CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

lunedì 29 ottobre 2012

Implantologia all-on-4, durata del trattamento e tempo di guarigione

L’implantologia all-on-4 è una tecnica di odontoiatria moderna che permette di fissare una protesi dentale completa solamente con quattro impianti dentali: la durata del trattamente è quindi molto ridotta rispetto alle protesi mobili, dopo l’unica seduta non è nemmeno necessario attendere alcun tempo di guarigione e già dopo qualche settimana è possibile sostituire  la protesi temporanea con quella definitiva. L’implantologia all-on-4 è quindi la soluzione più rapida per tornare ad avere il sorriso nell’arco della stessa giornata.

Implantologia a carico immediato, requisiti necessari

Per l’implantologia a carico immediato è necessario effettuare analisi approfondite, in quanto non tutti i casi clinici sono predisposti a questo tipo di intervento: i pazienti devono necessariamente aver concluso la fase di crescita ossea, non essera in terapia alcuna, essere dotati di apparato osseo mascellare e mandibolare di qualità e quantità corrette, presentare assenza di digrignamento dentale, il cosiddetto bruxismo, o di malocclusione eccessiva. L’implantologia a carico immediato è un metodo efficace per avere in una sola seduta l’applicazione della protesi.

Implantologia a carico immediato, come funziona e quali sono i vantaggi

Implantologia a carico immediato
Implantologia a carico immediato

L’implantologia a carico immediato ha diversi vantaggi, tra i quali possiamo indicare, oltre alla possibilità di inserire la protesi dentale in un’unica operazione, anche la minima invasività dell’intervento chirurgico, la riacquisizione immediata delle capacità masticatorie, il risparmio economico dovuto all’unica seduta a cui sottoporsi e infine la conseguente possibilità di tornare alla vita quotidiana senza sentire alcun disagio o difficoltà. L’implantologia a carico immediato usa impianti dentali in titanio con elevate qualità biocompatibili e integrative che rendono quasi nullo il rischio di fenomeni di autodifesa dell’organismo.

Impianti dentali, cosa sono e quali vantaggi

Gli impianti dentali vengono utilizzati nell’odontoiatria odierna per la riabilitazione delle funzioni masticatorie, il compito che svolgono è quindi quello di sostituire artificialmente le radici dei denti mancanti. Rispetto all’utilizzo di un ponte, gli impianti dentali hanno il vantaggio di non risentire il sovraccarico masticatorio, in quanto ripristano l’originale sostegno del dente, inoltre viene anche conservata l’integrità dell’osso alveolare, ovvero di mantenere sani anche i denti adiacenti a quello mancante. L’impianto dentale è una vera e propria operazione chirurgica che va quindi preparata con la massima cura ed attenzione da parte di professionisti.

Impianti dentali, perché il sorriso è importante!

La soluzione più adatta nel caso di una mancanza di uno o più denti sono gli impianti dentali, in modo da tornare in poco tempo ad avere il sorriso. Non è solo un fatto di estetica, perché è importante anche per l’autostima, in quanto un bel sorriso aiuta a sentirsi a proprio agio in mezzo alle altre persone. La perdita e il danneggiamento dei denti non sono fatti trascurabili, per questo gli impianti dentali sono la soluzione più adatta per questo problema.

Filler di acido ialuronico, controindicazioni o effetti collaterali?

Le moderne tecniche che utilizzano filler di acido ialuronico hanno notevolmente ridotto i rischi collegati ad allergie ed effetti collaterali, avendo, ogni tanto, un effetto di un po’ di rossore e gonfiore che scompre in brevissimo tempo. Qualsiasi clinica che offre questi servizi dovrà necessariamente operare visite approfondite per accertare che il paziente non sia intollerante alle sostanze presenti nei filler di acido ialuronico. Resta sempre valido il consiglio di non effettuare tali operazioni se ci sono infezioni nell’organismo, si è in gravidanza o nei primi mesi di allattamento.

Filler di acido ialuronico, le varie tipologie

filler acido ialuronico
Filler acido ialuronico


filler di acido ialuronico sono disponibili in varie formule commerciali e le migliori soluzioni disponibili sul mercato (riassorbibili e testate dermatologicamente) sono:  Restylane, che non influenza in alcun modo la mimica facciale; Glyton, un filler per riempire le rughe, aumentare la densità della pelle e stimolare il collagene; Juvederm, una gamma di gel di diversa consistenza che servono ad aumentare il volume ridefinendo le labbra. I filler di acido ialuronico sono tra i metodi più usati in chirurgia estetica perché la sostanza è presente già nell’organismo e viene quindi riassorbita e metabolizzata direttamente.

Ringiovanimento viso con tossina botulinica

Ringiovanimento viso
Ringiovanimento viso

Il ringiovanimento viso con tossina botulinica è molto evidente in quanto agisce direttamente sui neurotrasmettitori bloccando la trasmissione degli impulsi nervosi e quindi diminuendo le cosiddette “rughe d’espressione” che sono provate dai muscoli che si contraggono. Dopo un paio di giorni è possibile apprezzarne i risultati di ringiovanimento del viso, i quali continuano a migliorare nell’arco di una settimana , e che possono durare da tre a sei mesi.

Ringiovanimento viso, trattamenti diversi per esigenze diverse


Il ringiovanimento del viso può essere effettuato attraverso diverse tecniche come la tossina botulinica, la biorivitalizzazione, il fotoringiovanimento con luce pulsata, il laser ablativo a CO2 o anche con i filler. 

Ognuno di questi metodi di ringiovanimento viso è adatto a diverse esigenze e caratteristiche della cute del paziente. La biorivitalizzazione aumenta lo spessore e la luminosità della pelle, mentre il trattamento con luce pulsata è efficace a combattere i segni dell’invecchiamento già dopo la seconda seduta; la tecnica più efficace è però quella con il laser ablativo a CO2, il cui risultato continua a migliorare a distanza di tempo combattendo efficacemente tutti i segni del tempo (rughe e opacità cutanea).

Depilazione definitiva, tecnica e consigli utili


La depilazione definitiva effettuata con laser è un trattamento che consiste in una riduzione della massa pilifera e si basa sul concetto di fototermolisi selettiva: l’energia emessa dal laser colpisce solamente bersagli precisi della pelle, ovvero elementi come la melanina, bruciando il pelo dalla sua radice.

Un consiglio, per ottenere il miglior risultato dalla depilazione definitiva, è quello di effettuare una rasatura per eliminare il fusto del pelo, perché questo impedirebbe al laser di penetrare e impedendo la distruzione del bulbo.

Depilazione definitiva, il laser può raggiungere ogni parte del corpo

Depilazione definitiva
Depilazione definitiva


La depilazione definitiva effettuata con laser è una tecnica del tutto recente: la pratica della depilazione ha, in effetti, una lunga storia alle spalle ma con metodi come rasatura, pinzette, ceretta e creme depilatorie che sono sempre temporanee.

Un vantaggio della depilazione definitiva con laser è che può essere utilizzata per togliere peli superflui da tutto il corpo, non solo il viso ma anche spalle, schiena, torace e gambe. L’innovazione più recente sta nel fatto che si può utilizzare in aree più ampie del corpo senza che il paziente si senta a disagio.

Presentate le linee di produzione del gruppo tedesco Rittal a Valeggio sul Mincio



Ha avuto eco internazionale l’evento tenutosi martedì 9 ottobre scorso a Valeggio sul Mincio (VR) per la presentazione delle nuove linee di produzione nel sito produttivo del gruppo tedesco Rittal, leader mondiale nel settore degli armadi per quadri di comando, della loro climatizzazione e dei componenti per la distribuzione di corrente elettrica.

Alla conferenza stampa di presentazione, tenutasi a Villa Sigurtà, hanno infatti preso parte importanti personalità del mondo istituzionale e dell’alto management aziendale. Tra gli ospiti, il Console Generale della Repubblica Tedesca a Milano, Jürgen  Bubendey, che ha sottolineato l’importanza della partnership tecnologica e produttiva tra Germania ed Italia ed i risultati d’eccellenza che tali cooperazioni permettono di raggiungere.
Il management Rittal ha quindi illustrato l’importante ruolo che i nuovi investimenti hanno all’interno della strategia aziendale del gruppo tedesco, spiegando come essi siano destinati alla lavorazione di una linea di prodotti altamente strategica. Nella sede di Valeggio avrà infatti luogo la produzione dell’innovativa famiglia TopTherm Blue “e”, una gamma di soluzioni per la climatizzazione industriale estremamente efficienti, performanti ed eco-compatibili.
Fausto Sachetto, assessore alle attività produttive della Provincia di Verona, ha quindi contribuito a sottolineare le ripercussioni che questo investimento è destinato ad avere anche sul tessuto socio-economico locale, ad esempio, con la creazione di un nuovo potenziale occupazionale con molti posti di lavoro.


venerdì 26 ottobre 2012

Emozioni lunghe mille parole


 


Emozioni lunghe mille parole

La creatività degli scrittori esordienti per colmare le piccole pause quotidiane


È uscito fresco di stampa, per la Società Editrice MonteCovello, 1000 Parole, un volume che raccoglie i migliori racconti del concorso che porta lo stesso nome: storie di vario genere e contenuto che hanno in comune solo la lunghezza.

Settantré scrittori esordienti, dallo studente alla casalinga, dal professore al commerciante, ma non per questo meno apprezzabili, per 73.000 parole complessive. Mille a testa, niente di più niente di meno. Una sfida lanciata dall'editore ai nuovi scrittori per dimostrare che è possibile unire le virtù creative alla sintesi, che le emozioni si possono esprimere anche con poche, appropriate parole.

Questo volume "multitalent", dal panorama variegato, mutevole e rapido, ha un effetto sorprendente. Le storie sono scampoli di evasione ideali per chi vuole leggere nei brevissimi ritagli di tempo: piccoli spaccati di vita, dialoghi concitati, guizzi di fantasia, descrizioni astratte ma essenziali. Nel limitato spazio a disposizione, ognuno esprime se stesso e ciò che lo circonda: l'amore, la paura, il dolore spaziando dal passato al presente fino a un ipotetico futuro.

Immaginaria o reale, ogni storia è a suo modo un piccolo gioiello, un universo compiuto che evoca un ricordo, regala un'emozione, una rapida via di fuga dalla realtà nei momenti di malumore o di noia: in coda all'ufficio postale, dal medico, in attesa dell'autobus...

Iniziare a leggere un romanzo è una scelta impegnativa. Più il libro è lungo, più volte ne rimandiamo la lettura perché sappiamo che dovremo lasciarlo a metà. Con questa idea editoriale MonteCovello offre la soluzione: quando abbiamo anche solo dieci minuti, apriamo il libro a caso e tuffiamoci in un racconto di mille parole. Emozioni lunghe il tempo necessario per scaldare l'acqua del tè. Con il piacere di scoprirle giorno per giorno, una dopo l'altra.

Con preghiera di diffusione presso i Vostri canali.
Rimaniamo a Vostra disposizione per altre richieste e Vi preghiamo di inviarci link o PDF all'eventuale recensione.

Cordialmente,

Contatto stampa
Giro di Parole
divisione di Metaphor

Tel. 02 30910986
media@girodiparole.it

Facebook: facebook.com/girodiparole

Twitter: twitter.com/girodiparole

 

 





martedì 23 ottobre 2012

IO GAME OVER di e con SERGIO GARAU al VECCHIO MULINO

IO GAME OVER di e con SERGIO GARAU al VECCHIO MULINO
Il Circolo Culturale Enogastronomico "IL VECCHIO MULINO"
per il nuovo ciclo "ATTI IMPURI"
presenta:
IO GAME OVER
spettacolo sintetico simpatico straludico cosmetico libidico iperterroristico terapico fantapolitico musicinematografico & enogastronomico
di e con
SERGIO GARAU
GIOVEDI' 25 OTTOBRE - ore 20.00
Il Vecchio Mulino - Via Frigaglia n. 5, Sassari
Per info e prenotazioni :
079 4920324 - 339 3407008 (Posti limitati)
Image
Oltre a "IO GAME OVER" e ai nuovissimi brani musicati per l'occasione ci sarà anche la proiezione dell'esilarante cortometraggio di Jérôme Walter Gueguen e Sergio Garau "Sereno nel Pineto".
IO GAME OVER” è una performance video-musicale-poetica presentata nel 2010 all'Absolute Poetry Festival ed eseguita, tra gli altri, per il Festival Internacional de Poesía de La Habana '12, Ordsprak Uppsala '11, Festival Silêncio Lisboa '11, Fringe Festival Edinburgh '11, La Punta della Lingua '11, Dichters in de Prinsentuin '11, Ruhr Kulturhauptstadt Europa '10.
Da registrazioni dal vivo e in studio di “IO game over” sono state realizzate videopoesie presentate e premiate nei Poetry Film Festival internazionali FILMagens '11 e La Parola Immaginata '12 e pubblicate nel DVD della rivista in pensiero n. 4 (squilibri, 2011).
“IO game over” è un lavoro collettivo in continuo corso d'opera di:
El Mar, Ludwig Berger, Nicola Cristina, Fabrizio Simeoni, Alessandro Graizzaro (musica);
Angelo Saccu, El Mar, Giuseppe Garau (video);
Sergio Garau (testi, voce).
SERGIO GARAU
(Sassari, 1982), dal 2001 in scena per festival, biennali e concerti di letteratura e poesia in Europa e America, ha vinto sfide internazionali di poetry slam e videopoesia. È pubblicato in DVD, libri, CD, gallerie, antologie, in rete e in carne e ossa. Ha tenuto laboratori di poetry slam per scuole e università in Italia, Francia e Gran Bretagna. È redattore di atti impuri (www.attimpuri.it ) e parte del collettivo sparajurij. IO game over, il suo ultimo lavoro, frutto di collaborazioni con musicisti e videoartisti, è in tour dal '10.
"Se credi che la poesia sia una cosa da intellettuali fuori dal mondo, ti consigliamo un reading di Sergio Garau. Nato in Sardegna nel 1982, ma di stanza a Torino, ha calcato i palchi di mezzo mondo, portando una miscela esplosiva di endecasillabi e arte performativa, voce e versi che ne ha fatto un piccolo campione di poetry slam, le gare di poesie a colpi di rime..." tratto dal mensile WIRED n. 27 Maggio 2011
Image
Links:
- chatting alone: http://vimeo.com/24526617
- IO game over: http://youtu.be/EXIjgZ7yafM
- foto: http://www.flickr.com/photos/veryveryquiet/3984595506/in/set-72157622397762297

sabato 20 ottobre 2012

Cosa ti hanno inventato, con la nduja calabrese per renderla ancora più buona....nel tempo!!

Racconta un proverbio calabrese :

“Mangia nduja cu r’a cipulla ca ti criscia 'a mirulla. (Mangia nduja con cipolla che ti cresce il cervello)”!!

Chi apprezza la buona cucina già sa di cosa si tratta, ma non si finisce mai di sottolineare l’esclusivo sapore ed i caratteri di questa prelibatezza calabrese, nota a livello nazionale ed internazionale. Essenzialmente si tratta di un “salume atipico” visto che, rispetto ad altri salumi calabresi acquistabili anche tramite siti di prodotti tipici calabresi (giusto per esser certi che siano quelli “buoni ed originali), è “morbida & spalmabile”, quindi non si può affettare né tantomeno usare a “tocchetti”: strano ma vero!!!

In origine la Nduja calabrese veniva prodotta nei comuni allocati in provincia di Vibo Valentia, anche se ormai un po’ in tutta la Calabria si trovano produzioni di ottima qualità. Nel rispetto della ricetta tipica viene preparata con carne di suino (quella destinata alle salsicce, il guanciale e la pancetta, evitando le frattaglie), grasso (sempre di suino), peperoncino (piccantissimo, trito) e conserva di peperoni (dolci); alcune volte anche cotenna preventivamente sbollentata. Messo a riposare l’impasto, si provvede poi ad inserito in budello cieco naturale (orbo), quindi stagionato (affumicandolo con erbe aromatiche): ma il segreto della produzione tipica ed artigianale è che si riesca a cogliere quel giusto grado di morbidezza ed un esatto equilibrio tra gusto e piccantezza”, propri della tradizione. 


Ed eccola pronta e servita, l’eccellenza della gastronomia regionale più nota ed apprezzata in “ogniddove”, da sperimentare in vari usi di cucina, oltre ovviamente a quello più conosciuto (spalmata su bruschette e crostini).

Eppure in commercio si ritrovano spesso "vasetti" contenenti la nota nduja.....come mai?? Nulla di strano, è tutto sotto controllo: è il suo utilizzo pratico che ne ha consigliato l'adozione di questo nuovo "packaging"!!

La pezzatura media di questa referenza, nella versione “tradizionale” budello, si aggira infatti intorno al mezzo kilo e dato che è un “prodotto di nicchia” (nel senso che non viene consumato con sistematicità) si è creato un problema di “conservazione” dopo averne gustato anche un bel po’ a tavola: allora, come lo preserviamo il restante??? Congelarla non è il caso, anzitutto perché il problema si riproporrebbe al successivo utilizzo; inoltre qualunque alimento, una volta scongelato, non è consigliabile riporlo nuovamente in freezer.

“Naturalmente” qualche esperto buongustaio ha provato a togliere la nduja dal classico budello ponendola in un vasetto di vetro, pigiandola a dovere nel suo interno affinché si evitasse ogni “zona vuota che ne avrebbe pregiudicato la tenuta e la conservazione, coprendola superiormente con dell’olio extravergine

Caso risolto, visto che i risultati sono stati più che soddisfacenti: con tale metodo, infatti,si riusciva a conservare la ’nduja almeno per qualche mese!!
Un’occasione da non perdere, dunque, da parte delle aziende più “aperte” alle esigenze del cliente: ecco servita la confezione “sottovuoto, in vetro”, decisamente più versatile, maneggevole e pronta per l’uso: con la “pastorizzazione” si regala alla nduja così proposta anche anni di durabilità, comunque mantenendo inalterate le sue peculiarità in termini di sapore ed offrendo un servizio in più agli “estimatori” del prodotto.

Quindi….se il prodotto di base è di buona fattura e qualità, è indifferente preferirne la confezione in ”budello” o al contrario in “vetro”: resta solo un problema di “praticità & versatilità” d’uso!!

giovedì 18 ottobre 2012

Il Cinema incontra l'Università


DAL 22 OTTOBRE AL 23 NOVEMBRE
ANEC Lazio e Assessorato Cultura, Sport, Politiche Giovanili e Turismo della Regione Lazio invitano gli studenti delle Università di Roma alle lezioni di Cinema per i mesi di Ottobre e Novembre. Alla fine di ogni proiezione i registi, insieme a Franco Montini (Presidente del SNCCI Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), incontreranno gli studenti per affrontare insieme le tematiche del film.

PROGRAMMA
INIZIO PROIEZIONI 10.30 - INGRESSO GRATUITO

Lunedì 22 ottobre CINEMA TIBUR / DIAZ - Don't clean up this blood - Drammatico - 120'
Incontro con il regista DANIELE VICARI

Martedì 23 ottobre CINEMA AMBASSADE / LA KRYPTONITE NELLA BORSA - Commedia - 98'
Incontro con il regista IVAN COTRONEO

Lunedì 29 ottobre CINEMA ATLANTIC / L'INDUSTRIALE - Drammatico - 94'
Incontro con il regista GIULIANO MONTALDO

Martedì 30 ottobre CINEMA TIBUR / GLI EQUILIBRISTI - Drammatico - 100'
Incontro con il regista IVANO DE MATTEO

Lunedì 5 novembre CINEMA BARBERINI / L'INTERVALLO - Drammatico - 90'
Incontro con il regista LEONARDO DI COSTANZO

Martedì 6 novembre CINEMA JOLLY / ACAB - all cops are bastards - Drammatico - 112'
Incontro con il regista STEFANO SOLLIMA

Mercoledì 7 novembre CINEMA ATLANTIC / CAVALLI - Drammatico - 94'
Incontro con il regista MICHELE RHO

Martedì 13 novembre Villaggio Festival Internazionale del Film di Roma - Lazio Film Fund / POSTI IN PIEDI IN PARADISO - Commedia - 120'
Incontro con il regista CARLO VERDONE

Martedì 20 novembre CINEMA ATLANTIC - IL ROSSO E IL BLU - Commedia - 98'
Incontro con il regista GIUSEPPE PICCIONI

Venerdì 23 novembre CINEMA BARBERINI - QUALCHE NUVOLA - Drammatico - 99'
Incontro con il regista SAVERIO DI BIAGIO


lunedì 15 ottobre 2012

"Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice." (Madre Teresa)

"Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice." (Madre Teresa)

"Ogni persona che incontri sta lottando con i propri problemi . Sii gentile con lei. Non potrai risolverli al suo posto ma la tua gentilezza forse la incoraggerà a non rinunciare. La tua gentilezza può essere il miracolo che stava aspettando . Spesso, senza saperlo, facciamo veri miracoli. "( Gustav Birth )

venerdì 12 ottobre 2012

Vinci un viaggio in Europa

Questa settimana Sulle strade del Mondo” vi spiega come vincere un vaggio in Europa poche semplici mosse.

Si tratta di tre diversi concorsi che mettono in palio, rispettivamente, un viaggio a Vienna, due in Belgio, nelle città di Liegi e Bruxelles. Ll'ultimo invece regala Parigi.

Partiamo dalla fine, con Parigi, Iniziamo col dire che il premio in questo caso è un volo aereo, per due persone, messo in palio da Skyscanner. Per votare c'è tempo fino al 9 novembre ed è necessario avere un account Facebook.

Viaggio completo di volo e soggiorno, e non solo, quello offreto dall'Ente per il Turismo Blega e i suoi partner, che offre due weekend in Belgio all'insegna del lusso., completi di pernottamento, cena, il city Pass e, solo per chi vicne il viaggio a Liegi, anche l'ingresso ad un centro benessere. Si può partecipare fino al 30 novembre. I vincitori potranno poi partire nel periodo compreso tra l'11 gennaio e il 30 giugno 2013.

Il concorso che mette in palio un viaggio a Vienna è legato ad una singolare iniziativa dell'Ente del Turismo, quella di trovare l'idea per un nuovo souvenir che potesse esprimere uina nuova idea dela città. Ultimata la prima fase sono stati individuati sei progetti, per scegliere il migliore è stato chiamato il pubblico che, con un voto on line, decderà il vincitore. Tra coloro che voteranno saranno sorteggiati alcuni nominativi ai quali andranno i premi messi in palio, compreso un weekend a Vienna

giovedì 11 ottobre 2012

GENERAZIONE “WATCHDOGGER”, l'identikit 2012 della Rete che denuncia



Online i risultati della ricerca Watchdog 2012, quinto rapporto promosso dall'osservatorio e network Altratv.tv per fotografare le web tv e le testate digitali "cani da guardia" del territorio. 

Numeri in chiaroscuro per la rete che fa inchiesta, che propone denunce, che veicola iniziative di pubblica utilità. Si professionalizza maggiormente la filiera digitale che denuncia, si digitalizzano le inchieste anche con l'adozione di microcamere nascoste, si registra di fatto una maggiore collaborazione con le PA locali, ma gli investimenti sono ancora troppo contenuti.

Online i risultati del rapporto sulle antenne "cani da guardia" del territorio

 

GENERAZIONE "WATCHDOGGER"

ARRIVA L'IDENTIKIT 2012

DELLA RETE CHE DENUNCIA

 

Pubblicati i risultati del monitoraggio annuale promosso da Altratv.tv

Così web tv, web radio, videoblog e portali denunciano e fanno inchieste

 

 

Giovedì 11 ottobre 2012  - Si professionalizza maggiormente la filiera digitale che denuncia ciò che non va e che crea un filodiretto con i cittadini oggi users. Maggiore collaborazione con la PA locale, ma gli investimenti sono ancora pochi e il più delle volte affidati all'autofinanziamento dei fondatori. Il nuovo rapporto Watchdog 2012 – giunto alla quinta edizione – presenta numeri in chiaroscuro per la rete che fa inchiesta, che propone denunce, che veicola iniziative di pubblica utilità. La ricerca ha interrogato 642 web tv e 815 testate digitali mappate dall'osservatorio Altratv.tv (tasso di risposta 66%).

 

Ad occuparsi maggiormente di inchiesta sono ancora le antenne territoriali (88%) rispetto alle community (12%). Spesso le iniziative digitali nascono per volontà di cittadini (45%) o di istituzioni pubbliche (15%), ma crescono anche le esperienze di associazioni, aziende e gruppi di interesse (40%). I watchdogger godono del patrocinio di enti pubblici per il 64% dei casi, ma ricevono ancora deboli approvviggionamenti economici: solo il 22% delle antenne ottiene incentivi dal pubblico, il 12% gode di finanziamenti europei e l'8% ha rapporti economici con privati. Ma a fare la parte del leone è ancora la formula dell'autofinanziamento (vale per il 60% dei casi analizzati), che si esplicita attraverso sottoscrizioni, donazioni o operazioni di crowdfunding.

 

Migliora il rapporto con la PA locale. nonostante il 47% delle antenne percepisca "indifferenza". Per il 33% dei casi c'è "collaborazione", mentre un 14% lamenta forme di "boicottaggio" più o meno evidenti (nel 2011 il dato era fermo all'8%) e solo un timido 6% registra un sostentamento economico. Le redazioni non sono ancora mature per formule di specializzazione interna e così nel 64% dei casi per le inchieste non ci sono in redazione figure specializzate. Quasi una antenna su tre dedica più della metà della programmazione alle denunce (precisamente 22%), mentre un 7% ne dedica quasi la totalità. Aumenta la capacità di monitorare l'oggetto della denuncia: l'82% delle antenne segue sempre o quasi sempre l'evolversi dei fatti (il noto "come è andata a finire?").

 

Nei contenuti di denuncia si prediligono i generi delle interviste (82%). A seguire dibattiti (55%), servizi giornalisti (72%) e reportage (48%). Quasi la totalità delle antenne ha a disposizione telecamere digitali semi-professionali o professionali (88%) e si registra un incremento delle microcamere nascoste (21%). Bassa ancora la possibilità di inserire contributi video di denuncia autoprodotti dai cittadini-users: solo il 42% delle piattaforme lo consente. Denunce prevalentemente "social": i contributi video relativi alla tematica di denuncia vengono postati anche su Facebook (91%), su Twitter (84%), su altri social network (6%). Si incrementa il numero di antenne che caricano video anche su piattaforme di videosharing: l'88% adotta YouTube, il 30% Vimeo. Rispetto ai tradizionali mezzi di comunicazione l'antenna si pone come strumento prevalentemente indipendente (92%), integrativo (88%) o alternativo (56%) rispetto ai media generalisti. A questo link è possibile scaricare la ricerca completa.

 

Altratv.tv® è l'osservatorio italiano sulle web tv e sui media locali posizionati in rete. Attualmente mappa 642 antenne, oltre 30 media universitari e 815 media locali. Dal 2010 è anche network: propone dirette "a rete unificata" trasmesse dalle web tv aderenti e dai grandi network editoriali grazie ad uno stesso codice di trasmissione.

 



--

Innovazione e relazione con gli incontri Rittal Channel Partner



Dopo il grande successo ottenuto dalla serie di eventi  “Rittal – The System. Faster – better – worldwide.”, questo autunno Rittal torna a promuovere una serie di incontri con gli operatori di settore, questa volta in collaborazione con i propri Channel Partner.
Queste date saranno non solo un’importante occasione di informazione per scoprire le novità tecnologiche proposte dall’azienda, come gli armadi SE 8, ma comprenderanno anche momenti di tipo più relazionale ed informale, per incontrare direttamente i rappresentanti dell’azienda.

Gli incontri si svolgeranno nell’ultima fascia pomeridiana per dare la possibilità a tecnici, installatori e addetti al settore di partecipare riducendo al minimo il tempo da sottrarre alle proprie attività lavorative.
La serie di eventi, iniziati il 4 ottobre con due appuntamenti a Cinisello Balsamo per i clienti Sacchi e a Latina per quelli di Elettrolazio, attraverserà l’intera penisola italiana secondo il seguente calendario:
- 4 ottobre a Cinisello Balsamo (MI), evento in collaborazione con Sacchi Elettroforniture
- 4 ottobre a  Latina, evento in collaborazione con Elettrolazio (Gruppo Megawatt)
- 17 ottobre a Casteggio (PV), evento in collaborazione con Cignoli Elettroforniture
- 24 ottobre a  Firenze, evento in collaborazione con Mef
- 31 ottobre a Zanica (BG), evento in collaborazione con Telmotor
- 15 novembre a Torgiano (PG), evento in collaborazione con Rimep
Per maggiori informazioni e per iscriversi agli eventi è possibile fare riferimento al proprio distributore di riferimento, scrivere a mkg@rittal.it oppure visitare il sito www.rittal.it

 

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *