CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

venerdì 29 aprile 2011

Sunday presenta MELODY: il nuovo concetto di cucina da esterno, facile, accessibile e versatile!

Sunday di MCZ Group presenta Melody, una delle tante novità della collezione 2011 dedicate a tutti gli appassionati di cottura all’aperto.




Melody è il nuovo concetto di cucina da esterno, facile, versatile e accessibile con i suoi ampi piani lisci nella finitura Crystal che facilitano la pulizia. Il sistema modulare su cui si basa Melody comprende moltissime possibilità di realizzazione, in grado di rispondere alle più diverse esigenze di uso e pensato per sfruttare gli spazi a disposizione con la massima libertà e creatività. Melody permette di coniugare tutte le funzionalità di una vera cucina con una strumentazione di alto livello, associando diversi i moduli disponibili:
• Barbecue funzionante a legna e carbonella, dotato di griglia biologica per una cottura senza grassi, con la possibilità di predisposizione di spiedo e braciere ventilato “easy Fire” per ottenere braci in metà tempo
• funzione cottura con fornello ad incasso, per evitare che i cattivi odori rimangano in casa…
• funzione lavello, per poter preparare il cibo direttamente in giardino

• piano di appoggio in Crystal, con porta in legno massiccio

• dimensioni: L 74cm, P 64 cm, A 90 cm.

Per ulteriori informazioni:
Sunday di Mcz Group
www.sundaygrill.com
0434 599599

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

“Twelve: dodici donne” - Storie di donne che hanno vinto l’obesità

Milano, Loggia dei Mercanti (Piazza Duomo) dal 19 al 29 maggio 2011In occasione della Giornata Europea dell’Obesità, Insieme Amici Obesi, associazione no profit, presenta la mostra fotografica “Twelve: dodici donne”.
Per la prima volta 12 donne, di diverse realtà italiane, raccontano, con le immagini e le parole come hanno affrontato l’obesità e hanno vinto la loro battaglia personale. La storia di Marina Biglia è solo una delle 12 che saranno raccontate il 19 maggio:

“L’obesità” spiega Marina Biglia, Presidente di Insieme Amici Obesi, “non è facile da spiegare e nemmeno da comprendere, per chi si limita ad osservarla da fuori. Riempire un buco nello stomaco è in realtà tentare di riempire un buco dell’anima. A chi non è obeso può sembrare facile pensare di monitorare gli eccessi e le compulsioni, ma non è così.
La mia è una storia come quella di tanti, la storia di una bambina poi diventata donna e madre che ha sempre cercato di rendersi visibile agli occhi del mondo ed in particolare di sua madre. Perchè l’amore mancato di mia madre, ha scatenato in me una delirante ricerca affettiva nei confronti di tutti e di tutto e ha portato alla luce, ogni volta, la mia estrema necessità di dover dare di più, di essere spaventosamente presente, di mettermi in gioco in nome di un altruismo che non è altro che un paradossale “IO CI SONO!”
“E dopo una lunga schiera di dietologi, endocrinologi, psicologi, medici e sapienti di ogni specialità e regione, un giorno approdo, nel più casuale dei modi, al Forum di Amiciobesi, che si rivela un immenso aiuto perché, finalmente, mi apre al mondo e mi aiuta a raggiungere quella consapevolezza che mi spinge a reagire e a mutare gli atteggiamenti che mi hanno portata ad essere obesa!
Con Twelve vogliamo raccontare molte storie, come la mia, per aiutare, concretamente, coloro che si trovano ancora in questa condizione e vogliono uscirne.”


Parlarne aiuta a vincere la sfida: ti aspettiamo alla mostra!


Insieme Amici Obesi – Marina Biglia
info@insieme-amiciobesi.it
Tel. 327 1730756

Per informazioni e conferme:
Ufficio Stampa - Blu Wom Milano
info@bluwom-milano.com
Tel. 0287384640



Apre venerdì 29 aprile a Pordenone la 46^ Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car

L'attesa degli appassionati è terminata, è questo il week-end della più importante fiera italiana dell'elettronica, radiantistica e informatica low-cost, aperta al pubblico alla Fiera di Pordenone da venerdì 29 aprile fino a domenica 1 maggio.
Attivo il servizio di vendita biglietti on line per alleggerire gli afflussi alle casse.


Con i suoi 180 espositori e i 30.000 visitatori attesi da tutto il nord Italia e da Slovenia e Croazia, è questa la manifestazione leader in Italia nel settore dell'elettronica di consumo e informatica low cost nonché punto d'incontro per tutti coloro che vivono la "passione digitale". Già registrata la presenza domani di circa 2.000 studenti provenienti da 30 scuole superiori  di tutto il Friuli, Veneto e dalla Slovenia ( ha prenotato la visita anche una scuola superiore nautica di Portorose). Si prevedono grandi afflussi alle casse già prima dell'apertura fissata per le ore 9.00 perché i veri intenditori sanno che al Radioamatore è importante arrivare presto ed essere tra i primi ad entrare in Fiera quando sui banchi ci sono ancora disponibili le offerte migliori.
"Vorrei dare un suggerimento utile ai nostri affezionati visitatori e proprio a quelli che arrivano presto al mattino per fare uno shopping oculato di materiale informatico – il suggerimento arriva da Alessandro Zanetti amministratore delegato di Pordenone Fiere – utilizzate il nostro servizio di acquisto biglietti on line al sito www.radioamatorepordenone.it, potrete così acquistare il biglietto con carta di credito stampare il codice a barre direttamente a casa ed entrare in fiera in un baleno senza fare la coda in cassa. Approfittatene!"
Pordenone Fiere ha attivato tutti i parcheggi pronti ad accogliere l'afflusso dei visitatori, il più capiente è quello all'uscita dell'autostrada A28 che dista a piedi non più di 10 min dall'ingresso di Radioamatore. Sabato 30 aprile, giorno in cui si prevede il più alto numero di visitatori, sarà attivato un servizio navetta gratuito dalle 8.30 alle 19.00 dal parcheggio Seleco fino all'ingresso sud del quartiere fieristico.

La Fiera del Radioamatore deve il suo successo di pubblico proprio alla fitta ragnatela di stand dove è possibile trovare di tutto: componenti e pezzi di ricambio anche usati dell'era "analogica", apparecchiature per i radioamatori, pc, stampanti, schermi, nuovi ed usati, ma anche componenti per computer per soddisfare i desideri dell'assemblatore hobbista, telefonini dell'ultima generazione, software e videogiochi e gli indispensabili cd e dvd per chi si dedica alle masterizzazioni; tutto ai prezzi più bassi sul mercato.
Spazio anche alle ultime novità dell'hi-fi car & tuning nei padiglioni 7, 8 e 9 dove centinaia di auto allestite con i migliori impianti multimediali e le più stravaganti carrozzerie ed interni si sfideranno a colpi di kit estetici e "watt" con soluzioni innovative nelle giornate di sabato e domenica.
Numerose, anche quest'anno, le rappresentanze istituzionali tutte presenti al padiglione 5. Polizia di Stato, Esercito,  Carabinieri, Marina Militare, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Aeronautica Militare e anche uno stand della Base USAF di Aviano con uomini e mezzi del 31° Fighter Wing si presenteranno al pubblico dei giovani e giovanissimi visitatori della Fiera del Radioamatore per illustrare la propria attività istituzionale e far conoscere da vicino le ultime tecnologie elettroniche nel campo delle radiocomunicazioni adottate nell'operatività quotidiana. Fiera del Radioamatore oltre a contare centinaia di classi in visita ospita per il secondo anno anche una scuola tra gli espositori: si tratta del ITC Kennedy di Pordenone che spiegherà ai ragazzi come realizzare un videogioco con l'applicativo excel e visual basic: appuntamento a tutti gli aspiranti programmatori venerdì 29 e sabato 30 aprile alle ore 16.00 nella saletta del padiglione 5.

Fiera del Radioamatore, Hi-Fi Car sarà aperta alla Fiera di Pordenone dal 29 aprile al 1 maggio, venerdì e sabato dalle 9.00 alle 18.30, domenica dalle 9.00 alle 18.00.

Info
www.radioamatorepordenone.it
Facebook
www.facebook.com/radioamatore.pordenone
Ticket Online => stampa il biglietto, salta le code alle casse e accedi direttamente ai padiglioni!
https://forumweb.bestunion.it/forumweb/default.asp?o=429&t=fwebit

giovedì 28 aprile 2011

Ricoh ed Infotec scontate a casa vostra.

Da oggi ordinare e ricevere i prodotti per la vostra stampante dell’ufficio o di casa è più facile, veloce ma soprattutto conveniente: se necessitate di toner o cartucce date prima di tutto un’occhiata al sito della Tonercartucce.it: qui troverete davvero qualunque tipo di articolo a prezzi molto competitivi. Già dalla homepage del sito potrete accedere direttamente al listino aggiornato Ricoh, e tra le migliaia di prodotti disponibili già per l’invio poiché già presenti nel vasto magazzino dell’azienda, potrete prendere in visione le varie tipologie di articoli, tra i prodotti originali e compatibili, delle migliori e più utilizzate marche e modelli di stampanti come: come Apple, Bosch, Brother, Citizen, DeTeWe, Fujitsu, Gestetner, Ibm, Infotec cartucce, Konica Minolta, Kyocera, Lanier, Lexmark, Nashuate, Panasonic, Lexmark, Konica Minolta, Nashuatec, Olivetti, Panasonic, Samsung, Toshiba e tantissime altre tra le ventotto presenti nel catalogo on line. Ed oltre ai toner ed alle cartucce, troverete anche una vasta selezione di stampanti, sempre ovviamente di marche e modelli di alta eccellenza ed affidabilità, con sconti praticamente tutto l’anno. La Tonercartucce inoltre vi assicura una spedizione davvero rapida della merce da consegnare: la merce arriverà al domicilio da voi indicato al momento dell’ordine dei prodotti entro un massimo di quarantotto ore ore (dal lunedì al sabato) per quanto riguarda le zone comprese nel Nord e Centro Italia, mentre è prevista in un massimo di settantadue ore (sempre dal lunedì al sabato) nelle zone invece del Sud e delle Isole, sempre con l’ausilio dei corrieri espressi Bartolini , AWS ed SDA. Nel sito poi troverete anche una pagina dedicata a tutti gli utenti che sono diventati clienti della Tonercartucce.it con i relativi feedback e commenti sulla loro esperienza con la società. Il sito poi è di semplice e rapido utilizzo: vi basterà effettuare una ricerca dal menù a tendina della homepage e selezionare la marca e il modello della vostra stampante e non sarà difficile trovare ciò che fa al vostro caso visto che la maggior parte dei prodotti è già presente nei magazzini e conta più di trentamila pezzi. E se nonostante ciò si verificasse il caso in cui dovesse non essere al momento disponibile proprio l’articolo da voi richiesta sarà sufficiente contattare il Servizio Clienti dell’Azienda attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 ed effettuare l’ordine segnalando il codice del prodotto. potete scegliere se farlo telefonando al numero del Servizio Clienti attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, oppure a mezzo fax usufruendo del modulo apposito che è presente sul sito, da scaricare e compilare, oppure inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica della società Tonercartucce.it. Dovete poi ricordare di indicare all’atto dell’ordine anche il numero del codice prodotto che troverete tramite la ricerca attraverso l’apposito menù a tendina inserendo la marca ed il modello della vostra stampante. Riceverete la merce ordinata al domicilio che avrete indicato precedentemente tramite un corriere espresso in tempi davvero ristretti, con la serenità e la certezza della garanzia ‘Soddisfatti o rimborsati’ che vi offre la Tonercartucce.it

mercoledì 27 aprile 2011

Estate a teatro

Anche se la bella stagione è alle porte vale la pena pensare di trascorrere una bella serata a teatro.

Sebbene infatti la maggior parte delle stagioni teatrali nelle sale termini fra i mesi di aprile e giugno, proprio in estate prendono il via molte programmazioni all'aperto, nelle arene e nelle piazze o nelle zone verdi delle città e dei paesi italiani.

Ora però i teatri d'Italia sono ancora nel pieno della stagione e propongono spettacoli in grado di soddisfare davvero chiunque: musical, opere liriche, operette, balletto, danza contemporanea, commedie, cabaret, recital di prosa e monologhi, spettacoli dedicati ai bimbi che possono recarsi a teatro con la famiglia di pomeriggio, ma anche matinée per le scolaresche.

Sul sito italiateatri.org si trovano le stagioni teatrali dei maggiori teatri d'Italia, ma anche delle piccole sale, anche nelle nostre province, che ospitano sia compagnie famose, ma anche gruppi amatoriali o dialettali che sanno sempre stupire e divertire il pubblico per la professionalità che le contraddistingue.

In home page è quindi possibile selezionare la regione di interesse e/o digitare il titolo dello spettacolo di cui si vuole conoscere la programmazione per trovare una scheda completa che fornisce dettagli sullo spettacolo e sul teatro che lo ospita, oppure cercare, regione per regione una sala in particolare di cui si vuole conoscere il programma.

Sempre nella pagina principale sono evidenziate notizie che riguardano il mondo del teatro: prime, inaugurazioni, eventi speciali o curiosi.

28 Aprile - SA DIE DE SA SARDIGNA

SA DIE DE SA SARDIGNA
28 Abrile
Una die da no ismentigare

locandina_Una die de no ismentigareSu 28 de Abrile 1794 poi chi su Re aiat negadu sas richiestas de sos sardos, sos de Casteddu e sos de atteras biddas de Sardigna, impresonaiant su viceRe e tottu sos piemontesos cazzendhechelos dai su territoriu sardu.

Giovedì 28 aprile, alle ore 18.00, presso il centro sociale in via Pietro Salis (carrela Lodè), a Ploaghe (SS), si terrà un incontro-dibattito per celebrare e ricordare "Sa Die de sa Sardigna", una die da no ismentigare.

Presentat:
Professor Salvatore Patatu
Faeddant:
Professor Diego Corraine
Ing. Bustianu Cumpostu
Cantzone:
Su coro de piaghe

Si legent sas poesias de sos pizinnos de iscola.
Professor Tore Patatu faeddat de Poesia, Musica e Cantu sardu.
Professor Diego Corraine sighit cun sa Limba Sarda et Bustianu Cumpostu finit cun istoria e attualidade.
Cantana sos de "Su coro de piaghe".

Si ringraziada:
Su Dirigente et sos insegnantes de s'iscola de Piaghe
Su Cumitadu de su Cantu Sardu "A. Desole"



Sa die de sa Sardigna, il Giorno della Sardegna in limba, è la festa del popolo sardo. Riconosciuta dal Consiglio Regionale il 14 settembre 1993, vuole ricordare i "Vespri Sardi", l'insurrezione del 28 aprile 1794 che costrinse alla fuga da Cagliari il viceré Balbiano, in seguito al rifiuto del governo torinese di soddisfare le richieste dell'allora Regno di Sardegna per il riconoscimento dei diritti di cui i sardi avevano goduto per secoli, le leggi fondamentali del Regno, per riservare ai Sardi le cariche pubbliche, un Consiglio di Stato a Cagliari, vicino alla sede del Viceré e l'istituzione a Torino di un Ministero per gli affari della Sardegna.

Testo della legge
LEGGE REGIONALE 14 settembre 1993, n.44
ISTITUZIONE DELLA GIORNATA DEL POPOLO SARDO
"Sa Die de sa Sardigna"
Art.1
1. Il 28 aprile è dichiarata giornata del popolo sardo "Sa Die de sa Sardigna"
2. In occasione della ricorrenza, la Regione Autonoma della Sardegna organizza manifestazioni ed iniziative culturali.
3. A tal fine la Giunta regionale approva annualmente, sentita la competente Commissione consiliare, uno specifico programma, predisposto dall'Assessore della pubblica istruzione anche sulla base delle iniziative indicate dagli enti locali ed associazioni senza scopo di lucro.
4. Detto programma deve mirare a sviluppare la conoscenza della storia e dei valori dell'autonomia, in particolare tra le nuove generazioni.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera: http://it.wikipedia.org/wiki/Sa_die_de_sa_Sardigna


Moti rivoluzionari sardi
I moti rivoluzionari sardi noti anche come i vespri sardi, furono una ribellione all'autorità piemontese avvenuta in Sardegna nel 1794.

Storia
Cause scatenanti

Dopo che i francesi cercarono di invadere la Sardegna e che i sardi riuscirono coraggiosamente a scacciare gli invasori Re Vittorio Amedeo III volle premiare i sudditi che gli avevano salvato il trono.
Nelle ricompense però vennero favoriti i piemontesi e non i sardi che invece avevano veramente combattuto. Le ricompense per i sardi furono:
- 24 doti da 60 scudi da distribuire ogni anno alle zitelle povere
- La fondazione di 4 posti gratuiti per il Collegio dei Nobili di Cagliari
- La concessione di 2 posti del Collegio dei Nobili di Torino
- La concessione di 1000 scudi all'anno per l'Ospedale civile di Cagliari
- L'amnistia per tutti i crimini commessi prima della guerra
Offesi i sardi convocarono gli stamenti (ecclesiastico, militare e reale) e stilarono delle richieste divise in 5 punti da inviare al Re. Le richieste erano:
- Convocazione delle corti generali per trattare sopra tutti gli oggetti di pubblico bene.
- La conferma di tutte le leggi, consuetudini e privilegi anche di quelli che non sono in uso.
- La privativa degli impieghi per i sardi.
- L'istituzione di un Consiglio di Stato che dovesse essere consultato in tutti gli affari che prima dipendevano dall'arbitrio di un solo segretario.
- Un ministro distinto in Torino per gli Affari della Sardegna.
Il 17 agosto 1793 partì una delegazione composta da 6 persone provenienti da tutti e tre gli stamenti: dallo stamento ecclesiastico Monsignor Aymerich ed il canonico Piero Maria Sisternes, dallo stamento militare gli avvocati Girolamo Pitzolo e Domenico Simon e dallo stamento reale gli avvocati Maria Ramasso e Antonio Sircana.
I delegati arrivarono a Torino i primi di Settembre ma furono preceduti dai messaggi del Viceré Vincenzo Balbiano in cui consigliava al re di rifiutare le richieste dei sardi e di cercare di corrompere i membri della delegazione.
La delegazione fu fatta attendere 3 mesi prima di essere ricevuta dal re che nel frattempo aveva ordinato che a Cagliari cessassero le riunioni degli Stamenti.
Mentre a Cagliari il malcontento aumentava la media borghesia preparava la sommossa e nel nord dell'isola si erano scatenate le lotte antifeudali.
Girolamo Pitzolo scrisse una lettera agli avvocati Cabras e ai fratelli Pintor incitandoli a far scoppiare una ribellione e a cacciare il Viceré, perché pensava che se i piemontesi fossero stati allontanati le loro richieste sarebbero state accolte. Dai primi mesi del 1794 quindi si cominciò a preparare la ribellione.

La ribellione
Come data iniziale dei moti fu scelta quella del 4 maggio giorno del rientro della Sagra di Sant'Efisio. La risposta negativa da Torino alle richieste e la scoperta del Viceré dei piani della sommossa fecero però anticipare la ribellione alla notte tra il 28 e il 29 aprile.
Ma a seguito di un'altra soffiata fu aumentato il numero dei miliziani stanziati ai quartieri di Castello e della Marina.
Verso l'una, un gruppo di soldati da Castello si avviò a Stampace verso la casa dell'avvocato Vincenzo Cabras, per arrestarlo, con l'accusa di sedizione contro lo stato. Con lui per errore fu arrestato Bernardo Pintor, scambiato per il fratello Efisio. Mentre venivano condotti verso Castello Efisio Pintor e Vincenzo Cabras incitavano il popolo alla ribellione. Per tutta risposta un gruppo di popolani armati cercò di sfondare una delle porte di Castello, altri ribelli diedero fuoco alla porta di Sant'Agostino. Qui grazie ad una breccia riuscirono ad entrare a Castello e disarmarono i soldati messi a proteggere la porta. Nel frattempo le campane di Stampace di Marina e di Villanova suonavano e incitavano il resto degli abitanti alla ribellione.
Altri rivoltosi arrivarono a Castello e trovando la porta chiusa le diedero fuoco. I militari cercarono di far fuoco con i cannoni verso i ribelli ma questi riuscirono ad impossessarsi delle loro armi e puntarono i cannoni verso Castello stesso.
Altri popolani nel frattempo prendevano le porte della Torre dell'Elefante e della Torre del Leone con l'intento di arrestare il Viceré.
I soldati piemontesi si batterono con vigliaccheria, e una volta accerchiati si arresero e cercarono rifugio dentro il Palazzo Regio.
I rivoltosi riuscirono finalmente ad entrare nel Palazzo ma non trovarono il Viceré che si era rifugiato nel palazzo Arcivescovile, per cui entrarono anche nel palazzo arcivescovile dove catturarono il Viceré e le massime autorità piemontesi.
Il 7 maggio il Viceré e le autorità piemontesi furono imbarcati verso il continente.

La fine della ribellione
Dopo aver cacciato i Piemontesi l'intenzione dei nobili sardi era di creare un nuovo Stato sardo.
Ma gli attriti si ebbero nel scegliere la forma di governo. Giovanni Maria Angioy parteggiava per la repubblica malvista però dagli altri nobili sardi.
In seguito a queste discordie i nobili sardi si riappacificarono con la corte piemontese che mandò in Sardegna un nuovo Viceré.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera: http://it.wikipedia.org/wiki/Moti_rivoluzionari_sardi

Nasce Readytec Milano srl, la nuova sfida di Readytec spa

È nata Readytec Milano srl, il primo passo di Readytec spa verso il mercato del software gestionale nel capoluogo lombardo.
La sede di Milano è frutto dell’acquisizione da parte di Readytec spa di un interessante pacchetto clienti per qualità e dimensioni e di risorse specializzate con competenze acquisite su gestionali TeamSystem che ha portato alla realizzazione di una nuova azienda Readytec Milano srl. In un periodo di galleggiamento se non di contrazione delle attività imprenditoriali che purtroppo da qualche anno caratterizza le imprese italiane Readytec ha deciso di non fermarsi e di investire in una nuova sede a Milano. «Il momento sicuramente non è brillante, il mercato che noi combattiamo tutti i giorni è in difficoltà e vedo intorno a noi tanta paura. Ma la paura non ci deve fermare, va combattuta – dichiara Silvano Meloni, presidente di Readytec spa e consigliere di Readytec Milano srl - Readytec accetta la sfida e non resta ferma a guardare. Riteniamo che sia proprio questo il momento per concentrare i propri sforzi e investire (in strumenti, conoscenza, competenze) pensando al futuro. E’ per questo che abbiamo fatto questo passo». Readytec Milano srl entra dunque a far parte del Gruppo Readytec, un gruppo di Piccole e Medie imprese specializzate ciascuna nell’offerta di soluzioni specifiche (software e sistemi informativi, web design, arredamento e automazione, ristrutturazione e design, consulenza di direzione e formazione) che insieme possono fornire un pacchetto completo di soluzioni per differenti tipologie di impresa, studio professionale, struttura alberghiera e ristorativa, farmacie, uffici bancari e pubblici. «Ci siamo guardati intorno nel settore che ci è certamente più congeniale e sul quale mi sento di dire con tranquillità che siamo molto preparati, ovvero la linea TeamSystem di software gestionali e i servizi ad essi collegati – dichiara Angelo Severini, presidente di Readytec Milano srl e direttore commerciale di Readytec spa - Abbiamo incontrato un buon team di professionisti che fanno il nostro stesso lavoro, con un buon parco clienti nell’area di Milano, studi e aziende che utilizzano Software TeamSystem, ai quali possiamo garantire il nostro supporto e la nostra organizzazione per affrontare il mercato di oggi e di domani con serenità, e ora siamo pronti; subito dopo abbiamo acquistato un immobile per dare vita alla nuova sede milanese, in un’area commerciale interessante nei pressi di piazzale Loreto. I nostri obiettivi? Fornire costantemente servizi di qualità alla clientela, essere riconosciuti per le nostre capacità e per la serietà professionale, far crescere la Srl Readytec Milano insieme con i clienti attuali e futuri e lo staff di collaboratori che ha contribuito alla sua nascita». Readytec Milano si pone come interlocutore per i servizi, l’assistenza e la consulenza nei sistemi informativi: dal Software all’Hardware, Reti e Sistemi, Soluzioni Web, consulenza in Organizzazione, Controllo di gestione e System Integration. «Il nostro mercato è fatto principalmente di studi professionali e di imprese, sono loro che ci comunicano le esigenze quotidiane; a noi il compito di fornire sempre risposte adeguate e il nostro obiettivo è quello di anticipare i bisogni scandagliando un mercato che si evolve rapidamente e saper consigliare e sostenere i clienti verso la giusta direzione per la loro crescita», ha dichiarato Marina Borriero amministratore delegato Readytec Milano srl. La nuovissima società che fa capo al Gruppo Readytec è ubicata a Milano, in Via Alfredo Catalani n. 35, in un immobile di proprietà del Gruppo Readytec che consolida l’investimento fatto per lo sviluppo di Milano. Readytec Milano srl offre innumerevoli vantaggi al proprio parco clienti acquisiti e potenziali:
1) un punto di assistenza dedicato su Milano atto a consentire interventi da parte di personale tecnico sul territorio;
2) un centralino per l’assistenza telefonica con numero unico, attivo al costo di una tariffa urbana agevolata;
3) consulenti commerciali dedicati per lo sviluppo di possibili nuove aree di business e l’offerta di nuovi prodotti;
4) l’assistenza di un team di sviluppo per la personalizzazione del software e la strutturazione di reti e sistemi in collaborazione con le migliori aziende IT a livello internazionale;
5) l’apporto organizzativo e professionale di Readytec spa, primo concessionario TeamSystem italiano, organizzato e strutturato per fornire servizi e prodotti dedicati agli studi e alle aziende più esigenti;
Il "presidio" del territorio, ampliato grazie al potenziamento del team di specialisti con base a Milano, è supportato inoltre dall’intero staff di Readytec spa presente con le proprie sedi operative a Roma, Firenze, Arezzo, Colle di Val d’Elsa (SI) e con la sede legale a Chiusi (SI).




READYTEC MILANO srl
www.readytecmilano.it
info@readytecmilano.it
Sede legale:
Via della Fontina 2 – 53043 – Chiusi (Si)
057823211
Sede operativa:
Via Catalani 35 – 20131 – Milano
02-26886111

Le vacanze in Toscana in Agriturismo Toscana

Vediamo più nello specifico perchè le vacanze in Toscana vengono sempre più apprezzate e cosa port a un turista a scegliere l'agriturismo in Toscana come destinazione delle proprie vacanze. Come spesso succede, in modo errato, scegliamo la nostra vacanza rispondendo alla domanda quanto si risparmia? O quanto si spende in meno? Questa nostra fissazione può portare a veramente a scelte sconclusionate ed a vacanze da dimenticare. Sarebbe come risparmiare sulla nostra salute e sul nostro benessere, perchè questo di fatto è quello che dobbiamo ritrovare dopo le ferie estive. Per l' estate 2011 l'agriturismo Toscana è oggi una delle parole più ricercate nel web per vari meriti: la privacy, il buon cibo, il relax, la natura, le escursioni all'aperto. Però, si deve ponderare bene la scelta per non cadere nei finti agriturismi: ristoranti o case arrangiate che vengono chiate agriturismo dasl proprietario per attirare più persone. Poi, per chi cerca il top c'è la possibilità di scegliere una vacanza in una Villa Toscana con piscina esclusiva, in passato luoghi dove solo un vip poteva soggiornare, oggi il prezzo si invece adeguato a quello di una vacanza in un appartamento al mare.
Villa con piscina - Villa le Capanne

Agriturismo Villa Centopino Toscana
Montecastelli Pisano in Regione (Toscana)
CAP: 56040.Telefono: 0039-0588-20428
sitoweb:http://www.agriturismocentopino.it/

martedì 26 aprile 2011

OLIMPIA SPLENDID PRESENTA LA GAMMA ELLISSE: I PORTATILI DALLE GRANDI PRESTAZIONI

Olimpia Splendid, azienda specializzata leader nei mercati della Climatizzazione, Riscaldamento, Trattamento dell’aria e dei Sistemi idronici, presenta Ellisse Silent, Green ed Elisse HP.
Disegnata da Dario Tanfoglio, la Gamma Ellisse di Olimpia Splendid è stata progettata con l’ausilio dei più moderni strumenti di simulazione fluidodinamica e termodinamica, utilizzando una camera di prova nella quale è stata mappata la distribuzione della temperatura dell’aria, così da affinare differenti soluzioni tecnologiche e selezionare quella ottimale per la perfetta distribuzione dell’aria. L’aria fredda non investe direttamente gli occupanti della stanza, ma il getto molto alto e profondo arriva ad un’altezza di più di 4 metri e a più di 3 metri di ampiezza creando una temperatura ambiente più uniforme.

Ellisse permette così di essere avvolti da una dolce brezza che ricade come una sottile pioggia di benessere sulle persone presenti nella stanza creando un comfort straordinario. Tutti i modelli della Gamma Ellisse scaricano automaticamente la condensa nebulizzata verso l’esterno
così da non rendere necessaria la presenza di una tanica per la raccolta dell’acqua.

La performance aero-acustica dei portatili Ellisse è unica. Grazie a un ventilatore tangenziale di nuova concezione, che permette di muovere una elevata quantità d’aria con il minimo rumore e il minimo consumo elettrico, la Gamma Ellisse è estremamente silenziosa ed altamente efficiente.

Su Ellisse Silent, in particolare, è stata sviluppata un’innovativa soluzione tecnica, unica tra i portatili, che consente di incrementare la silenziosità del prodotto. Durante il sonno i bioritmi rallentano e c’è quindi minor necessità di freddo e maggiore esigenza di silenzio. Ecco allora che Ellisse Silent fa corrispondere all’attivazione della minima velocità del ventilatore interno, una minima velocità del ventilatore esterno, riducendo notevolmente il livello sonoro.



Ellisse Gree
n è un portatile che garantisce un’alta efficienza e bassi consumi, con un rapporto resa in affreddamento/consumi tra i migliori del mercato. Ellisse Green è pensato e sviluppato per soddisfare le esigenze dei clienti più sensibili e interessati ai consumi contenuti.


Ellisse HP
è il cli
matizzatore a doppia funzionalità, caldo e freddo, da usare 12 mesi all’anno: d’estate rinfresca mentre nelle stagioni intermedie, grazie alla pompa di calore, è un valido aiuto al riscaldamento tradizionale.
Ellisse HP, attraverso l’inversione del ciclo, è infatti in grad
o di sviluppare ben 2,4 Kw di potenza in riscaldamento.




Per ulteriori informazioni:

Olimpia Splendid
www.olimpiasplendid.it

Tel: 0522 22601

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

Intervista a Bernard Cornwell – Come scrivere un romanzo storico

Lo scrittore Bernard Cornwell, autore della saga di Excalibur, della trilogia sul Graal, del bellissimo romanzo Stonehenge e della lunga serie dedicata a Sharpe, ha rilasciato un'intervista al blog Penna blu, che pubblica articoli sulla scrittura, l'editoria e fornisce risorse per scrittori emergenti e non.



L'intervista è stata condotta da Daniele Imperi, che aveva già intervistato lo stesso Cornwell alcuni anni prima, come anche gli scrittori Terry Brooks e Andrea Camilleri – e ultimamente Max Bunker – e vuole rivelare al lettore le tecniche per scrivere un romanzo storico.



Bernard Cornwell è uno scrittore prolifico, ha all'attivo oltre cinquanta romanzi, anche se in Italia sono usciti soltanto alcuni libri su Sharpe, Excalibur, Stonehenge, il Graal, Azincourt e alcuni volumi delle storie sassoni, saga non ancora conclusa.



Nell'intervista Bernard Cornwell parla del significato di romanzo storico, di come un autore dovrebbe porsi nei confronti della Storia e della parte inventata, della documentazione e delle fonti a cui attingere e della convivenza fra personaggi fittizi e reali.



Leggi l'intervista a Bernard Cornwell su Penna blu.

venerdì 22 aprile 2011

Gianni Mura e i suoi design


Nel suo Atelier di Via Montenapoleone si legge: “la moda è creata dai grandi, i particolari dal grande te stesso”. Un altro aneddoto recita: “se qualche disegno di moda ti colpisce, profanalo, inserendo il particolare adatto alla tua personalità”. Sono solo alcuni esempi di un Gianni Mura che racconta se stesso: “la mia devozione, fin da giovane, al capo sartoriale mi consentiva di spaziare su particolari e colori che ad altri potevano risultare audaci o non potevano permettersi. Poi arriva il pronto moda per tutti e, mio malgrado, ho dovuto adattarmi a un look di massa. I vecchi sarti invecchiavano e smettevano di lavorare, altri risultavano eccessivi di costo e altri ancora preferivano stare dietro un banco di vendita ad aspettare il cliente piuttosto che fare amicizia con ago e rocchetti. Il mondo cambia, mi dicevo, e io non potevo farci nulla. Pensavo che, in fondo, la gente avesse poche idee e si piegasse alle regole di mercato. In soccorso, arriva Milano. In una grande città, si sa, piove di tutto e bisogna saper discernere luoghi e persone. Ma penso anche che questa sia la città che più di ogni altra aiuti a capire il senso delle cose. Apparentemente distante, senza dubbio selettiva. Come una donna di classe, non si offre, ma, se riesci a capirla, premia le tue capacità. Sfrutto le mie intuizioni e punto sulla mia esperienza di marketing creando un rapporto diretto con il consumatore finale. Alla cravatta di alta tessitura, rigorosamente griffata Made in Italy, abbino la produzione della camicia su misura. Accanto alla sobrietà classica che è la linea preferita dai grandi professionisti; promuovo un look mirato diretto a una fascia di persone dal denominatore comune: innovazione e buon gusto. Dove, in una selezione naturale, il protagonista è il cliente che ha idee. Una semplice base che, di volta in volta, invito a completare. Una moda pensata da se stessi per se stessi è il messaggio che emerge con forza ed è la prerogativa che distingue l'identità del brand. Come un pittore che disegna i propri sogni, ogni persona aggiunge il proprio contributo secondo il proprio stile. E fiocca la genialità del singolo. Fiocca la creatività. Fioccano le richieste. Scopro tanti design. Scopro veri cultori di stile. Emergono messaggi spontanei di fantasia e di buon gusto che, magari, colui che è costretto a stare dietro una scrivania ne ha da vendere. Un inconsapevole e gratificato cliente-collaboratore, portavoce di un patrimonio che racchiude un mix di potenzialità eccezionali e che spontaneamente si confronta con gli altri per ispirarsi a vicenda. Quasi un tacito accordo tra le parti e uno spirito di club che mi consente, fra l'altro, di fare il pieno di elogi da parte di vecchi e nuovi clienti relativamente alla varietà di stili e particolari delle "sempre fresche", consegne a vista. Quale soddisfazione sentire il cliente che dice: “posso fare il tipo di collo o abbottonatura o altro, che vedo in questa camicia piuttosto che quello della rivista che mi sono portato dietro?” La camicia è quella che il cliente non ritira subito per mancanza di tempo e che, nel frattempo diventa modello ideale per altri. Un tam tam di messaggi innovativi davvero straordinari in cui c'è sempre qualcun altro che si riconosce”. Parte da qui, l'idea di spazio sartoriale uomo-donna, creato in Via Montenapoleone 17. Stesso concetto di moda accessibile a tutti. Stesso copione. Difficile stare dietro a quest'uomo dal carisma fermo ancorchè geniale. Fondamentalmente edonista, con la sua convinzione di possedere l'intuizione di quello stile che fa la differenza. Difficile anche dargli torto quando i riscontri sono palesi. Di sicuro, il suo è un percorso intenso e gratificante in un infinito mix di idee che stimolerebbero chiunque, ma quale altra persona può essere Gianni Mura e meglio di Gianni Mura?




Ufficio Stampa Gianni Mura

Sinori Percussion™: percussioni evolute

Sin

Sinori


Una percussione metallica a lastra realizzata in acciaio inossidabile, che può essere suonata con molte tecniche tradizionali, usando mallet, bacchette, archetto, spazzole, fruste, ecc., o anche in maniera più creativa, attraverso pratiche meno 'ortodosse', quali un'innovativa interazione tra corpo e strumento chiamata Body-playing.

Dopo tre anni di ricerca e sviluppo, Sinori Percussion™ lancia un nuovo strumento musicale a percussione chiamato Sinori. Una lastra sagomata secondo forme ben definite, munita di una maniglia in legno che permette all'esecutore di tenere lo strumento, scuoterlo e piegarlo senza sforzo per modificarne suoni e tonalità. Dalla parte in alto a destra di Sinori si possono ottenere oscillazioni acute, grazie a un movimento del palmo della mano appoggiato sul metallo.

La paletta a sinistra, dove è inserita una maniglia, serve da manico intonatore delle vibrazioni del metallo: piegando la lastra in quel punto è possibile intonare la vibrazione del corpo dello strumento e realizzare delle melodie a tutti gli effetti. Anche le maniglie inferiori hanno la stessa funzione, ma con la differenza di produrre suoni più gravi, vista la superficie della parte bassa, o 'cassa', del Sinori. Le sciancrature laterali consentono di abbracciare lo strumento e interagire meglio con esso, afferrando il pomolo in legno da dietro per poter bloccare e rilasciare la vibrazione grazie al contatto con il corpo.

Flettendo la lastra tramite le maniglie laterali in maniera repentina e rilasciandola di scatto si ottiene il boato tipico della piegatura del metallo, con una conseguente esplosione del suono. Realizzato interamente in Italia, Sinori pesa cinque kg, è alto 140 cm e largo 96.

giovedì 21 aprile 2011

Risorsa fondamentale per ricercare annunci immobiliari a Grosseto

Per la ricerca di una casa o un immobile a Grosseto, il nuovo sito di case a Grosseto è una risorsa fondamentale. Il sito è infatti interamente dedicato agli annunci immobiliari di agenzie e di privati della provincia di Grosseto, in particolare dei comuni di Grosseto, Pitigliano, Follonica e Castiglione della Pescaia, ma anche tutto il resto della provincia Toscana.

Non solo case e appartamenti di diverse tipologie (monolocali, bilocali e trilocali), ma anche uffici, ville, e casali, con annunci sia di vendita che di affitto.

Le schede ricche di particolari e immagini lo rendono particolarmente indicato per selezionare gli annunci più adatti alle proprie esigenze. Dopo di che, è quindi possibile contattare gli inserzionisti direttamente dal sito, tramite un comodo modulo di contatto.

Il sito è un marchio SoloCase, sinonimo di qualità degli annunci e serietà del servizio, già presente nel settore degli annunci immobiliari con una rivista free press distribuita in tutto il territorio nazionale e con il proprio sito web (www.solocase.it), che rappresenta uno dei principali portali di annunci immobiliari del territorio nazionale.

TU&OLA 20, CONCORSO “SCATTO FUORISERIE”

Vai dal rivenditore, scatta, condividi e fai votare: puoi vincerla!

E’ partito il grande CONCORSO SNAIDERO legato alla nuova cucina di PININFARINA OLA20: la meccanica è semplicissima ed il premio in palio è straordinario!

E’ sufficiente che tu ti rechi da un rivenditore Snaidero a tua scelta tra quelli che espongono la nuova cucina disegnata da Paolo Pininfarina: basteranno pochi attimi affinché la straordinarietà del design e dell’eleganza di OLA 20 suscitino in te il desiderio di farti immortalare (se non te chi vorrai!) davanti lei. Siamo certi che la sua irresistibile bellezza combinata con la leggerezza e la morbidezza del suo segno, scateneranno la tua fantasia e la tua creatività!

Inviaci la foto e chiedi ai tuoi amici di votarla: lo scatto più divertente, originale e, perché no “bizzarro” … in poche parole quello che piacerà di più e verrà maggiormente votato, parteciperà all’estrazione proprio di una cucina OLA20, mentre i tuoi amici potranno ricevere un simpatico premio di partecipazione.

Metti in moto la tua fantasia, hai tempo fino al 30 GIUGNO 2011 e potrai impreziosire il tuo spazio domestico con un pezzo d’autore come la OLA 20, simbolo d’eccellenza di vent’anni di ricerca, innovazione e design d’avanguardia firmati Snaidero&Pininfarina.

Regolamento disponibile presso il sito www.ola20.snaidero.it.

Per ulteriori informazioni:
SNAIDERO
www.snaidero.it
0432 952423
patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

GIANNI MURA E L'ELITE


L’umorismo è intatto e l’entusiasmo, se possibile, cresciuto. Gianni Mura si (ri)scopre e procede nei suoi obiettivi di total look . “Perlomeno, sono uno che sa cosa fare da grande”, esordisce, sorridente e scanzonato e prosegue, “per portare avanti questo progetto ho dovuto rinunciare a impegni cinematografici, di politica e trascurare programmi di beauty comfort. Ma per fortuna sono uno che si sa adeguare...”. Stiamo al gioco delle sue battute e gli domandiamo chi è il suo consigliere e perché ha lasciato la Sardegna: “mia moglie, anima femminile e testa pensante, è lei la mia grande consigliera, insieme al mio manager e collaboratori, naturalmente. Il trasferimento è invece legato alla selettività. Ha mai sentito parlare del popolo dei creativi, dei cervelli in fuga? Le èlite, in ogni settore, emigrano e io non sono venuto a Milano con la valigia legata a spago...”. Riemerge il suo istinto provocatorio, la sua capacità di stupire, spiazzare, sorprendere. Un Gianni Mura che disorienta e incanta. Torna serio e riprende: “Voi penserete che voglio ingrandirmi, ma così non è. Ho semplicemente deciso di attivare un processo che, fra qualche anno, familiari e collaboratori dovranno portare avanti con la stessa passione che ci ho messo io e che mi auguro di avere trasmesso anche a loro. Quello che ho ricavato in Via Montenapoleone è un luogo raffinato di dialogo e confronto tra gente di varia personalità e provenienza accomunati dalla passione della moda e della individualità. Veri designer di raffinata cultura, i miei clienti. Le basi sono quelle che le tendenze dei grandi stilisti propongono. I particolari sono quelli che ogni persona di buon gusto sceglie per se stesso”. Domandiamo a Gianni Mura cosa ne pensa dei grandi stilisti e gli artisti da passerella: "loro sono in grande", risponde. “Io non potrei creare una collezione per tutti. Mi perderei. Sono per l'individualità. Per quel particolare che fa la differenza”. Però ammette: "li apprezzo molto e amo guardarli in televisione, quando posso, alla sera. Oppure assistere a qualche sfilata, ma non imitarli. Loro dialogano virtualmente. Io dialogo dal vivo. Quanto tempo toglierei a me stesso e ai miei clienti? Amo la gente da vicino. La clientela che sono riuscito a creare è in linea con il mio pensiero e questo mi gratifica. Il mio è un rapporto diretto e paritario con tutti. Pensi che non riesco a rispondere agli inviti di rete (almeno per ora) e me ne duole. Conquisto dal vivo a discapito dei social networks”. Pagine spontanee in un concetto di marketing privilegiato che comprendono le sue scelte. Il polo d'attrazione esistente tra Gianni Mura e la moda che racconta è condivisa da una città dove arte, business e buon gusto convivono e si fondono.


Ufficio Stampa Gianni Mura

mercoledì 20 aprile 2011

Feder F.I.D.A. propone una nuova legge sulla caccia

Feder F.I.D.A. propone una nuova legge che vieti ai minori di partecipare a battute di caccia, anche solo occasionalmente. Presto sul sito la proposta consultabile nella sua forma estesa.


Recentemente si parla molto della necessità di conservare e tramandare da padre in figlio molti usi e costumi della nostra cultura così da tener vivo un frammento della nostra storia. Eppure, tra queste consuetudini, ce ne sono alcune che sarebbe auspicabile si perdessero nel tempo: la caccia ne è un esempio.


L’attività sportiva della caccia, sempre che di sport si possa parlare, ogni anno miete un numero considerevole di vittime e, di queste, non tutte sono di origine animale. Sempre più spesso, infatti, si sente parlare di incidenti causati dagli stessi compagni della vittima, accorsi durante le battute; Reggio Calabria, Lombardia, Sardegna hanno registrato, nel corso del 2010, un gran numero di incidenti.


L’aggravante è che in molti casi o la vittima o il carnefice sono giovani ragazzi, spesso bambini, portati dai propri padri o nonni con lo specifica intenzione di tramandare alla nuova generazione la crudeltà di questa tradizione.


Nel passaggio del testimone si vuole interporre Feder F.I.D.A.: la proposta è quella di una legge in grado di vietare la partecipazione all’attività venatoria da parte di minori, anche occasionalmente ed anche se accompagnati da parenti. La necessità della proposta ha un duplice obiettivo: da una parte tutelare l’incolumità dei minori laddove si usino armi al fine di preservarli da eventuali incidenti, dall’altra far sì che questa incivile pratica non sia più una tradizione che il cacciatore è solito passare di padre in figlio.


A breve sul sito ufficiale dell’associazione (www.federfida.org) sarà possibile consultare la proposta nella sua forma estesa.


Per informazioni:

www.federfida.org

Ufficio Stampa:

Blu Wom Milano

0287384640

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

Lampade fluorescenti esauste: come smaltirle


I servizi gratuiti del Consorzio Ecolamp per i professionisti dell'illuminotecnica

Ecolamp ha attivato tre servizi gratuiti rivolti agli installatori di impianti elettrici di illuminazione e ai grossisti rivenditori di materiale illuminotecnico. Lo scopo dei tre nuovi servizi Ecolamp è quello di agevolare la raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste. Eccoli nel dettaglio.

Se sei un installatore e hai più di 100 kg di sorgenti luminose esauste, Ecolamp le ritira direttamente presso il tuo magazzino e si occupa del loro corretto trattamento.
Richiedere il ritiro gratuito delle lampade esauste è semplice: basta registrarsi gratuitamente al servizio Extralamp sul sito www.ecolamp.it/extralamp. Inoltre per tutto il 2011 Ecolamp fornirà gratuitamente gli imballi per confezionare sia le lampade compatte che i tubi fluorescenti.

Ecolamp ha attivato anche una rete di raccolta, chiamata Collection Point, per venire incontro alle esigenze di professionisti, aziende e installatori, che desiderano conferire direttamente e senza costi qualsiasi quantitativo di lampade esauste presso i centri di raccolta convenzionati in tutta Italia. Per scoprire il punto di raccolta più vicino: www.ecolamp.it/collectionpoint

Ecopoint è l’iniziativa promossa da Ecolamp in accordo con FME, Federazione Nazionale Grossisti e Distributori di Materiale Elettrico, dedicato ai grossisti di materiale elettrico, a seguito dell’obbligo del ritiro “uno contro uno” dei rifiuti elettrici ed elettronici da parte dei rivenditori, come previsto dal D.M. 65/10 in vigore dal 18 giugno 2010.
Per agevolare i grossisti aderenti all’iniziativa, Ecolamp fornisce gratuitamente appositi contenitori per raccogliere in totale sicurezza le lampade esauste restituite dai propri clienti al momento dell’acquisto di quelle nuove, e appositi materiali di comunicazione per promuovere il servizio che distinguerà il tuo punto vendita.
Per conoscere gli oneri previsti dalla normativa, non incorrere in sanzioni e aderire al servizio: www.ecolamp.it/ecopoint

Socializzazione Vincente. Strategie per Socializzare con Efficacia


Se ti interessano strategie per socializzare con efficacia, allora consigliamo di non perderti l'ebook di Fabio Galetto in offerta promozionale:

Socializzazione Vincente
Strategie per Socializzare con Efficacia

Prezzo di listino: euro 19,99
Prezzo scontato: 9,98 iva inclusa

Lo abbiamo selezionato per te perchè socializzare è la nuova sfida della società. Per migliaia di anni è stata considerata una seconda pelle. Chi non socializzava veniva emarginato dalla società.

Ora in tempi insospettabili è in atto una clamorosa inversione di tendenza. La comunicazione sembra essere ovunque: telefoni, internet, sms, e-mail, chat. Tutti questi nuovi strumenti di comunicazione hanno rappresentato un sostanziale progresso per chi aveva difficoltà di comunicazione.

Scopri come selezionare i tuoi interlocutori per iniziare la socializzazione, impara le differenze comunicative tra donne e uomini e metti in pratica tutti gli insegnamenti per ottenere una super socializzazione.

Scheda di Socializzazione Vincente

Le home fragrance ATMOSFERA al Salone con Il Foglio del Mobile

Lo stand della più importante free press internazionale dedicata all’arredamento accoglie i nuovi diffusori di design.

ATMOSFERA, la linea di diffusori di essenze firmati Atelier & Design Fragranze, ha portato un tocco di colore e profumo allo stand del Foglio del Mobile, la più importante free press internazionale dedicata all’arredamento e al design , presente come ogni anno al Salone del Mobile di Milano.

L’incontro tra ATMOSFERA e la testata che rappresenta e promuove al meglio l’eccellenza e l’estro creativo italiano giunge a conferma del percorso di espansione intrapreso dall’azienda, che si muove su canali di nicchia in Italia e all’estero, proponendo un nuovo concetto di home fragrance. Il diffusore a midollini diventa infatti un vero e proprio complemento d’arredo, un oggetto di design che dona agli spazi in cui viviamo una riconoscibile identità olfattiva, lasciando traccia della nostra personalità in un connubio multisensoriale

ATMOSFERA propone una collezione di profumi per la casa racchiusi in sfere di legno massello nei colori più di tendenza. I raffinati diffusori di essenze sono stati pensati come veri e propri complementi d’arredo di design, adatti a qualsiasi contesto grazie alla versatilità cromatica proposta e alle loro linee pulite e originali al tempo stesso. La gamma comprende ben 18 diverse fragranze: nella parte inferiore della sfera si apre la sede che accoglie il flacone di profumo per ambiente da 250 ml, acquistabile a parte. Per creare un’atmosfera ancora più esclusiva inoltre è possibile realizzare colori particolari a richiesta in quantitativi ad hoc.

L’esclusività delle proposte di Atelier & Design Fragranze, destinate ad un consumatore in cerca di creazioni di grande originalità, carattere e valore artistico, si avvale di una distribuzione estremamente selettiva e di alto profilo, su differenti canali nazionali ed esteri, che comprende, oltre a profumerie di nicchia e Hotel&SPA, anche selezionati negozi d’abbigliamento e di accessori d’arredo.

L’attenzione ai dettagli, all’estetica e alla qualità sono i segni distintivi della collezione che propone prodotti ideati e realizzati interamente in Italia, a partire dalla selezione di fragranze create in esclusiva dall’atelier M&M Fragrances.

Per informazioni:

www.atelierdesignfragranze.it

Uffico stampa:

Blu Wom Milano

0287384640

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com


Concorso letterario “Una penna per Poe” 2011

Il sito La Tela Nera (latelanera.com) e il blog Edgar Allan Poe bandiscono la seconda edizione del concorso letterario gratuito “Una penna per Poe”, riservato ad autori maggiorenni.



Il concorso vuole continuare a diffondere il nome e l'opera del grande maestro dell'horror e dare spazio ad autori emergenti.



In questa nuova edizione è stata introdotta una novità: il concorso è infatti dedicato al genere poliziesco, che quest'anno compie 170 anni, inventato da Poe il 20 aprile 1841 con la pubblicazione del racconto The Murders in the Rue Morgue sulla rivista di Filadelfia Graham’s Magazine. Ogni racconto inviato dovrà quindi appartenere a questo genere letterario e contenere uno o più riferimenti a Poe o a una delle sue opere.



I manoscritti devono essere scritti in un buon italiano e inviati per email, a partire dal 20 aprile 2011, con scadenza 20 luglio. I migliori racconti saranno raccolti in un ebook e pubblicati nel web. Non è esclusa una pubblicazione cartacea.



Per le modalità di partecipazione e di invio dei materiali leggere attentamente il regolamento del concorso.



In collaborazione con:
eBook and Book (http://www.ebookandbook.it), eBookGratis.net (http://www.ebookgratis.net), Knife (http://www.nerocafe.org/knife.htm), Concorsi-Letterari.it (http://www.concorsi-letterari.it), Penna Blu (http://pennablu.it/), Abalone.it – Strategie Editoriali (http://www.abalone.it).

martedì 19 aprile 2011

Si chiude la terza edizione di Lamp&RiLamp

Ecolamp: 40mila visitatori alla mostra Lamp&Rilamp

Si chiude la terza edizione di Lamp&RiLamp,

raggiungendo quota 40.000 visitatori complessivi!

Sono 40 mila gli italiani che visitando la mostra itinerante in questi tre anni si fanno portatori di un messaggio di eco sostenibilità e attenzione all'ambiente

Milano, 19 aprile 2011 - Si è conclusa domenica 17 aprile a Trieste, con un totale di circa 40.000 visitatori complessivi di cui 14.000 studenti, la terza edizione del tour della mostra polisensoriale Lamp&RiLamp promossa da Ecolamp allo scopo di sensibilizzare gli italiani riguardo il corretto comportamento da adottare nel momento in cui una lampadina a basso consumo si esaurisce. La terza edizione della mostra ha toccato undici piazze italiane, che si sommano alle nove tappe dello scorso anno e alle undici del 2009.

I 40.000 visitatori, tra famiglie e studenti delle scuole medie, rappresentano un successo per un'iniziativa educational nata da un Consorzio che si occupa di un tema tanto delicato quanto di nicchia per la popolazione e che ha voluto, attraverso questa campagna itinerante di respiro nazionale, sensibilizzare l'opinione pubblica sulle nuove modalità di raccolta differenziata dei RAEE, con particolare attenzione alle lampade fluorescenti esauste. Queste, a differenza delle vecchie lampadine ad incandescenza, sono più efficienti e permettono un considerevole risparmio energetico, ma esaurendosi diventano rifiuti pericolosi da portare presso l'isola ecologica più vicina, dove si trovano gli appositi contenitori Ecolamp, o da restituire presso un punto vendita al momento dell'acquisto di quelle nuove, così come previsto dal DM "Uno contro Uno", in vigore dal 18 giugno 2010.

L'esposizione interattiva è stata ideata partendo dal coinvolgimento diretto dei visitatori: cinque moduli illustrano la storia dell'illuminazione, i numeri, le caratteristiche e il perché della necessaria raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare sino al 95% dei materiali e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose, tra cui il mercurio. Alla fine del proprio ciclo di vita, infatti, le lampadine fluorescenti non devono essere gettate nel sacco dei rifiuti indifferenziati o nei contenitori per il vetro.

"La terza edizione della mostra Lamp&RiLamp ha ripetuto e superato il successo delle scorse edizioni e ciò è stato possibile grazie a un crescente interesse da parte delle amministrazioni comunali ed in particolare dei cittadini, delle famiglie e delle scuole che, nello specifico, hanno risposto con entusiasmo alla proposta di un percorso didattico interattivo come Lamp&RiLamp" afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp. "Il nostro impegno continuerà affinché sempre più persone vengano sensibilizzate verso un tema tanto specifico come quello del riciclo e del trattamento delle lampadine a basso consumo energetico. L'obiettivo è senza dubbio quello di portare progressivamente i cittadini ad azioni concrete e consapevoli di salvaguardia dell'ambiente e di corretta gestione di questi rifiuti giunti a fine vita."

Sito dedicato: Lamp&RiLamp Press Area: www.ecolamp.it/comunicazione/

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Desiree Ferrari, dferrari@concadelachi.com Tel. 02/48193458

Marketing & Comunicazione Ecolamp: Andrea Pietrarota, pietrarota@ecolamp.it Mob. 348/5988469

Martina Cammareri, cammareri@ecolamp.it Tel. 02/37052936

Organizzare un’immersione

Ora chiedetevi onestamente se quando qualcuno suggerisce di fare immersioni pensate ad organizzarvi anticipatamente. I sub spesso pensano che tutto quello che devono fare è accordarsi sulla profondità e il tempo d'immersione. Tuttavia, questo è un grosso errore. Il vostro compito, è quello di pianificare attentamente ogni dettaglio dell’immersione con il vostro compagno.

L’organizzazione un’immersione (conosciuta anche come scuba diving ) può essere suddivisa in tre fasi: progettazione avanzata, la preparazione pre-immersione e la pianificazione sul posto. Secondo questa classificazione, quindi, la progettazione avanzata di immersione comprende le fasi di identificare, studiare e ottimizzare tutte le azioni necessarie per garantire sicurezza nell'immersione.

Ci vuole molta esperienza per individuare tutte le azioni generali e specifiche necessarie per svolgere un particolare tipo di immersione.

Come già sapete, lo stato del mare è un fattore critico da considerare quando si fa immersione (a meno che non ci si immerge in un lago). Si dovrebbe cominciare a seguire il meteo abbastanza in anticipo rispetto al giorno dell'immersione previsto perché le condizioni del mare possono anche influenzare l'obiettivo della tua immersione. Se si desidera scattare fotografie ed il mare è stato agitato nei giorni precedenti l'immersione, è molto probabile che la visibilità sarà scarsa. Prima di lasciare casa, si dovrebbe essere, quasi certi che le condizioni meteo marine non vadano oltre la vostra esperienza. Infine, è necessario effettuare una valutazione finale delle condizioni, una volta arrivati ​​al posto di immersione.

Con questo processo abbiamo individuato un ricorso (controllo delle condizioni meteorologiche) e stabilito quando dovrebbe essere fatto (alcuni giorni prima dell’immersione programmata e di nuovo al momento dell'arrivo al posto di immersione).

Ora dobbiamo studiare quali mezzi abbiamo a nostra disposizione per effettuare questa azione. Questa è facile: è possibile controllare le previsioni meteo in TV, sui giornali, la radio, Internet, radio VHF, ecc, infine, non c'è più niente da fare se non ottimizzare l'azione.

British Telecom e Sidel ospiti al Centro Congressi Astro

La compagnia telefonica e l'azienda specializzata nella produzione di macchine per l'industria alimentare, hanno scelto entrambe la professionalità e i servizi del Centro Congressi Astro: percorsi di albering, equitazione, momenti di benessere alla Beauty Farm Alhambra accompagnati dall'ottima cucina degli chef del ristorante Delle Calle.

British Telecom e Sidel si sono affidate al Centro Congressi Astro per due giorni di meeting e team building. A distanza di un mese l'uno dall'altro, i due gruppi, composti da circa 40 persone, si sono messi alla prova con percorsi di albering, equitazione, uscite con la dune buggy, un veicolo a metà fra un fuoristrada e un go-kart, e si sono rilassati alla Beauty Farm Alhambra.
In questa occasione, gli ospiti hanno anche avuto modo di assaggiare le squisite pietanze preparate dalle abili mani degli chef del ristorante “Delle Calle”, che spaziano con disinvoltura fra la cucina tipica emiliana e le ultime tendenze internazionali.

Si tratta di società molto diverse fra loro, che hanno in comune la soddisfazione per i servizi offerti dall'hotel meeting di Tabiano. Per le attività outdoor il Centro Congressi Astro può contare su Parmaland, il vicino parco avventura che propone cinque percorsi di albering di difficoltà crescente, escursioni a cavallo, attività sportive e prove di orientamento. Al Castello del Sale, una rocca di origini antichissime con un magnifico portico rinascimentale e sale affrescate, è possibile ambientare cacce al tesoro e mini survival oppure serate di gala. All'interno del complesso, c'è anche una piscina panoramica, il solarium e un ampio parco.

Per quanto riguarda l'indoor, l'hotel congressi ospita un centro benessere: la Beauty Farm Alhambra, dove rilassarsi con hammam, massaggi e trattamenti di bellezza, specialmente dopo una giornata di lavoro in una delle 11 sale meeting. La grande versatilità degli spazi - da un minimo di 20 posti a un massimo di 800 - consente di ospitare sia eventi dai “grandi numeri” che meeting con gruppi ristretti. Tutte le sale sono attrezzate con impianti audio e video, connessione internet wi-fi e postazione per la traduzione simultanea.

Il Centro Congressi Astro vi aspetta per offrirvi le soluzioni migliori per convegni, seminari, workshop e sessioni di team building. Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare il sito www.congressuale.grandhoteltermeastro.it

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: bonati@layoutweb.it
www.layoutweb.it

Ecolamp: 40mila visitatori alla mostra Lamp&Rilamp

Si chiude la terza edizione di Lamp&RiLamp,

raggiungendo quota 40.000 visitatori complessivi!

Sono 40 mila gli italiani che visitando la mostra itinerante in questi tre anni si fanno portatori di un messaggio di eco sostenibilità e attenzione all'ambiente

 

Milano, 19 aprile 2011 - Si è conclusa domenica 17 aprile a Trieste, con un totale di circa 40.000 visitatori complessivi di cui 14.000 studenti, la terza edizione del tour della mostra polisensoriale Lamp&RiLamp promossa da Ecolamp allo scopo di sensibilizzare gli italiani riguardo il corretto comportamento da adottare nel momento in cui una lampadina a basso consumo si esaurisce. La terza edizione della mostra ha toccato undici piazze italiane, che si sommano alle nove tappe dello scorso anno e alle undici del 2009.

I 40.000 visitatori, tra famiglie e studenti delle scuole medie, rappresentano un successo per un'iniziativa educational nata da un Consorzio che si occupa di un tema tanto delicato quanto di nicchia per la popolazione e che ha voluto, attraverso questa campagna itinerante di respiro nazionale, sensibilizzare l'opinione pubblica sulle nuove modalità di raccolta differenziata dei RAEE, con particolare attenzione alle lampade fluorescenti esauste. Queste, a differenza delle vecchie lampadine ad incandescenza, sono più efficienti e permettono un considerevole risparmio energetico, ma esaurendosi diventano rifiuti pericolosi da portare presso l'isola ecologica più vicina, dove si trovano gli appositi contenitori Ecolamp, o da restituire presso un punto vendita al momento dell'acquisto di quelle nuove, così come previsto dal DM "Uno contro Uno", in vigore dal 18 giugno 2010.

 

L'esposizione interattiva è stata ideata partendo dal coinvolgimento diretto dei visitatori: cinque moduli illustrano la storia dell'illuminazione, i numeri, le caratteristiche e il perché della necessaria raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare sino al 95% dei materiali e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose, tra cui il mercurio. Alla fine del proprio ciclo di vita, infatti, le lampadine fluorescenti non devono essere gettate nel sacco dei rifiuti indifferenziati o nei contenitori per il vetro.

"La terza edizione della mostra Lamp&RiLamp ha ripetuto e superato il successo delle scorse edizioni e ciò è stato possibile grazie a un crescente interesse da parte delle amministrazioni comunali ed in particolare dei cittadini, delle famiglie e delle scuole che, nello specifico, hanno risposto con entusiasmo alla proposta di un percorso didattico interattivo come Lamp&RiLamp" afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp. "Il nostro impegno continuerà affinché sempre più persone vengano sensibilizzate verso un tema tanto specifico come quello del riciclo e del trattamento delle lampadine a basso consumo energetico. L'obiettivo è senza dubbio quello di portare progressivamente i cittadini ad azioni concrete e consapevoli di salvaguardia dell'ambiente e di corretta gestione di questi rifiuti giunti a fine vita."

 

Sito dedicato: Lamp&RiLamp Press Area: www.ecolamp.it/comunicazione/

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Desiree Ferrari, dferrari@concadelachi.com Tel. 02/48193458

Marketing & Comunicazione Ecolamp: Andrea Pietrarota, pietrarota@ecolamp.it Mob. 348/5988469

                   Martina Cammareri, cammareri@ecolamp.it Tel. 02/37052936

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *