giustizia e riparazione per i familiari delle persone rapite', Amnesty International denuncia come l'Unmik non sia riuscita a indagare sulle denunce di rapimenti e uccisioni, nonostante uno degli incarichi affidatole dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite fosse proprio la  tutela dei diritti umani in Kossovo.

Il rapporto si basa sui risultati iniziali del Gruppo di lavoro sui diritti umani (Hrap) istituito dal'Unmik per ricevere le denunce di coloro che ritengono che i propri diritti siano stati violati dalla stessa Unmik. L'Hrap ha ricevuto circa 150 denunce da parenti di persone scomparse, principalmente serbi kossovari che si presume rapiti da membri dell'Esercito di liberazione del Kossovo (Uck).  In ogni denuncia si sostiene che l'Unmik non abbia saputo indagare in modo adeguato.

L'Hrap ha rilevato che in diversi casi l'Unmik non e' stata in grado di presentare alcuna prova che l'inchiesta fosse stata compiuta, mentre in altri la polizia dell'Unmik sembra aver interrotto le indagini non appena il corpo della vittima era stato consegnato ai parenti. In un caso, la polizia dell'Unmik era persino ignara che due corpi erano gia' stati ritrovati e restituiti alla famiglia per la sepoltura.

Nonostante le conclusioni e le raccomandazioni dell'Hrap, non sembra che l'Unmik abbia preso ulteriori misure per fornire risarcimento e riparazione.

Anche se il rapporto si focalizza sui rapimenti di serbi del Kossovo, presumibilmente da parte dell'Uck, le ricerche di Amnesty International hanno evidenziato che anche nelle indagini sulle sparizioni forzate di persone di etnia albanese da parte delle forze serbe l'Unmik non ha conseguito risultati migliori.

A partire dal biennio 1999-2000, Amnesty International ha monitorato l'operato dell'Unmik in una serie di casi emblematici di sparizione forzata e rapimento. In cinque casi, che riguardano la sparizione forzata di 27 albanesi, nessun colpevole e' stato ancora assicurato alla giustizia. In altri 10 casi, relativi al rapimento di 13 serbi e rom, un solo responsabile e' stato assicurato alla giustizia, ma dalle autorita' serbe.

Per quasi un decennio dopo il conflitto, la polizia dell'Unmik e i pubblici ministeri non  hanno saputo avviare tempestivamente indagini efficaci, indipendenti, imparziali e accurate sulle numerose segnalazioni di sparizioni forzate e rapimenti. Di conseguenza, pochi dei sospettati per crimini di guerra e contro l'umanita' sono stati assicurati alla giustizia nei tribunali internazionali o nazionali.

'Gli anni sono passati e il destino della maggioranza dei dispersi su entrambi i fronti del conflitto e' ancora irrisolto, con le loro famiglie ancora in attesa di giustizia. I casi considerati finora dall'Hrap rivelano come le vittime di violazioni dei diritti umani siano state lasciate nel limbo a causa della mancanza di volonta' all'interno del sistema delle Nazioni Unite per garantire che ricevessero un risarcimento adeguato e altre forme di riparazione' – ha commentato Jones.

Le responsabilita' dell'Unmik in materia di ordine pubblico e giustizia sono cessate il 9 dicembre 2008, quando la Missione dell'Unione europea per lo stato di diritto in Kossovo (Eulex) ha assunto funzioni giudiziarie e di polizia. Questo passaggio di consegne ha incluso la responsabilita' per l'accertamento e il perseguimento di reati gravi, compresi i crimini di diritto internazionale. L'Eulex ha cosi' ereditato 1.187 crimini di guerra che l'Unmik aveva omesso di indagare.

'Mentre ora spetta all'Eulex aprire le indagini su casi di rapimenti e omicidi compiuti nel dopoguerra, l'Unmik deve rendere disponibili fondi sufficienti per assicurare ai parenti degli scomparsi compensi adeguati ed effettivi per i danni morali e per il loro dolore e la sofferenza, in conformita' con la legge e gli standard internazionali' – ha sottolineato Jones.

'Le eredita' del conflitto in Kossovo devono essere risolte. E per risolverle bisogna scoprire la verita' sul destino delle persone scomparse di tutte le comunita' del Kossovo, portare di fronte alla giustizia i responsabili di crimini di guerra e crimini contro l'umanita' e fornire riparazione. Solo quando questo accadra', le ferite del passato potranno rimarginarsi' – ha concluso Jones.

Il rapporto 'Kossovo, l'eredita' dell'Unmik: mancata giustizia e riparazione per i familiari delle persone rapite' e' disponibile in lingua italiana e inglese all'indirizzo: http://www.amnesty.it/Kossovo-Nazioni-Unite-rimedino-ai-fallimenti-nelle-indagini-sugli-scomparsi e presso l'Ufficio Stampa di Amnesty International Italia.  


martedì 20 agosto 2013

Blu-express per volare in Italia a prezzo congelato

Blu-express lancia la promozione “Prezzo congelato, gusto risparmio” per volare in Italia con una tariffa davvero conveniente. La promozione mette a disposizione 16.000 posti per volare sulle destinazioni italiane della compagnia dal 9 settembre al 15 dicembre 2013 ed è valida per acquisti fino al 26 agosto. Prenotando sui siti www.blue-panorama.com e www.blu-express.comsi avrà la possibilità di volare al prezzo congelato di € 34,98.
Blu Express prezzi congelati
Blu-express, il marchio low cost di Blue Panorama Airlines, lancia la promozione “Prezzo congelato, gusto risparmio” per volare in Italia con una tariffa davvero conveniente. La promozione, il cui simpatico visual gioca con le parole “congelato”- riferito al prezzo bloccato – e “con gelato” – ovvero un gelato al gusto di risparmio – mette a disposizione 16.000 posti per volare sulle destinazioni italiane della compagnia dal 9 settembre al 15 dicembre 2013 ed è valida per acquisti fino al 26 agosto.
Prenotando sui siti www.blue-panorama.com e www.blu-express.com si avrà la possibilità di combattere il caldo ed assaporare il gusto di volare al prezzo congelato di € 34,98. La tariffa indicata è di sola andata, include tasse aeroportuali, supplemento carburante ed il trasporto di un bagaglio in cabina. La tariffa è soggetta ai termini e condizioni di trasporto Blue Panorama Airlines.
Potranno usufruire della promozione tutti coloro che voleranno in Italia sulle tratte blu-express: Roma Fiumicino – Catania; Catania – Roma Fiumicino; Roma Fiumicino – Palermo; Palermo – Roma Fiumicino; Roma Fiumicino – Torino; Torino – Roma Fiumicino; Roma Fiumicino – Reggio Calabria; Reggio Calabria – Roma Fiumicino; Milano Linate – Reggio Calabria; Reggio Calabria – Milano Linate; Bari – Catania; Catania – Bari; Bari – Palermo; Palermo – Bari.
FONTE: Il Velino

Blue Panorama Airlines è una compagnia aerea a capitale privato totalmente italiano, che opera con voli di linea intercontinentali, internazionali e domestici, nel mercato dei charter inclusive tour a lungo, medio e breve raggio e voli ad hoc. La sua strategia è quella di fornire un servizio ai massimi livelli di cortesia ed affidabilità rivolto alla clientela privata, ai tour operator ed alle aziende. E’ inoltre attiva nel mercato dei voli low cost, con il proprio marchio “no frills” Blu-express.

Riconversione Priolo, Versalis firma accordo di partnership con Neville Venture

Tecnologia Versalis, resine idrocarburiche, queste nuove produzioni ad alto valore aggiunto, sinergiche in particolare con il business degli elastomeri, saranno destinate a settori applicativi specialistici come quelli degli adesivi, degli inchiostri, delle vernici e delle gomme. Programma di riconversione di Priolo esempio di modello industriale integrato per l’innovazione e la valorizzazione delle eccellenze tecnologiche.
Versalis (Eni) ha siglato un accordo di partnership strategica con Neville Venture per la produzione di resine idrocarburiche da realizzarsi presso lo stabilimento Versalis di Priolo, e ha finalizzato un accordo di licenza relativo alle materie prime destinate alla produzione delle resine stesse. Queste nuove produzioni ad alto valore aggiunto, sinergiche in particolare con il business degli elastomeri, saranno destinate a settori applicativi specialistici come quelli degli adesivi, degli inchiostri, delle vernici e delle gomme.
Eni_210
Neville Venture è una joint venture tra le società americane Neville Chemical, produttore di resine sintetiche, e GTC, società di ingegneria e tecnologia nel settore chimico, della raffinazione e del gas.
La partnership costituisce un passo significativo all’interno del progetto di rilancio del sito di Priolo, confermandone la centralità nel piano strategico di Versalis. Le nuove tecnologie permetteranno, infatti, di realizzare gli impianti di produzione di resine idrocarburiche consentendo una maggiore valorizzazione dei feedstock provenienti dal cracker. La presenza di un promettente mercato per questi prodotti a livello europeo, dove Versalis ha una presenza commerciale capillare e consolidata, rappresenta un ulteriore fattore qualificante, che rende questo progetto estremamente importante per la società.
eni
“Il programma di riconversione di Priolo rappresenta un esempio di modello industriale integrato e l’accordo appena siglato è un segno tangibile dell’impegno di Versalis nell’innovazione e nell’applicazione delle eccellenze tecnologiche necessarie alla valorizzazione del sito – commenta Daniele Ferrari Ad Versalis - “Il percorso intrapreso ci permette di trovare soluzioni di business innovative, che si traducono a loro volta in opportunità per il territorio e per le comunità dove operiamo”.
FONTE: eni.com

lunedì 19 agosto 2013

Flavio Cattaneo, compensazione ambientale in Val D’Ossola Sud

Piemonte, avviati due importanti interventi di compensazione ambientale connessi alla razionalizzazione della rete della Val D’Ossola Sud. Terna, guidata dall’AD Flavio Cattaneo, è impegnata con un investimento di 100 milioni di euro: 90 km di nuovi elettrodotti hanno sostituito oltre 170 km di vecchie linee. Il progetto prevede, inoltre, due importanti lavori di compensazione ambientale, alla Riserva Naturale del Monte Mesma e alla linea Cadorna, per la valorizzazione delle risorse del territorio in un ambito paesaggistico, turistico e storico-culturale di notevole rilievo.
LineaCadorna
Al via due importanti interventi di compensazione ambientale connessi alla razionalizzazione della rete della Val D’Ossola Sud, alla punta estrema del Piemonte, otto splendide valli e diverse zone protette. Qui Terna, guidata dall’AD Flavio Cattaneo, è impegnata con un investimento di 100 milioni di euro in una delle aree considerate più importanti per il Piemonte: 90 km di nuovi elettrodotti hanno sostituito oltre 170 km di vecchie linee. Il progetto prevede anche altri due importanti lavori di compensazione ambientale per la valorizzazione delle risorse del territorio in un ambito paesaggistico, turistico e storico-culturale di notevole rilievo.
Il primo riguarda la Riserva Naturale del Monte Mesma, 13 ettari di bosco posti a ridosso del Lago d’Orta, all’interno del quale si trova un convento dei frati francescani, parte del percorso dei Sacri Monti dell’Italia Settentrionale. Si tratta di costruzioni erette fra il XVI e il XVII secolo, dedicate a diversi aspetti della fede cristiana e che contengono reperti artistici importanti tanto che nel 2003 l’UNESCO ha iscritto il sito “Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia” nella Lista del Patrimonio Mondiale.
Sono due i cammini della Via Crucis che risalgono alla vetta del Monte Mesma. Terna si occuperà di ripulire e ripristinare i percorsi anche con un’attività di rimboscamento, restituendo così agli abitanti e ai turisti uno dei luoghi più suggestivi della zona.
Il secondo intervento riguarda una zona dal forte sapore storico: stiamo parlando della linea Cadorna, nei pressi di Ornavasso, uno dei sentieri di guerra più famoso meglio noto come “Occupazione avanzata Frontiera Nord”. La Linea Cadorna era di fatto un sistema discontinuo di fortificazioni – promossa dal Capo di Stato Maggiore dell’esercito Luigi Cadorna e realizzato tra il 1911 e il 1916, con ingente dispiegamento di uomini e mezzi – per fare fronte a una possibile invasione tedesca dalla Svizzera, la cui neutralità non era ritenuta garanzia sufficiente a scongiurare un attacco. La linea difensiva, in area di confine, andava dall’Ossola alle Orobie e i suoi punti strategici erano situati in corrispondenza con i presunti assi di penetrazione dal territorio Svizzero. In Ossola, la “Linea Cadorna” era una delle principali linee di difesa 5a Armata, tracciate il 28 luglio 1916 dal generale Cadorna. Diventata in tempi più recenti zona di escursioni e passeggiate, una delle aree più esposte del percorso è stata oggetto di un grave incendio nel 2007. Ora grazie a Terna, la zona verrà ripopolata di specie boschive autoctone e il sentiero trekking che affaccia sulla splendida valle ripulito per accogliere nuovamente i visitatori.

FONTE: Terna

giovedì 15 agosto 2013

Estate 2013 BluExpress: Ancora indeciso? Vola blu-express!

La bussola delle vacanze di Blu Express. Destinazioni estate Blu Express, Tra Spagna, Grecia, Lampedusa, Pantelleria, Nizza, Mosca e tutte le destinazioni del network di Blu Express e Blue Panorama Airlines.
destinazioni blue panorama
Viaggiare a basso costo senza rinunciare a puntualità, comfort e a un servizio di qualità.
Estate 2013, ecco le tratte del network di Blu Express e Blue Panorama Airlines  in offerta:
Roma-Ibizadal 21 giugno al 15 settembre
Roma-Mahon (Menorca)dal 18 luglio al 29 agosto
Roma-Palma de Mallorcadal 18 luglio al 1 settembre
Roma-Cefalonia (Kefallinia)dal 18 luglio al 29 agosto
Roma-Corfùdal 21 giugno al 13 settembre
Roma-Creta (Heraklion)dal 19 luglio al 1 settembre
Roma-Kosdal 18 luglio 30 agosto
Roma-Mykonosdal 20 giugno al 15 settembre
Roma-Preveza (Lefkada)dal 18 luglio al 29 agosto
Roma-Rodidal 18 luglio al 1 settembre
Roma-Santorini (Thira)dal 20 giugno al 15 settembre
Roma-Skiathosdal 18 luglio al 30 agosto
Roma-Zante (Zakinthos)dal 18 luglio al 29 agosto
Roma-Mosca (Domodedovo)dal 1 aprile al 25 ottobre
Roma-Lampedusadal 20 giugno 15 settembre
Roma-Pantelleriadal 21 giugno al 13 settembre
Roma-Bodrumdal 22 luglio al 2 settembre
Catania-Creta (Heraklion)dal 23 luglio al 27 agosto
Catania-Mykonosdal 23 luglio al 27 agosto
Catania-Santorini (Thira)dal 24 luglio al 28 agosto
Catania-Rodidal 24 luglio al 28 agosto
Milano-Lampedusadal 18 luglio al 1 settembre
Milano-Pantelleriadal 19 luglio al 30 agosto
destinazioni estate bluexpress
La bussola delle vacanze di Blu Express. Destinazioni estate Blu Express, Tra Spagna, Grecia, Lampedusa, Pantelleria, Nizza, Mosca e tutte le destinazioni del network di Blu Express e Blue Panorama Airlines.
Blue Panorama Airlines è una compagnia aerea a capitale privato totalmente italiano, che opera con voli di linea intercontinentali, internazionali e domestici, nel mercato dei charter inclusive tour a lungo, medio e breve raggio e voli ad hoc. La sua strategia è quella di fornire un servizio ai massimi livelli di cortesia ed affidabilità rivolto alla clientela privata, ai tour operator ed alle aziende.
La flotta Boeing 737 di Blue Panorama Airlines opera anche con il marchio low cost Blu-express.com. Blu-express.com è attualmente il secondo vettore su Fiumicino per il traffico domestico, con voli fra Roma Fiumicino e Catania, Palermo, Torino e Nizza. Blu-express.com vola anche da Bari per Catania e Palermo, e da Reggio Calabria per Roma e Milano. Sono inoltre attivi collegamenti stagionali per la Grecia con voli fra Roma e Corfù, Creta, Kos, Mikonos, Preveza (Lefkada), Rodi, Santorini e Skiathos; per la Spagna con voli fra Roma ed Ibiza, Minorca e Palma de Mallorca; per la Turchia con il volo da Roma per Bodrum; ed i collegamenti da Milano Malpensa e Roma Fiumicino per le isole di Lampedusa e Pantelleria. Novità assolute della Summer 2013 sono i voli per la Grecia con partenza da Roma per Cefalonia e Zante, e da Catania per Mykonos e Santorini. Non meno atteso è il primo volo low cost che da aprile collega Roma a Mosca, atterrando 2 volte a settimana presso il più confortevole aeroporto Domodedovo.

lunedì 12 agosto 2013

Flavio Cattaneo: Piossasco, inaugurata l'innovativa infrastruttura

Piossasco, via all’elettrodotto italo-francese. Inaugurata l’innovativa infrastruttura che permetterà di risparmiare sul costo dell’elettricità e che farà finalmente dell’Italia un Paese esportatore di energia.
La realizzazione del cavo interrato a corrente continua più lungo del mondo, incrementerà l’interscambio energetico fra i due Paesi e consentirà all’Italia di ottimizzare le rinnovabili con un impatto ambientale minimo. L’Ad di Terna Flavio Cattaneo: “Diventeremo esportatori”.

Bonifica frattamaggiore

Inaugurato a Piossasco, in Piemonte, il cantiere per realizzare il cavo interrato a corrente continua più lungo del mondo, che incrementerà l’interscambio energetico fra i due Paesi: la fine dei lavori (che sul versante francese inizieranno solo fra 6 mesi) è prevista nel 2019 e consentirà all’Italia di ottimizzare le rinnovabili ed esportare. Quasi 200 km di cavo interrato, con tecnologia d’avanguardia a corrente continua, che collegherà Italia e Francia senza il minimo impatto sull’ambiente e sul paesaggio ma con impatti più che positivi sul mercato dell’energia.
L’innovativa infrastruttura che col tempo permetterà di risparmiare sul costo dell’elettricità e che farà finalmente dell’Italia un Paese esportatore di energia e non solo importatore, è frutto della collaborazione tra Terna e la francese Rte, con la virtuosa partecipazione degli enti pubblici locali e il co-finanziamento della Commissione europea. Proprio sull’asse di territorio che vede ancora i cantieri dell’alta velocità ferroviaria contestati e di fatto fermi, il corridoio elettrico tra i due Paesi è invece già partito e diventerà nel 2019, anno della prevista conclusione dei lavori, il collegamento sotterraneo e invisibile più lungo del mondo, facendo dei due Paesi divisi dalle Alpi i rispettivi primi partner nell’interscambio energetico. “Ci saranno però voluti 12 anni per farlo”, ricorda Dominique Maillard, presidente della transalpina Reseau de Transport d’Electricité.
Ma i benefici sono molti di più dei punti d’ombra rilevati dal partner francese nel corso dell’inaugurazione di Piossasco, piccolo centro in provincia di Torino dove si può dire che tutto ebbe inizio, visto che grazie al suo cittadino più famoso, Alessandro Cruto, proprio qui fu utilizzata per la prima volta, il 16 maggio 1883, la lampadina elettrica ad incandescenza. Esattamente 130 anni dopo, un invisibile cavo che parte da Grand’Ile, in Savoia, e attraverso un lungo viaggio nascosto fra strade, ponti e gallerie (compresi i 13 km del traforo del Frejus) giunge in Piemonte, garantirà sostenibilità ecologica, risparmio energetico e creazione di posti di lavoro, nell’ottica di un mercato unico dell’energia europea che vede nella collaborazione Italia-Francia un importante passo, già sancito ai tempi delle presidenze di Prodi e Sarkozy con gli accordi bilaterali di Nizza del 2007. Il tutto grazie soprattutto a un forte investimento di Terna, società in piena salute che nel 2012 ha fatturato oltre 1,8 miliardi di euro con utili a 464 milioni, come sottolineato al “taglio del nastro” dall’amministratore delegato Flavio Cattaneo: “Dalla sua nascita (nel 2004, ndr) Terna ha fatto investimenti per 8 miliardi, di cui 1,5 miliardi solo nel 2013, e con altri 7,9 miliardi già stanziati per i prossimi dieci anni”. Investimenti, come l’elettrodotto italo-francese denominato “Piemonte-Savoia”, che consentiranno al Paese di diventare negli anni sempre più esportatore e sempre meno importatore, come riconosciuto dallo stesso Maillard: “La nuova infrastruttura permetterà di ottimizzare le energie rinnovabili, sulle quali l’Italia è avanti, soprattutto grazie al fotovoltaico”. Energia che potrà dunque essere venduta alla Francia, specialmente nei periodi invernali, in cui il Paese transalpino non sempre riesce a soddisfare la propria domanda interna. Oltretutto sempre lo stesso presidente della società di trasporto elettrico francese ricorda che, verrebbe da dire una volta tanto, è l’Italia ad aver investito di più e ad essere più avanti nei lavori: “Mentre oggi a Piossasco si dà il via, in Francia inizieremo solo fra 6 mesi”.

FONTE: Terna

venerdì 9 agosto 2013

Blu Express Nightstop: Torino aereo treno, low cost Caselle Fiumicino

Torino aereo treno, night stop, Blu Express scrive al blog “Allacciate le cinture” de LaStampa.it: “Così cercheremo di battere la concorrenza dell’Alta Velocità. Per essere più competitivi introdurremmo il night stop di un aeromobile a Caselle”. Le nuove operazioni sulla tratta Torino Roma sono state programmate appositamente in fasce orarie in cui il treno offre un prodotto non soddisfacente, garantendo comunque delle tariffe low cost molto convenienti per raggiungere velocemente Roma. 
Blu_Express_Nightstop_480
Spett.le Redazione Allacciate le cinture”, in merito all’articolo “Tramonto il Roma di Blu Express. Dal 2 settembre un volo al giorno” apparso sul vostro sito, circa il nuovo operativo della tratta Torino-Roma, Blue Panorama Airlines ritiene doveroso fare una serie di precisazioni. La nuova programmazione riflette l’esigenza di razionalizzare l’offerta voli della compagnia rispetto ai flussi di traffico effettivamente sviluppati dalla tratta, cercando al contempo di soddisfare al meglio le necessità dei passeggeri torinesi di raggiungere Roma, durante la settimana per motivi di lavoro o per motivi di piacere durante il week-end. I nuovi orari prevedono voli fra Roma e Torino a partire dal 1° settembre, in anticipo di due settimane rispetto a quanto precedentemente annunciato.
BluExpress_480
I nuovi operativi sono tagliati su misura per chi, durante la settimana, da Torino deve arrivare a Roma in giornata, con partenza dallo scalo di Caselle alle ore 7:45 ed arrivo a Fiumicino alle ore 8:55, un’ora in anticipo rispetto al primo treno ad alta velocità in servizio fra le due città. Il rientro alla sera è previsto in partenza da Roma per il comodo orario delle ore 19:00, con arrivo presso il capoluogo piemontese alle 20:15, giusto in tempo per la cena, in vantaggio di quasi tre ore rispetto all’ultimo treno ad alta velocità.
Durante il week-end Roma e Torino potranno essere raggiunte in entrambe le direzioni con il volo serale del venerdì, con rientro la domenica sera. A partire da metà settembre queste frequenze saranno potenziate con una frequenza serale aggiuntiva. Un modo per agevolare non soltanto il traffico turistico torinese verso la Capitale, ma anche quello dei turisti romani che vogliono visitare il Piemonte durante il week-end.
Infatti, Blue Panorama scommette su Torino introducendo il cosiddetto “night stop”, per meglio soddisfare le esigenze dei passeggeri piemontesi che desiderano partire la mattina presto, a differenza dei vettori aerei concorrenti, che stanno andando in direzione opposta, tagliando il primo volo del mattino. Le nuove operazioni sulla tratta Torino-Roma sono state programmate appositamente in fascie orarie in cui il treno offre un prodotto non soddisfacente, garantendo comunque delle tariffe low-cost molto convenienti per raggiungere velocemente Roma.
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI